TrueRiders

Francia in moto, itinerario lungo le Gole dell’Ardèche

ardeche shutterstock 494213392 740x494 - Francia in moto, itinerario lungo le Gole dell'Ardèche

Tante curve e uno scenario da brividi: vi portiamo in moto lungo le Gole dell’Ardèche per percorrere uno degli itinerari più belli di Francia

Chi ci segue non avrà dubbi nel riconoscere che noi di TrueRiders siamo dei veri estimatori dei suggestivi paesaggi offerti da gole e forre. Che siano italiane, come quelle del Calore o dell’Alcantara, o che affascinino turisti e visitatori da tutto il mondo oltre confine come quelle del Verdon, le gole rappresentano infatti spesso un’ottima alternativa ai sempre amatissimi percorsi di montagna, di cui conservano però  una caratteristica fondamentale: strade tutte curve che vi renderanno ancora più piacevole guidare a caccia dei migliori punti spettacolari da cui immortalare il paesaggio. Restiamo allora in Francia e, in particolare, nella regione del Rodano-Alpi per una nuova avventura su due ruote: questa volta, vi portiamo in moto lungo le Gole dell’Ardèche.

La nostra proposta è quella di un itinerario in zona relativamente breve – ma, preferibilmente, da inserire all’interno di un viaggio di più ampio respiro in Francia – che vi accompagni lungo i circa 30 chilometri di canyon nell’altopiano calcareo che si estende tra Vallon Pont d’Arc e Saint Martin d’Ardèche.

 

In moto lungo le Gole dell’Ardèche: curve e scenari mozzafiato in Francia

Punto di partenza della strada panoramica che vi permetterà di ammirare lo spettacolo delle Gole è Saint Martin d’Ardèche. La domanda d’obbligo che si pone è… ma come arrivare? Chiaramente impossibile dare una riposta che vada bene a tutti i mototuristi, anche perché molto dipenderà dal tempo che avrete a disposizione per la vostra vacanza su due ruote in terra francese.

A ogni modo, una buona soluzione può essere quella di lasciare l’Italia nei pressi di Ventimiglia, per poi spostarsi verso Aix-en-Provence, magari dopo un bell’itinerario in moto alla scoperta della Costa Azzurra, come quello che vi suggeriamo qui. Risalite dunque verso nord, eventualmente ricorrendo anche all’autostrada A7 se a corto di tempo: già nei pressi di Bollène potrete difficilmente sbagliarvi perché saranno varie a guidarvi verso la meraviglia delle Gole dell’Ardèche.

Inizia finalmente il divertimento: come già visto, non molti i chilometri da macinare, ma l’esperienza sarà un vero concentrato di emozioni, a cominciare dalle curve e dai tornanti che vi accompagneranno nel corso del vostro mototour. L’invito – sollecitato anche dai cartelli che incontrerete durante l’esperienza di guida – è quello consueto a essere sempre prudenti, ma va precisato che, per quanto adrenalinica, la strada non vi metterà davanti a situazioni particolarmente problematiche. E, allora, non preoccupatevi troppo anche perché avrete tempo e modo per scegliere i migliori punti panoramici da cui godere da una prospettiva privilegiata dello spettacolo delle gole e del loro principale artefice, il fiume Ardèche.

Proseguite dunque il vostro giro in moto lungo le Gole dell’Ardèche seguendo la strada, e con lei il corso del fiume e il disegno delle gole, fino a Vallon Pont d’Arc, dove si chiuderà di fatto la nostra immersione su due ruote nella natura.  Poco prima di porre però fine al tour, la vera ciliegina sulla torta dell’intera esperienza, il Pont d’Arc, maestoso arco naturale da molti legittimamente ritenuto il simbolo della riserva naturale delle Gole dell’Ardèche.

Non ci resta che darvi qualche dritta per organizzare al meglio il vostro viaggio. Il periodo ideale per visitare il sito è quello che va da aprile a ottobre, meteo permettendo, e per un biker diventa allora abbastanza normale pensare all’estate. In questo caso, però, fate attenzione al “traffico”! Durante i mesi estivi aumenta infatti inevitabilmente il numero di visitatori e, in particolar modo, di canoisti che affollano le gole: se vi riesce, quindi, pensate a delle alternative ai consueti luglio e agosto, quando la zona è letteralmente presa d’assalto dagli amanti della natura. In ogni caso, non perdete l’occasione di una visita, perché un giro in moto tra le gole dell’Ardèche è indubbiamente una delle esperienze da fare su due ruote almeno una volta nella vita!