TrueRiders

In moto sul Passo di Pennes, lungo le Alpi altoatesine

penserjoch

Con i suoi 2.211 metri, il Passo di Pennes – situato tra Vipiteno e Sarentino – è uno splendido luogo da scoprire con un itinerario in moto.

Il percorso che vi propone TrueRiders parte dalla splendida località di Bolzano, capoluogo dell’Alto Adige (o Sudtirol che dir si voglia) e, attraversando l’Alta Valle Isarco, tocca il Passo di Pennes per poi ridiscendere verso Vipiteno, a poca distanza da Brennero e dunque dal confine austriaco.

Sessantacinque chilometri, da percorrere rigorosamente fuori dalla stagione invernale, durante la quale il passo rimane generalmente chiuso a causa delle abbondanti nevicate e dall’altezza proibitiva, ma sicuramente ricche di scenari interessanti da scoprire.

Situata a circa 250 metri sul livello del mare, Bolzano è una delle località più pianeggianti dell’intero Trentino-Alto Adige, e dunque immaginate che il dislivello che andremo a percorrere sarà sicuramente piuttosto ampio. Usciti da Bolzano attraverso Via Armando Diaz, ci immettiamo prontamente sulla SS508, in direzione dell’abitato di Sarentino, che raggiungiamo in circa 20 chilometri di percorso, e con un dislivello di circa 700 metri, essendo Sarentino (il suo centro, in particolare) ad un’altezza di 948 m.s.l.m.

È proprio da qui che iniziamo la salita al Passo di Pennes, un percorso di 31 chilometri con una pendenza che, nei punti maggiori, raggiunge il 13%. Da 948 metri, seguendo un percorso piuttosto scosceso ma sicuramente ricchissimo di spazi panoramici particolari, saliamo gradualmente fino alla cima del passo, situata appunto a 2.211 metri, a metà strada tra i due comuni.

In cima al Penserjoch (questo il suo nome in tedesco) troviamo un piccolo rifugio, e un piazzale nel quale i motociclisti si fermano ad attaccare i loro sticker; ci riposiamo, per poi ripartire in discesa verso Vipiteno, che raggungiamo seguendo la SS508, e per ultima parte la SS44, che ci conduce alfine al centro di Vipiteno, nostro punto di arrivo di questo itinerario breve, ma sicuramente da provare!