TrueRiders

Cap de Formentor, in moto alla scoperta delle Isole Baleari

shutterstock 157331324 740x490 - Cap de Formentor, in moto alla scoperta delle Isole Baleari

Un percorso nel cuore della Serra de la Tramuntana che parte dalla vivace Palma di Maiorca per arrivare all’estremità orientale dell’isola, Cap de Formentor, uno sperone a picco sul cristallino Mar Mediterraneo.

Un itinerario all’insegna delle bellezze naturali dell’isola che lungo il percorso si rivela nella sua veste naturale selvaggia e lontana dalla movida che ne caratterizza le spiagge.

Il nostro percorso parte da Palma di Maiorca, capoluogo maiorchino; da qui, imboccando la MA10, la prima tappa del viaggio sarà il bellissimo borgo di Valldemossa, la porta verso la Serra de Tramuntana. L’affascinante paese fu scelto da Chopin, che attratto dall’atmosfera accattivante, qui abitò e compose alcuni dei suoi brani più famosi.

È ora di abbandonare per un po’ la sella per lasciarsi abbracciare dall’ospitalità del luogo e respirarne l’atmosfera. Ripartendo, imperdibili due tappe: il Mirador del Puig de sa Moneda e il Mirador de Miranda del Lladoner, due fantastici punti panoramici dai quali è possibile apprezzare la vista della deliziosa Valldemossa e la valle sottostante.

Riprendiamo la MA10 e addentriamoci nel cuore della Serra de la Tramuntana, che ricopre quasi il 70% dell’isola ed è stata dichiarata patrimonio dell’UNESCO nel 2011.

La MA10 percorre tutta la catena attraversando paesaggi vertiginosi, strapiombi che si affacciano inaspettatamente sul mare, in un susseguirsi di tornanti in salita e discesa; le cittadine che la costellano sono avvolti dal fascino dei paesini di montagna, vi consigliamo una piccola sosta a Deià.

Procedendo lungo la MA10 arriviamo a l’Embassemant de Cuber, bellissimo lago artificiale alle falde del Puig Major, in corrispondenza del punto più alto de la Serra de Tramuntana , 1436 metri di altitudine; proseguendo troveremo un altro specchio d’acqua, sempre artificiale, ma di certo non privo di fascino: Es Gorg Blau, al centro della valle di Almallutx, che è stato dichiarato Bene d’Interesse Pubblico dal governo spagnolo.

La MA10 termina all’ingresso della città di Pollença che chiude la Serra de Tramuntana, centro vitale del nord dell’isola e porta d’accesso alla penisola di Formentor. Una sosta alla cittadina medievale è consigliata, potete approfittarne per pranzare nei numerosi ristorantini prima di iniziare l’adrenalica salita verso Cap Formentor.

All’uscita di Pollença imbocchiamo la MA22 verso Port de Pollença, da qui la MA2210 ci porterà fino alla punta estrema dell’isola, si tratta di soli 18 km, ma tra tornanti e salite vi sembreranno molti di più.

Il percorso è di indubbia bellezza, rocce e macchia mediterranea si alternano tra salite discese e curve da brivido. Lungo il tragitto imperdibile il Mirador de sa Creueta che offre una vista mozzafiato sull’intera baia di Pollença e del suggestivo isolotto di Es Colomer.

Una entusiasmante deviazione tramite una tortuosa salita ci condurrà verso l’Altalaia d’Albercuix, punto di vedetta costruito contro gli attacchi pirati; da qui la vista è ancora più emozionante, con un colpo d’occhio che abbraccia l’intera costa orientale.

Riprendiamo la MA2210 e, superato un tunnel, ci troviamo ad ammirare dall’alto Cala Figuera e Cala de Formentor, proseguiamo fino alla fine della strada e dopo una entusiasmante curva a gomito arriviamo al bellissimo faro nonché a destinazione.

Cap de Formentor si erge su una roccia direttamente a picco sul mare, il disteso turchese delle acque, il verde smeraldo della vegetazione rappresentano la ciliegina sulla torta di quello che è stato un itinerario in cui la bellezza degli scorci si spreca.

Lungo la discesa non ci resta che fermarci alla suggestiva Platja de Formentor e godere della bellezza di una fresca pineta che degrada dolcemente nelle cristalline acque del mare.