TrueRiders

In moto in Brianza: Monza andata e ritorno

brianza 1 740x494 - In moto in Brianza: Monza andata e ritorno

Quattro differenti province per un’unica realtà, un oasi naturalistica a due passi dalla grande industria: tutto nella bellezza del fare un giro in moto nella Brianza!

Siete in Lombardia, magari dalla parti di Milano, e avete una giornata libera a disposizione per una bella escursione in moto nella quale possibilmente avere a che fare con tutti gli elementi paesaggistici che la natura è in grado di offrire? Bene, questo sembra l’identikit perfetto della Brianza, porzione di terra racchiusa a nord del capoluogo lombardo e più precisamente tra le quattro province di Monza-Brianza, Lecco, Como e ovviamente Milano.

Dove non mancano di sicuro gli elementi preferiti da noi TrueRiders: laghi, fiumi, montagne e avvallamenti collegati dalle strade provinciali brianzole. Ecco perché abbiamo pensato a un vero e proprio giro completo della zona, con partenza e arrivo a Monza e tappe intermedie sul fiume Seveso presso Cantù e sul lago di Garlate verso la provincia bergamasca: in tutto meno di 90 km per un pomeriggio a stretto contatto con le bellezze naturali del posto.

Prima tappa – Da Monza a Cantù

monza cattedrale - In moto in Brianza: Monza andata e ritorno
La suggestiva Cattedrale di Monza

La città di Monza oltre a essere una delle più importanti e simboliche rappresenta anche l’inizio del nostro itinerario in moto nella Brianza, ed è capoluogo della provincia che unisce la realtà di uno dei comuni più popolosi dell’intera area metropolitana di Milano con la periferia.

 

Se avete del tempo è decisamente consigliata una visita al centro storico di Monza dove tra le tante chiese importanti dal punto di vista architettonico spicca il Duomo seicentesco, con museo annesso. Visita culturale o meno arriva comunque il momento di salire in sella per cominciare il tour nella Brianza: la prima tappa è a Cantù, distante circa 25 km.

Per raggiungerla procediamo in direzione ovest servendoci delle strade provinciali 111 e 36. Nelle vicinanze di Cantù è presente il fiume Seveso, un torrente che oltre a confluire in uno dei navigli milanesi rappresenta il confine occidentale naturale della Brianza stessa. All’interno della città invece potremo fare una visita al complesso monumentale di Galliano, una delle più antiche testimonianze di arte medievale non solo della zona ma dell’Italia intera.

Seconda tappa – Da Cantù al Lago di Garlate e ritorno a Monza

garlate lago - In moto in Brianza: Monza andata e ritorno
Il Lago di Garlate si trova a sud del Lago di Como

Ci apprestiamo ora a proseguire l’itinerario in moto nella Brianza a nord, di sicuro una delle zone più belle naturalisticamente parlando dell’intero viaggio. Da Cantù infatti proseguiamo verso Garlate: questa area racchiusa tra le province di Como e Lecco è infatti caratterizzata dalla presenza dei laghi “minori” rispetto al Lago di Como situato nel mezzo delle Alpi Orobie.

Le strade da prendere da Cantù sono la SP38, 42, 49 e 60 per un tratto di quasi 30 km non particolarmente impegnativo ma impreziosito dalla vista in serie, una volta superata Costa Masnaga, dei Laghi di Pusiano e Annone. Dopo Galbiate invece ci troveremo sulla riva occidentale del Lago di Garlate, formato a sua volta dall’immissione del fiume Adda. Per chi non lo sapesse questo bacino è strettamente legato alla letteratura manzoniana: proprio su questa sponda lo scrittore immaginava la presenza della casa dei promessi sposi Renzo e Lucia.

Dopo Garlate siamo prossimi a completare il nostro itinerario in moto nella Brianza: manca infatti solamente la parte a sud, che per un breve tratto seguirà il corso del fiume Adda sulla SP72, fino a Airuno. Questo tratto complessivamente è il più lungo del nostro percorso (33 km circa) ma ci regala un intenso passaggio nei pressi dei boschi e delle valli del Parco Regionale di Montevecchia, all’altezza di Merate. Proseguendo sulla SP177 saremo invece già nei dintorni di Arcore, preludio al ritorno a Monza e alla conclusione di questo viaggio in moto nella Brianza.