TrueRiders

Francia, itinerario in moto tra le Alpi Cozie e il Colle del Galibier

col-du-galibier

Con i suoi 2.646 metri, il Colle del Galibier è una delle traversate alpine più alte di tutta la Francia, ed è una tappa amatissima dai cicloamatori, per i paesaggi e per la parziale difficoltà del percorso.

Posto tra le Alpi Cozie e le Alpi del Delfinato, ovvero tra le regioni della Provenza e del Rodano, il Colle del Gaibier è un nome celebre nel Tour de France, per il quale ha spesso rappresentato il picco in altezza, ma sono tantissimi i motociclisti che scelgono di percorrerlo nei mesi estivi (è infatti chiuso da ottobre a giugno).

L’itinerario in moto sul Colle del Galibier che vi proponiamo oggi riprende in parte il percorso di una strada già affrontata in precedenza, il Col du Télégraphe, che parte (o arriva, a seconda della provenienza) da Valloire, sulle Alpi Cozie.

Avevamo accennato, in questo precedente articolo, che Valloire è una interessante località sciistica e naturalistica, e dunque avremo modo di divertirci pienamente, prima di partire verso i 2.646 metri del Galibier, che per molti è secondo solo all’Iseran o alla Bonette, i “più alti di Francia”.

ATTENZIONE: il Galibier, così come molti passi delle Alpi Francesi, è chiuso durante i mesi invernali, salvo diverse indicazioni. Il percorso proposto è dunque indicato per il solo periodo estivo

Questo percorso, la cui costruzione risale all’ultima parte dell’Ottocento, è stato però più volte modificato per adattarsi alle diverse condizioni, meteorologiche e territoriali, e permetterne nei mesi estivi una più facile percorrenza, per questo il percorso originale è ben diverso da quello attuale.

Lasciamo Valloire seguendo la Rue des Grandes Alpes, e immettiamoci sulla D902, che ci permetterà, dai 700 metri del borgo, di arrivare fino ai quasi 2.650 metri del Colle du Galibier; il percorso, di quasi 27 chilometri, presenta una pendenza abbastanza rilevante, che raggiunge nel punto maggiore il 12,1%, e dunque non è un caso se sia i ciclisti che i motociclisti trovino in questo pezzo di Alpi una sorta di splendida “sfida”.

Lungo il percorso del Galibier, che supera un dislivello di circa 2.000 metri, è possibile poi soffermarsi per più volte, sia per ammirare il picco del Grande Galibier, e sia per scoprire due interessanti monumenti: quello ad Henri Desgrange, “ideatore” del Tour de France, e quello a Marco Pantani, che con la vittoria sul Galibier, nel 1998, ottenne il trionfo al Tour de France e, dopo il Giro d’Italia, si consacrò come uno dei più grandi nomi di questo sport.

Una volta superata la cima del Galibier, la discesa prosegue verso il Col du Lautaret, che si può raggiungere tramite la D1091, che ci permette, una volta oltrepassata anche Le-Monètier-les-Bains, di raggiungere Saint-Chaffrey e Briançcon, bella località situata a poca distanza dal confine italiano di Sestriere.