TrueRiders

Pasquetta 2016 in moto, idee per una giornata su due ruote

cinque terre strada 740x493 - Pasquetta 2016 in moto, idee per una giornata su due ruote

Manca circa una settimana alla Pasqua, e con essa, subito dopo, ci avviciniamo a Pasquetta, la giornata per eccellenza (tempo permettendo!) per una scampagnata o una gitarella fuori porta.

Se non ne potete davvero più dell’inverno, e non vedete l’ora di risalire in sella alla due ruote, vogliamo proporvi degli itinerari per una Pasquetta in moto, e dunque che potrete fare comodamente in una sola giornata (o, se preferite, sfruttando le due giornate di Pasqua e Pasquetta); rigorosamente in Italia, per non spostarci troppo, ma uno differente dall’altro: un passo di montagna, una zona di mare, e le colline più famose del Lazio. Pronti a partire con noi?

 

Passo del Muraglione, per una Pasquetta… tra amici!

Passo del Muraglione

Se non conoscete il Passo del Muraglione… non siete dei veri motociclisti! Perché, direte voi? Semplice: è il passo per eccellenza dei motociclisti tra centro e nord Italia. Situato tra la Toscana e l’Emilia Romagna, infatti, il Muraglione è uno dei più interessanti passi appenninici.

Con i suoi 907 metri, è uno dei meno alti in assoluto, ma è forse questo uno dei motivi che lo rende particolarmente celebre: è facile da raggiungere, è caratteristico (prende il nome dall’alto muro in pietra costruito per riparare i viandanti dai venti che spesso spazzano la zona), e potrete incontrare tantissimi motociclisti.

Raggiungerlo è facile: che partiate da Firenze o da Forlì, vi basterà seguire il percorso della SS67, la strada statale che collega Pisa e Marina di Ravenna, e godervi questa bella Pasquetta in moto. Se volete saperne di più, qui avevamo parlato di questo bel percorso “trans-appenninico”.

 

Cinque Terre, per una Pasquetta… vista mare! 

Manarola, Cinque Terre

I turisti stranieri le amano, gli italiani altrettanto, e non potrebbe essere altrimenti. Le Cinque Terre sono una delle zone più belle e ricche di scenari panoramici della Riviera Ligure e dell’Italia intera. Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza, e Monterosso al Mare sono cinque comuni, ognuno rappresentativo di una “terra”, e tutti da scoprire.

Come? Rigorosamente in moto, con un itinerario speciale che, partendo da una delle estremità di questa bellissima zona naturale, a picco sul mare e “scavata” nelle montagne e negli alti scogli rocciosi (ovvero Monterosso al Mare o Riomaggiore, situato non lontano da La Spezia), vi farà scoprire dei saliscendi e dei panoramici unici nel loro genere.

Consigli utili: attenzione alla presenza degli autovelox, dato che in questa zona, complici le strade ricche di curve e in alcuni tratti a picco sul mare, è necessario “scoraggiare” dei comportamenti potenzialmente pericolosi. Per il resto, godetevi pure questi scenari da favola e soprattutto approfittate della gustosissima cucina ligure, perché una Pasquetta senza un bel pranzo, non è vera Pasquetta (e se volete saperne di più sulle Cinque Terre in moto, abbiamo un itinerario che fa al caso vostro)!

 

I Castelli Romani, la Pasquetta… più gustosa!

Rocca di Papa, Castelli Romani, Roma

Lo vedi, ecco Marino… canta uno dei più celebri stornelli della tradizione capitolina. Marino è solo uno dei ben diciassette comuni che fanno parte dei Castelli Romani, la splendida zona collinare che si trova a sud di Roma, e che comprende località turistiche molto note, come appunto Marino o Frascati, e dei veri gioielli da scoprire, come Nemi, affacciata sull’omonimo lago, o Rocca di Papa, con le sue strade che arrivano quasi a 1.000 metri sul livello del mare.

Se deciderete di concedervi una “gita fuori porta” per la Pasquetta in moto nel Lazio, sappiate che questa tradizione, che a Roma ha una sorta di culto laico, nasce proprio con le prime gite che i romani facevano nella zona dei Castelli Romani, per approfittare di una gastronomia eccezionale, e dei tanti vini che i vari comuni producono. E così, tra un giro intorno al Lago Albano, una scalata fino alla zona dei Campi d’Annibale e un “tour in moto” delle Ville Tuscolane, potrete regalarvi una giornata rilassante e… saziante!

Qualche consiglio? Riservatevi la zona bassa per la mattina, e salite sulle vette più alte verso il pomeriggio, così da ammirare il fantastico tramonto che illumina il territorio e vi permette, nelle giornate più limpide, di vedere il mare e le montagne fin quasi alla Toscana. Questa sì che è una Pasquetta in moto da ricordare (e se volete, potete seguire il percorso che vi abbiamo proposto in questa occasione)!