TrueRiders

Lago di Garda in moto, due ruote sul più grande dei laghi d’Italia

shutterstock 106007387 740x500 - Lago di Garda in moto, due ruote sul più grande dei laghi d'Italia

Il Lago di Garda in moto. Un’esperienza unica per chi vuole godere un giro in moto lungo ben tre regioni: Trentino Alto Adige, Veneto e Lombardia.

Quasi 200 chilometri di pure emozioni, di panorami che spaziano dalle acque del lago alle vette delle Alpi che ci circondano, dai borghi alle strade più belle, come la Gardesana Occidentale.

I colori dei borghi che si affacciano sulle sue acque e le eleganti ville adagiate sulle sue rive ne fanno uno dei luoghi più affascinanti e suggestivi della penisola. Noi ti vogliamo consigliare un giro del lago che parte da Desenzano del Garda, al quale si arriva attraverso l’omonima uscita dell’A4 Serenissima Milano – Venezia, e a Desenzano torna, per un tour del lago di Garda in moto attraverso i suoi punti più belli.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 173 chilometri 
  • Durata: 5 ore (senza soste)
  • Partenza: Desenzano del Garda
  • Arrivo: Desenzano del Garda
  • Principali località attraversate: Salò, Toscolano Maderno, Tremosine, Riva del Garda, Malcesine, Garda, Lazise, Peschiera del Garda

Lago di Garda in moto. L’itinerario

strada della forra - Lago di Garda in moto, due ruote sul più grande dei laghi d'Italia
Uno scorcio della Strada della Forra, che unisce la Gardesana Occidentale a Tremosine

Il nostro tour in moto del Lago di Garda parte da Desenzano del Garda, splendida località situata nell’estremità meridionale dello specchio d’acqua del Nord Italia. Splendida località portuale e turistica, il più grande comune in termini di popolazione del bacino gardesano, Desenzano ospita alcuni interessanti luoghi monumentali, come l’antico Castello o le palazzine veneziane che circondano il Porto Vecchio.

Ne approfittiamo per un bel giro nel borgo, prima di metterci in sella e partire alla volta della prima tappa di questo viaggio sul Garda, Salò. La cittadina, alla cui memoria è legato l’episodio repubblicano consumatosi dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, si raggiunge facilmente da Desenzano in appena 19 chilometri, passando sulla SP572 e toccando Padenghe, Moniga e deviando prima di San Felice del Benaco verso Salò.

Anche Salò merita sicuramente una visita, con il suo splendido borgo affacciato su un piccolo “golfo” nella parte più occidentale del Lago di Garda, e con le sue panoramiche invitanti che ci ispirano in vista del tratto più suggestivo del nostro itinerario, quello che ci porterà in direzione di Tremosine.

Dapprima, però, arriviamo in circa 10 chilometri a Toscolano Maderno, seguendo la SS45bis, ed entrando nel territorio del Parco dell’Alto Garda Bresciano. È la zona più ricca sotto il profilo naturale, ma anche quella per certi versi più “selvaggia”. Siamo sulla Gardesana Occidentale, una strada panoramicissima che ci porta in direzione di Limone sul Garda, ma che prima ci offre l’opportunità di una magnifica deviazione.

Siamo infatti a Tremosine, dove da oltre un secolo è possibile affrontare la suggestiva Strada della Forra, una strettoia tra due ali di roccia a picco sul Lago di Garda che lo stesso Winston Churchill, Primo ministro del Regno Unito, definì come l’Ottava meraviglia del mondo. La stessa Tremosine, situata su un pianoro rialzato rispetto al piano del lago, è una meta davvero molto interessante, poiché coniuga panorami, natura e storia.

Passata la SP38, e tornati sulla SS45bis, continuiamo per circa 10 chilometri in direzione nord, entrando in territorio trentino e arrivando così sulla punta settentrionale del lago, a Riva del Garda. Qui, oltre alle straordinarie bellezze naturali dell’Alta Gardesana, visitiamo alcuni monumenti di grande pregio, tra questi la Chiesa dell’Inviolata, significativo esempio di “barocco geometrico” il cui progetto si deve, con molta probabilità, a Pier Maria Bagnadore.

Lasciata Riva del Garda, prendiamo la SS240 fino a Torbole, deviando poi verso sud per la SS249, che cambia nome in SR249 all’arrivo in territorio veneto. Ci avviciniamo così a Malcesine, uno dei comuni più importanti toccati dal percorso della cosiddetta Gardesana Orientale, situato alle pendici del Monte Baldo.

shutterstock 106007387 - Lago di Garda in moto, due ruote sul più grande dei laghi d'Italia
Riva del Garda, uno dei borghi più belli del Lago di Garda

Proseguiamo sulle sponde orientali del lago in direzione di Brenzone sul Garda, dapprima, e di Garda poi, sorpassando Bardolino e giungendo, in circa 52 chilometri, a Peschiera del Garda. Per tutti quei motociclisti che si sentono ancora kids inside, il consiglio è quello di fare una sosta poco prima di Peschiera, a Gardaland, il più grande parco divertimenti del Nord Italia.

Con i suoi siti palafitticoli, Peschiera del Garda dal 2011 è entrata a far parte dei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO, ma sono decisamente tante le ragioni che ci spingono a sostare qui, dall’elegante Ponte dei Voltoni alla bella Porta Verona, dal Santuario della Madonna del Frassino alla cinquecentesca Fortezza.

Siamo quasi giunti alla fine del giro in moto sul Lago di Garda: proseguiamo verso Desenzano lungo la SR11, ma prima facciamo una piccola deviazione per visitare la bella Sirmione, dove troviamo la Rocca Scaligera e le Grotte di Catullo, siti storici di enorme valore, e che ci danno un’ultima suggestione di quanto il Lago di Garda sia, in definitiva, il più bello – oltre al più grande – dei laghi d’Italia.