TrueRiders

Da San Paolo a Rio de Janeiro, in moto verso le Olimpiadi 2016

brasile-intro

Dal 5 al 21 agosto 2016, Rio de Janeiro ospiterà le Olimpiadi 2016. Un evento unico, soprattutto per il Brasile, che merita di essere celebrato con uno speciale itinerario in moto.

Quattrocentonovanta chilometri (beh sì, metro più metro meno) che mettono in collegamento due delle principali località balneari del Brasile, San Paolo e Rio de Janeiro, permettendoci al contempo di scoprire questo enorme stato da una prospettiva diversa, quella delle due ruote.

Dalle spiagge di Copacabana agli splendidi entroterra tropicali, il Brasile in moto ci regalerà delle emozioni uniche, soprattutto durante le giornate delle Olimpiadi 2016, perché tra gli itinerari in moto che vi abbiamo proposto, questo è uno dei più insoliti!

Partiamo da San Paolo (o São Paulo, in portoghese), grandissima metropoli con oltre 11 milioni di abitanti (29 se si conta tutta l’area metropolitana), e che dall’Ottocento in poi ha visto aumentare enormemente sia la popolazione, e sia la fama del suo territorio.



Il Cristo Redentore a Rio de Janeiro

Imperdibili, in città, sono la Cattedrale metropolitana di San Paolo (quinta chiesa di stile gotico per grandezza al mondo), e l’altoObelisco di San Paolo, realizzato nel 1970 su progetto dello scultore italiano Galileo Embendabili. Lasciamo la città e ci dirigiamo, in circa un chilometro, verso il Corredor Norte-Sul, dalla quale poi seguiamo la Strada BR-116 in direzione di Queluz.

Il percorso prosegue per 245 chilometri, dai quali lasciamo la BR-116 in corrispondenza dell’uscita 8, e prendiamo la RJ-139 su Rod. Washington Luiz, per immetterci nuovamente sulla BR-116 verso Piraí, che raggiungiamo in 146 chilometri. In questa parte del percorso, nella quale ci avviciniamo allo Stato di Rio de Janeiro, seguiamo per diversi chilometri il percorso del fiume Paraíba do Sul, con la Represa do Funil, un grande bacino artificiale nato dalla costruzione di una ampia diga.

A P.te Coberta, proseguiamo sulla BR-116 (che qui prende gli ulteriori nomi locali di BR-465/BR-493), e continuiamo per circa 93 chilometri, fino alle porte di Rio de Janeiro, e precisamente sulla Ilha do Governador (dove si trova l’aeroporto cittadino), dalla quale proseguiamo poi per la Ilha do Fundao e sul centro città, arrivando così tra Botafogo, Copacabana e Ipanema, i quartieri sul mare più belli della città delle Olimpiadi 2016.