TrueRiders

Il Salento in moto, un itinerario nella Puglia più bella

salento

Il Salento è una delle zone più belle della Puglia e d’Italia, con i suoi panorami incantevoli, il mare cristallino e un’accoglienza unica nel suo genere. Quale modo migliore di scoprire la “punta” della regione, se non in moto? 

L’itinerario di oggi, come avrai capito, si svolge tutto nel territorio della provincia di Lecce, con partenza e ritorno proprio in questa città straordinaria, che viene da molti definita “la città barocca”, per i suoi numerosi monumenti che risalgono al Seicento e Settecento.

Un percorso abbastanza agevole, della lunghezza di (più o meno) 200 chilometri, che parte da Lecce e tocca prima Gallipoli, poi si spinge fino a Leuca, per risalire verso Otranto e, una volta terminata la parte “marittima” dell’itinerario, rientrare verso Maglie e, infine, tornare a Lecce.

 

La partenza



salento in moto (gallipoli)

 

Lasciata Lecce, oltrepassiamo la Variante di Lecce in direzione della SS16 Adriatica, dalla quale deviamo sulla SS101, in direzione sud-ovest. Siamo nel pieno del Salento più verde, tra lunghe distese di uliveti e frutteti, dove la natura – e il paesaggio – mostrano il meglio.

Oltrepassata Galatone, ci dirigiamo verso Gallipoli, dove arriviamo in circa 43 chilometri. Qui, ammiriamo il Mar Ionio, che bagna tutta la parte occidentale del Salento fino a Leuca, dove si “congiunge” idealmente al Mar Adriatico.

 

Verso la “fine della terra”




Santa Maria di Leuca


Dopo aver visitato Gallipoli, riprendiamo il nostro viaggio sulla SS274, e torniamo nell’entroterra salentino. Da qui, oltrepassiamo la piacevole località di Taviano e, invece di continuare in direzione sud, deviamo sulla SP203 per alcuni chilometri, in modo da immetterci, finalmente, sulla SP266, grazie alla quale raggiungiamo Torre San Giovanni.

Questa piccola frazione, che d’estate accoglie decine di migliaia di turisti, ci stupisce con la sua spiaggia bianchissima, che sembra ricordare gli atolli caraibici, se non fosse che siamo ad appena 70 chilometri da Lecce, lungo le coste della nostra splendida Italia.

Il meglio però deve ancora venire. Da Torre San Giovanni, seguiamo le indicazioni (il percorso passa sulla SP65, per poi immettersi sulla SS274 che abbiamo lasciato in precedenza) per Leuca, la località situata più a sud dell’intera Puglia. Qui, è d’obbligo una visita all’antico santuario di Santa Maria De Finibus Terrae, ovvero alla fine della terra, poiché oltre il suo piazzale si stende il mare, e non è difficile, nelle giornate limpide, ammirare da lontano la costa albanese e l’isola greca di Corfù.

 

Tornando verso nord



lecce

Lasciamo Leuca, e seguendo la SP81, oltrepassiamo Tricase e ci dirigiamo, toccando alcuni piccoli borghi salentini, verso la bella località marittima di Santa Cesarea Terme, dalla quale, tramite la SP358, possiamo viaggiare lungo un bel tratto di costa per giungere a Otranto, ultima località di mare di questo tour del Salento.

Da qui in avanti, infatti, si torna nell’entroterra, attraverso un percorso che, salvo la deviazione di Maglie, è per larghissima parte rettilineo, e sul quale possiamo accelerare un po’ (ma sempre rispettando i limiti di velocità, mi raccomando!), percorrendo la SS16.

Una sosta a Maglie ci permette di apprezzare le sue forme barocche, come una sorta di Lecce in miniatura, tra il bellissimo Duomo e gli antichi palazzi, che un tempo ospitavano famiglie nobili e dignitari. Dopodiché, 25 chilometri ci riportano sul “Raccordo Anulare” di Lecce, dal quale possiamo scegliere se rientrare in città, o ripartire verso le nostre località di partenza.