TrueRiders

Col du Télégraphe, itinerario in moto sulle Alpi Francesi

col-du-telegraphe

Il Col du Télégraphe, nelle Alpi Cozie, è un interessante valico alpino francese, molto interessante da scoprire in sella alla nostra due ruote.

 

Con i suoi 1.556 metri, nel pieno del Massiccio des Cerces, il Colle del Télégraphe è stato più volte una delle tappe di livello del Tour de France, situato a poca distanza dal Colle del Galibier; la sua fama, inoltre, è arricchita dal fatto di essere una delle tappe della Route des Grandes Alpes, il percorso di quasi 700 chilometri che unisce le Alpi Francesi, da Thonon-les-Bains a Mentone.

L’itinerario che vi proponiamo oggi, piuttosto breve (35 chilometri appena), ci permetterà di scoprire la scalata al Télégraphe, mettendo in comunicazione le due città che si trovano alle estremità del valico, ovvero Saint-Michel-de-Maurienne e Valloire.

Partiamo, però, dalla vicina Modane, che possiamo facilmente raggiungere dall’Italia, e più precisamente da Bardonecchia, percorrendo il Tunnel del Frejus. Questa cittadina della Savoia francese è di particolare rilevanza non solo perché è una delle “mete di confine” della Francia, ma anche perché da qui passano numerosi treni che collegano Parigi e Milano, con l’Alta velocità italiana e i TGV d’Oltralpe.

Lasciamo Modane seguendo Rue Jules Ferry, e dirigendoci da Route de Bardonnèche verso la D215, strada locale che ci porta direttamente sulla D1006 (che, a sua volta, costeggia l’Autoroute A43), e che seguiamo per alcuni chilometri fino allo svincolo di Saint-Michel-de-Maurienne, dal quale poi ci spostiamo sulla D902, all’altezza di Saint-Martin-d’Arc.

Dai 698 metri del centro cittadino, iniziamo la scalata verso il Col du Télégraphe. La strada del valico, lunga poco meno di 12 chilometri, presenta una pendenza massima dell’8,9%, superando un dislivello complessivo di circa 900 metri. Per questo motivo, il Col du Télégraphe è particolarmente adatto per una sorta di “passeggiata” su due ruote, soprattutto per il fatto che non è mai chiuso, e dunque può essere percorso tutto l’anno.

Salendo da Saint-Michelle-de-Maurienne, la pendenza media è del 7,3%, e l’arrivo alla punta più alta del Col du Télégraphe è segnato dalla presenza di una grandissima statua di un ciclista, e dal messaggio di benvenuto nel territorio comunale di Valloire-Galibier, oltre che al cartello che ci ricorda l’altezza, 1.566 metri.

Da qui, oltre che godere di una interessante panoramica, che comprende anche la presenza del Forte del Colle, una costruzione militare di probabile epoca ottocentesca, possiamo rilassarci e scattare qualche foto prima della discesa verso Valloire, oltre a visitare, poco distante, il sito religioso di Notre-Dame de la Vie.

Torniamo sulla D902, e scendiamo in direzione di Valloire, che raggiungiamo in circa 5 chilometri, soffermandoci ad ammirare questa piccola e interessante località alpina, molto amata dagli sciisti, e posizionata in una zona panoramica-sportiva di grande interesse, da scoprire soprattutto in inverno ma, perché no, anche d’estate.