TrueRiders

Itinerario in moto in Franciacorta

franciacorta

La chiamano Franciacorta ed è famosa nel mondo per la produzione di spumanti. Ma questa zona del bresciano ci regala anche splendide possibilità per i viaggi in moto!

Non ce la passiamo di certo male qua in Italia per quanto riguarda la produzione vinicola, e in particolar modo il settore spumantistico con prodotti che ci fanno competere in tutto il mondo. E tra questi troviamo quelli derivanti dalla Franciacorta, un’area composta da colline e avvallamenti situata tra Brescia e il Lago d’Iseo, bacino balzato alla cronaca nell’estate del 2016 per le presenza dell’opera d’arte nota come La Passerella di Christo. Abbiamo perciò pensato di proporvi un itinerario in moto nella Franciacorta, a caccia di vini e bellezze naturali e artistiche partendo dall’estremo sud della zona, precisamente da Urago D’Oglio, passando per Cologne, Rodengo-Saiano e arrivo sulle sponde meridionali del Lago d’Iseo. Una scampagnata superiore ai 40 km totali, perfetti per una mezza giornata libera a disposizione!

In Moto nella Franciacorta – Dalla pianura bresciana al Lago d’Iseo



Franciacorta e il Lago d'Iseo in moto

Urago d’Oglio è un comune situato al confine tra la provincia di Bergamo e la pianura bresciana, ed è anche il nostro punto di partenza in questo itinerario verso la Franciacorta. Questa piccola città è contornata dalla presenza di alcune colline, una delle quali è artificiale e nota per essere stata costruita sopra la distesa dei corpi dei 3000 soldati francesi caduti durante la battaglia di Chiari. Sorvolato questo particolare un po’ macabro ma necessario è l’ora di metterci in moto: la prima destinazione del nostro tour in moto in Franciacorta è il comune Cologne, situato alle pendici del Monte Orfano a meno di 12 km: la strada da seguire è la SP17. Qui vale senza dubbio fare una sosta per visitare il centro storico della città, incastonato proprio nell’ambiente naturale del monte che lo sovrasta, dopo di che è ora di rimetterci in moto proseguendo inizialmente sulla principale via di collegamento della Franciacorta, ossia la SS573 sostituita poi dalla SS1 e SP19 nella nostra rotta verso Rodengo-Saiano, il punto più a est dell’itinerario. Anche questo comune bresciano ha la sua “vetta” di riferimento, il Monte Pianello (678 m.) adornato da alcuni colli minori, mentre per quanto riguarda l’architettura merita di essere visitata la grande Abbazia di San Nicola. Dalla spiritualità è arrivato invece il momento di avvicinarci a opere artistiche e naturali…decisamente più profane: l’avventura in moto nella Franciacorta prosegue tornando indietro da Rosegno-Saiano verso l’incrocio con la SP BS 510, in meno di 10 minuti siamo ormai prossimi a Iseo con la splendida vista della riva meridionale del lago sempre più crescente. L’aspetto naturalistico di uno dei laghi meno noti d’Italia (al quale però noi di Trueriders avevamo già reso giustizia) è stato soppiantato da quello artistico nell’estate 2016, con l’arrivo di milioni di turisti pronti a osservare da vicino The Floating Piers, le passerelle sulle acque del lago opera dell’artista Christo Vladimirov. Anche se le vere opere d’arte preferite dai motocicisti sono altre, e hanno due ruote…