TrueRiders

Viaggiare in moto, consigli utili per il pernottamento


Viaggi in moto, ti godi il giro e poi… dove vai a dormire?

Sembra una cosa talmente scontata da non pensarci a priori, per poi nella maggior parte dei casi pentirsene a posteriori: un posto dove dormire al prezzo più conveniente diventa una esigenza di massima, per singoli o gruppi di biker alle prese con la progettazione di un viaggio in moto. Progettazione che come potete ben capire viene curata nel minimo dettaglio a partire dal momento nel quale pensiamo alla nostra destinazione da sogno. La benzina, l’itinerario, le spese per massimizzare avventura e portafoglio: di certo è un impresa che di questi tempi va di pari passo con la difficoltà di una curva o salita di montagna.

E visto che qui a TrueRiders non ci facciamo mancare proprio nulla, abbiamo pensato bene di fare una raccolta di alcuni dei migliori consigli per quanto riguarda il pernottamento tra una tappa e l’altra di un ipotetico itinerario in moto. Alcuni possono sembrare scontati, altri piuttosto originali: di certo rappresentano soluzioni economiche e in linea con l’animo del vero biker!

Motel, economico ma… comodo?

Scusateci, ma non potevamo cominciare dal classico ritrovo per eccellenza per i motociclisti. Il motel differisce dall’albergo proprio per la sua posizione privilegiata per le caratteristiche degli amanti delle due ruote, sempre vicina all’ingresso di un’autostrada o superstrada, comunque una importante arteria stradale.

D’importazione americana (cosa che non stupisce considerata la tipica associazione con l’Harley Davidson) e nato intorno agli anni ’20, il concetto di motel si è rapidamente affermato di recente anche in Europa con utilizzi a tratti anche diversi dall’idea originale di viaggio e avventura…In Italia si sono anche affermati alcuni siti specializzati come questo nella presentazione esclusiva di questi particolari B&B, sparsi un po’ in tutto il Paese.

Rifugio di montagna, rifugio per motociclisti?

Altro classico che però forse raccoglie meglio l’essenza del viaggio in moto, soprattutto se si ha la brillante idea di progettare un bell’itinerario di montagna dei quali ci siamo abbondantemente occupati nei mesi passati (e continueremo a farlo).

Il rifugio alpino volendo può diventare una esperienza nell’esperienza, l’Italia ha la fortuna di essere composta per buona parte da catene montuose imponenti come le Alpi e le Appennini anche se la maggioranza di questi risultano essere irraggiungibili per larga parte dell’anno a causa delle condizioni climatiche avverse, o poco indicati per la moto. Ma non mancano le eccezioni, in particolare segnaliamo il Trentino Alto Adige, terra di malghe decisamente amiche dei biker!

E se prenotassi su internet? 

L’avvento di un mondo iperconnesso e tecnologico ha avuto già da alcuni anni il suo influsso ovviamente anche per quanto riguarda il settore dei viaggi e delle avventure in moto con lo sviluppo di alcuni portali nati per avvicinare l’utente e la struttura ricettiva abbattendo di molto i costi dell’alloggio.

Sono infatti diversi quelli che suddividono da un lato i profili dei motociclisti alla ricerca di posti letto, con schede aggiornate e ricche di dettagli, e dall’altro quelle sulle persone pronte a ospitare e mettere a disposizione le proprie case gratuitamente. Decisamente un mezzo solidale che consigliamo vivamente di provare.

E voi conoscete qualche altro modo per alloggiare a un prezzo conveniente?