TrueRiders

Il Colle delle Finestre, in moto tra le curve del Piemonte

Itinerari in moto sulle Alpi Piemontesi: il Colle delle Finestre

Per gli amanti di curve e panorami alpini, il Piemonte è una meta quasi obbligatoria: oggi vi portiamo tra i tornanti del Colle delle Finestre, tra Val di Susa e Val Chisone

Una tappa imperdibile per tutti i motociclisti che aspettano weekend e vacanze estive per destreggiarsi tra i tornanti delle strade di montagna e immortalare con la loro macchina fotografica lo splendore  dei paesaggi alpini: stiamo parlando del Colle delle Finestre, valico non distante dal confine con la Francia, che collega tra loro le Valli di Susa e del Chisone.

Curve ravvicinate, tornanti stretti, una salita con una pendenza media del 9% (che lo rende molto apprezzato anche dai ciclisti) e persino un tratto di sterrato sono gli ingredienti che caratterizzano il grande protagonista del nostro itinerario, che tocca nel suo punto più elevato i 2.176 metri sul livello del mare. Fondo e assenza di protezioni contribuiscono a rendere il percorso non banale e adatto soprattutto a enduro e crossover, ma con la giusta cautela alla guida il Colle delle Finestre può essere affrontato senza troppe preoccupazioni anche da chi non ha grande esperienza fuori dall’asfalto.

Da Susa a Sestriere attraversando il Colle delle Finestre

Forte del Colle delle Finestre

Partiamo da Susa, comodamente raggiungibile in autostrada (A32, Torino-Bardonecchia) da chi non fosse già in zona, e prepariamoci subito a salire di quota e a danzare tra le curve del Piemonte imboccando da Meana di Susa la SP172. Fitti boschi e un serpentone di tornanti ci accompagnano nella salita che, proprio nel finale, lascia spazio a un tratto di sterrato di circa 8 chilometri. L’arrivo in cima al Colle è uno spettacolo anche per la vista grazie alla presenza del Forte del Colle delle Finestre, costruito sul finire dell’Ottocento a protezione del valico, e al meraviglioso panorama sulle vallate sottostanti.

Una pausa per godersi un po’ di meritato riposo e scattare tutte le foto di rito ed è già il momento di rimettersi in sella, non senza aver deciso quale alternativa percorrere per la discesa. La prima possibilità è una “deviazione” consigliatissima agli esperti dello sterrato, il Colle dell’Assietta; in questo caso, vi raccomandiamo però di evitare decisioni dell’ultimo momento e, al contrario, di pianificare attentamente il vostro tour tenendo conto delle limitazioni di accesso al traffico motorizzato introdotte negli ultimi mesi. Per chi invece non se la sentisse di assaporare ulteriormente le gioie dello sterrato, è invece la volta di ripartire verso Fenestrelle e la sua Fortezza: ad accompagnarci lungo la discesa torna ora l’asfalto. Proseguiamo quindi in direzione di Sestriere, piccolo comune,  tra i più alti d’Italia, conosciuto dai turisti soprattutto per i suoi rinomati impianti sciistici. Da qui, potremo risalire infine agevolmente verso Cesana Torinese e Oulx, per raggiungere di nuovo l’autostrada e mettere così fine al nostro viaggio.

Vi abbiamo convinti a programmare una visita al Colle delle Finestre? Strada e panorami non vi deluderanno, ma per godervi l’itinerario senza intoppi vi suggeriamo prima di salire in moto di prestare un occhio di riguardo alle condizioni meteo: se la pioggia può rendere piuttosto insidiosa la guida sullo sterrato, la presenza di neve può modificare il consueto periodo di apertura, fissato dall’inizio di giugno alla fine del mese di ottobre. Quindi, attenzione e buon divertimento!

 

Video