TrueRiders

In moto in Umbria, lungo i borghi del Polmone Verde d’Italia

umbriaintro

L’Umbria, con le sue mille sfaccettature, è una delle regioni più amate dai turisti, che vi possono trovare davvero di tutto, dai borghi medievali agli scenari naturali. E lo stesso vale anche per i motociclisti.

Un itinerario in moto in Umbria che parte da Narni, la città che ha “ispirato” il film Le cronache di Narnia, e segue un percorso antiorario, girando intorno (ma non toccando) a Perugia, e soffermandosi su cittadine grandi e piccole, da Spoleto a Foligno, da Orvieto a Todi.

341 chilometri (metro più, metro meno) di paesaggi che cambiano e si avvicendano, tra l’entroterra umbro e il confine con la Toscana, passando sulle sponde dello splendido Lago Trasimenoche avevamo già visto in un itinerario di qualche tempo fa – e scoprendo quella regione che viene chiamata Polmone Verde d’Italia, per la ricchezza e la prosperità dei suoi paesaggi naturali.

 

1° tappa – Da Narni a Foligno

Narni

Il nostro viaggio inizia, come avevamo già accennato, dalla bella località di Narni, che si trova poco lontano da Orte e, dunque, dal confine tra Umbria e Lazio. Il percorso che ci porta da Narni a Spoleto è abbastanza contorto, ma non ci spaventa poi più di tanto!

Lasciata la cittadina, ci immettiamo all’altezza di Narni Scalo sulla SS3ter, fino alla località di Acquasparta, da dove poi deviamo sulla SS418, che seguiamo per altri 30 chilometri, fino alla deviazione di Madonna di Baiano, da dove percorrendo la SP113/SS418 Spoletina, raggiungiamo in 8 chilometri Spoleto.

La deviazione ci permette di ammirare questa splendida località, immersa nel verde umbro, e dominata dall’antico profilo del Duomo e della Rocca Albornoziana. Uscendo da Spoleto, e diretti a Foligno, riprendiamo lo stesso percorso di prima, fino a San Giovanni di Baiano, e ci immettiamo sulla SS685, fino al bivio di Fabbreria, dove percorriamo la SS3 per alcuni chilometri, fino all’uscita di Foligno.

 

2° tappa – Da Foligno a Umbertide

foligno

La città della Quintana, una giostra medievale di tipo cavalleresco che risale, secondo alcune fonti, alla prima metà del Quattrocento, merita sicuramente una visita, con il suo antico centro storico, ma il tempo è tiranno e ci invita a ripartire, alla volta della prossima tappa intermedia, Gubbio.

Il percorso verso Gubbio è di 62 chilometri circa, buona parte dei quali seguono il percorso lineare, dunque piuttosto facile, della SS3. Per chi preferisce, si può deviare sulla SS75, passare per la splendida Assisi, la città di San Francesco, e ricongiungersi alla SS3 in corrispondenza di Gualdo Tadino. Da qui, viriamo sulla SS219 e, dopo un breve tratto in direzione sud, proseguiamo per 19 chilometri fino a Gubbio.

Dopo una breve sosta nella cittadina perugina, resa famosa da una nota serie TV (ma non solo), riprendiamo il cammino sulla SS219 ce, in circa 30 chilometri (e poco più di 90 da inizio tappa), superando la E45, ci conduce a Umbertide, una rilassante cittadina situata sulle sponde del Tevere (sì, proprio lui), nella quale possiamo riposarci prima di riprendere il cammino verso Todi.

 

3° tappa – Da Umbertide a Todi

todi

Lasciamo Umbertide e, dopo aver ripercorso il tratto della Via Tiberina 3bis che ci ha portati, a fine seconda tappa, in centro città, proseguiamo sulla SP169, che cambia denominazione più volte: SP170 da San Giovanni del Pantano a Bacanella, SR599 da Magione a Muffa, e infine SR71 fino a Chiusi, una piccola deviazione in territorio toscano.

Da qui, ci dirigiamo verso Orvieto, seguendo la SP308 verso sud, che in corrispondenza di Fabro Scalo cambia nome in SS71, fino appunto a raggiungere, in circa 30 chilometri, proprio nella località dello splendido Duomo e del Pozzo di San Patrizio.

Siamo dunque giunti all’ultima tappa del nostro viaggio. Lasciata Orvieto, passiamo sulla SS205, che seguiamo fino a Corbara, dove “incontriamo” il percorso dell’Autostrada A1 che corre verso Roma. Dalla SS448, che corre lungo il Tevere, ci spostiamo poi sulla SS79bis all’altezza di Pontecuti e, in circa 5 chilometri, giungiamo infine a Todi, la splendida località posta su un alto colle, nella quale concludiamo il nostro itinerario in moto tra i borghi dell’Umbria.