TrueRiders

Itinerario in moto sul Colle dell’Iseran, il Tetto d’Europa

iseran 1 740x491 - Itinerario in moto sul Colle dell'Iseran, il Tetto d'Europa

Qualche giorno fa abbiamo parlato delle Dolomiti, e lo abbiamo fatto in due modi: con un grande itinerario tra le cime dolomitiche, e con un video unico che ci ha portati tra le curve del Passo dello Stelvio, il più alto d’Italia.

Oggi, però, noi di TrueRiders vogliamo portarti ancora più in alto, sul Tetto d’Europa. Ovvero? Sul Colle dell’Iseran, il valico alpino asfaltato più alto del Vecchio Continente, che si spinge fino a 2.770 metri d’altezza, un’altitudine davvero da record.

Un itinerario in terra di Francia, ma a poca distanza dall’Italia, poiché l’Iseran, e in genere la Val d’Isère, si trovano a poche decine di chilometri dal confine italiano, da Bardonecchia e Susa al sud, e dalla Valle d’Aosta a nord-est.

 

1° tappa – Da Modane a Lanslevillard (28 chilometri)

modane
La fortezza che domina l’abitato di Modane, appena oltre il confine tra Italia e Francia

Il nostro “breve” viaggio parte da Modane, il bel comune francese che si può incrociare subito dopo aver oltrepassato la Val di Susa, Bardonecchia ed aver attraversato il Traforo del Frejus.

Da qui, usciamo dalla cittadina in direzione di Lanslevillard, prendendo inizialmente la strada D1006, e poi deviando verso la D115 in direzione nord-est. Attraversiamo la bella zona del Parc National de la Vanoise e, in 28 chilometri circa, ci ritroviamo a Lanslevillard, a oltre 1.400 metri di altezza.

 

2° tappa – Da Lanslevillard a Bonneval-sur-Arc (17 chilometri)

bonneval sur arc
Bonneval sur Arc, 255 abitanti e una altitudine (minima) di 1.759 metri

L’itinerario verso il Tetto d’Europa riprende da Lanslevillard, in direzione di Bonneval-sur-Arc. Percorriamo la strada D902, oltrepassiamo il piccolo comune di Bessans e in circa 17 chilometri siamo a Bonneval.

Bonneval-sur-Arc, a 1759 metri, è l’ultimo dei comuni che precede la ripidissima ascesa all’Iseran, ma sopratutto è uno dei borghi più belli di Francia, dove ammirare l’architettura alpina tradizionale e il suo rapporto con la natura.

3° tappa – Da Bonneval-sur-Arc a Val d’Isère (30 chilometri)

colle dell'iseran
Uno dei laghi alpini che domina le vette dell’Iseran

 

Ci siamo! Sta per iniziare, da Bonneval-sur-Arc, la nostra scalata al Colle dell’Iseran (o Col de l’Iseran, per dirla alla francese). Una raccomandazione è necessaria: la strada, essendo così alta, è percorribile solo da giugno a settembre, dunque pensateci bene prima di partire.

La D902 continua ad accompagnarci e, dai quasi 1800 metri di Bonneval paese, saliamo rapidamente fino ai 2.770 metri del Colle dell’Iseran. Qui, una sosta è d’obbligo, per scoprire la bella chiesetta sullo “spiazzale” del colle, e fermarsi per qualche foto. Ci troviamo a 14 chilometri da Bonneval, 33 da Lanslebourg, 17 da Val d’Isère e 50 da Bourg-Saint-Maurice. Proprio verso Val d’Isère ripartiamo, raggiungendola in poco tempo.

 

4° tappa – Da Val d’Isère a Bourg-Saint-Maurice (32 chilometri)

bourg saint maurice
Una splendida chiesa alpina nei pressi di Bourg Saint Maurice, Francia

 

Situata lungo il corso del fiume Isère, che appunto definisce la valle, Val d’Isère è un piccolo comune alpino, posto a oltre 1.800 metri di altezza, di grande importanza sportiva.

Val d’Isère e la vicina Tignes fanno parte della zona di Espace Killy, un grande comprensorio sciistico francese che viene spesso utilizzato come sede di eventi sportivi.

Da qui ripartiamo, in lieve discesa, verso Bourg-Saint-Maurice, il punto finale di questo nostro viaggio sul “Tetto d’Europa”. Come al solito, utilizziamo la D902, che ci farà ammirare le bellezze del Lago di Chevril, della Riserva naturale di Tignes-Champagny e di Villaroger, prima di giungere ai 744 metri di Bourg-Saint-Maurice, il nostro punto d’arrivo.

 

Video