TrueRiders

In moto tra i tornanti del Passo del Vestito

Alpi_Apuane_Panorama_passo_vestito

Dal Mar Tirreno alla Garfagnana, un viaggio in moto lungo i percorsi stradali ricchi di curve e tornanti del Passo del Vestito e del Parco naturale regionale delle Alpi Apuane.

Il nostro amore per i passi di montagna, di tutte le altezze e di tutte le pendenze, non è certo un mistero! E, ancora una volta, non vogliamo smentirci proponendovi un itinerario lungo le curve del Passo del Vestito, valico posto a quota 1151 metri nelle Alpi Apuane. Lo scenario è quindi quello della Toscana settentrionale e, più precisamente, delle province di Massa e Lucca.

Se i panorami e la guida divertente che solo curve e tornanti di montagna sanno offrire sono tutto quello che cercate, il passo del Vestito è quello che fa per voi: il percorso, piuttosto stretto, non presenta gradienti eccessivamente impegnativi ma, tra tornanti ariosi e gallerie (attenzione, a volte poco illuminate!), vi accompagnerà non senza emozioni da Massa a Castelnuovo di Garfagnana lungo il parco naturale regionale delle Alpi Apuane. Famoso per le celebri cave di marmo bianco, ben visibili anche dal passo, e per la grande varietà di ambienti montuosi e collinari compresi al suo interno, il parco rientra dal 2012 nella rete dei Geoparchi Unesco.

Il Passo del Vestito e le bellezze della Garfagnana su due ruote

Passo del Vestito e Isola Santa in Garfagnana, foto di Sailko

Punto di partenza del nostro viaggio è Massa, che i non toscani possono comodamente raggiungere con l’autostrada Genova-Livorno. Una visita al centro città, consigliata a chi non avesse ancora avuto modo di apprezzarne storia e architettura, ed è già il momento di dirigerci verso il Passo del Vestito. Utile seguire, per essere certi di lasciarsi alle spalle il grosso centro abitato e imboccare la direzione giusta, le indicazioni per Pariana e Antona.

Una volta raggiunta la strada che vi condurrà al valico, non potrete certo sbagliarvi perché saranno i tornanti a guidarvi nella salita del versante massese e, quindi, lungo il versante lucchese, dove il percorso è costeggiato dal torrente Tùrrite Secca, da cui nasce il bacino artificiale di Isola Santa. E proprio a Isola Santa, uno dei luoghi più particolari e suggestivi di tutta la Garfagnana, una sosta è d’obbligo: i colori del piccolo lago e il fascino d’altri tempi dell’antico borgo sapranno conquistare il cuore e gli occhi anche del motociclista più rude.

L’arrivo a Castelnuovo segna dunque il definitivo sbarco in Garfagnana, già protagonista di alcuni dei nostri viaggi e itinerari più belli. I chilometri percorsi sinora, circa 40 per poco di un’ora netta in sella lasciano in effetti un ampio margine per proseguire ulteriormente il nostro mototour, ad esempio alla scoperta di una delle più note aree della Toscana. Per chi però, in corrispondenza di Arni e del suo “bivio” abbia sofferto all’idea di dover scegliere solo una delle direzioni disponibili, c’è una valida alternativa: tornare verso la costa, inizialmente ripercorrendo i propri “passi” e quindi optando per il Cipollaio e la SP9. E, perché no, concedendosi nel mezzo anche una visita alla patinatissima Forte dei Marmi.

Due alternative ma un unico protagonista assoluto, il Passo del Vestito! Non vi resta che decidere come affrontarlo e partire… buon divertimento!