TrueRiders

Il mitico Grossglockner, in moto sul tetto dell’Austria

grossglockner 740x437 - Il mitico Grossglockner, in moto sul tetto dell’Austria

Uno splendido itinerario in moto tra le cime più alte dell’Austria: vi portiamo sulla Grossglockner Hochalpenstrasse, strada dei sogni di molti motociclisti europei

È uno dei sogni ricorrenti dei motociclisti di tutta Europa e, non a caso, è già stata al centro dei nostri racconti e diari di viaggio: curve tutte da gustare, tornanti stretti e panorami da cartolina ci impongono però di continuare a suggerirvela, perché non conosciamo motociclista che ne sia rimasto deluso! Stiamo parlando della Grossglockner Hochalpenstrasse, una delle strade alpine più famose al mondo, con i suoi 48 chilometri di divertimento ineguagliabile tra le vette più alte dell’Austria.

Aperta nel 1935 ma comunque oggetto nel tempo di attività di manutenzione e migliorie che la rendono sicura e confortevole nonostante l’altura, collega Heiligenblut am Grossglockner, in Carinzia, con Fusch (nel Salisburghese) entrando nel  cuore del Parco nazionale degli Alti Tauri. Tra le cime degli Alti Tauri svetta ovviamente il Grossglockner che, con i suoi 3.798 metri, è la montagna più alta di tutta l’Austria, nonché il grande protagonista di un itinerario che vi porterà sino ai sui piedi, vicinissimi al ghiacciaio Pasterze.

Prima di partire, però, qualche raccomandazione… perché anche le mete da sogno possono avere le loro controindicazioni, a cominciare dal prezzo! Nonostante l’esperienza valga poi pienamente il costo del biglietto, è bene infatti avvisare tutti i mototuristi alla loro prima esperienza con gli incantevoli paesaggi dell’imponente Grossglockner che l’Hochalpenstrasse è a pagamento: il costo del biglietto giornaliero riservato alle moto è di 25 euro.

Ulteriori informazioni su sconti, promozioni e abbonamenti sono comunque disponibili online sul sito grossglockner.at, che vi consigliamo di consultare anche per essere sempre aggiornati su periodi e orari di apertura. A causa di meteo e altitudine, la strada è percorribile solo nei mesi più caldi dell’anno: i caselli sulle due estremità servono infatti anche come blocchi di accesso per le ore notturne e l’intera durata del periodo invernale.

In moto ai piedi del Grossglockner, il gigante d’Austria 

Il Grossglockner: in moto sul tetto dell’Austria

Il nostro percorso parte del Tirolo e più precisamente da Lienz, “perla delle Dolomiti” facilmente raggiungibile dai motociclisti italiani che, magari dopo qualche giorno alle prese con i meravigliosi passi dolomitici di Veneto e Trentino-Alto Adige, abbiano voglia di sperimentare le emozioni di curve e paesaggi oltre confine. Da Lienz ci mettiamo dunque subito in moto verso Heiligenblut am Grossglockner, percorrendo un breve tratto già molto piacevole per guida e vista sui bellissimi panorami austriaci. Inizia ad ogni modo dalla piccola cittadina della Carinzia la nostra avventura alle prese con uno dei must del motociclismo europeo, la Grossglockner Hochalpenstrasse. 

Sin dal casello, dove vi verrà consegnata (oltre a un adesivo per la vostra moto) anche una cartina dettagliata, vi sarà chiaro di essere davanti a uno strada davvero meravigliosa, e non solo per un totale di 36 curve rese ancora più piacevoli da un asfalto in ottime condizioni, ma anche per i numerosi punti d’interesse che cattureranno la vostra attenzione.

Difficile e quasi impossibile scegliere, ma alcune delle tappe sono a dir poco obbligate. La prima “deviazione” (almeno rispetto alla via principale per Fusch) scontata è quella per Kaiser-Franz-Josefs-Höhe, punto panoramico sul Grossglockner, dal quale vi sarà oltretutto possibile osservare da vicino anche il Pasterze, tuttora il maggiore ghiacciaio delle Alpi Orientali malgrado il progressivo e inesorabile ritiro. Da non sottovalutare, oltre alla possibilità di escursioni, anche le mostre a tema motori e montagna ospitate dal Centro Visitatori.

La Grossglockner Hochalpenstrasse in moto, tra curve e vette alpine 

Il Glossglockner, in moto tra curve e vette alpine

Tornati sulla strada principale il divertimento entro nel vivo con l’Hoctor, valico posto a 2504 metri che segna il confine regionale tra la Carinzia e la regione del Salisburghese, con il laghetto Fusch o, ancora, con punti panoramici che vi permetteranno di godere della vista di ben 30 cime poste intorno a quota 3.000 metri e, se sarete fortunati, anche di osservare da vicino la fauna locale e, in particolare, marmotte e stambecchi. Attenzione però a non disturbare gli animali, ad esempio con rumori molesti o non necessari, come molti cartelli lungo la strada vi ricorderanno.

Tutte queste meraviglie vi accompagneranno lungo il percorso mentre sarete diretti verso Fusch, ma tenete gli occhi ben aperti perché tra ristoranti e punti d’interesse per i turisti si nasconde la seconda deviazione “obbligatoria” del nostro itinerario, l’Edelweiss-Spitze, vicolo cieco che vi porterà, dopo pochi stretti tornanti, fino al belvedere più alto dell’intero percorso (2571 metri). Qui, anche un biker point con strutture e servizi dedicati proprio ai motociclisti. Ammirato il paesaggio anche da questa altitudine, non resta quindi che chiudere la nostra esperienza sulla Grossglockner Hochalpenstrasse con Fusch. Non si chiude invece il nostro percorso austriaco che, sfiorata Zell am See e le acque limpide del lago di Zell, termina dopo un totale di circa 150 chilometri di viaggio con l’arrivo a Kitzbühel e, quindi, con il ritorno nei territori del Tirolo.

Pronti a vivere un’emozione unica per tutti gli amanti di curve e paesaggi di montagna? Se vi state chiedendo se ne valga davvero la pena, la risposta è sì: la Grossglockner Hochalpenstrasse è davvero all’altezza della sua fama e vale il costo del suo biglietto! 25 euro non sono pochi, ma  lo spettacolo offerto dalla natura così come il buon livello di asfalto, strutture ricettive e servizi offerti (ad esempio il wi-fi) sapranno ripagarvi dell’investimento. Non resta insomma che decidere quando partire con un occhio di riguardo al meteo, dotarsi di una buona macchina fotografica, leggere i suggerimenti di TrueRiders su come prepararsi ai viaggi all’estero e godersi le meraviglie dell’Austria. Buon divertimento!

Percorsi stradali per arrivare al Grossglockner in moto