TrueRiders

Itinerario in moto lungo le strade della Bretagna e della Normandia


La parte più occidentale della Francia, la Bretagna è una penisola ricchissima di scenari unici, di luoghi da scoprire e di strade da percorrere su due ruote.

Quello che vi proponiamo quest’oggi è un itinerario in “salsa francese”, che tocca il mare e l’entroterra, lungo città e borghi unici, con un unico denominatore comune: la bellezza. Un viaggio non particolarmente lungo, poco meno di 300 chilometri, che parte da Brest e raggiunge Mont-Saint-Michel, la splendida “città-isola” situata lungo le acque della Manica.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 279 chilometri
  • Durata: 6 ore (senza soste)
  • Partenza: Brest
  • Arrivo: Mont-Saint-Michel
  • Principali località attraversate: Morlaix, Saint-Brieuc, Saint-Malo

Bretagna e Normandia in moto. L’itinerario

Plouzané, Brest
Il Faro di Plouzané, poco lontano da Brest, uno dei luoghi più panoramici della Francia settentrionale

La città di Brest, centro principale della zona del Finistère, è particolarmente nota in Francia perché costituisce la base navale di elezione della Marina francese, un po’ come Taranto o La Spezia per l’Italia. Numerosi monumenti e scenari da sogno ci accompagnano nella visita, prima di iniziare il nostro viaggio d’Oltralpe.

Lasciamo Brest seguendo Rue de Glasgow, Rue Paul Masson, Rue Jules Lesven e Avenue Georges Pompidou, proseguendo in direzione della Strada dipartimentale (il corrispettivo delle nostre Strade provinciali) D112, per circa 3 chilometri. Da qui, ci immettiamo sulla N12, che viene anche detta E50 (la Strada Europea che collega proprio Brest a Makhachkala, in Russia, e che è lunga oltre 6.000 chilometri), e proseguiamo il percorso per 51 chilometri, fino all’uscita D712B, che ci permetterà di deviare su Morlaix, per una breve sosta in città.

Da Morlaix, ripartiamo sempre sulla N12/E50, in direzione di Saint-Brieuc, che raggiungiamo in circa 84 chilometri, dopo un ultimo tratto locale sulla Strada D786, che costeggia quasi il mare e ci porta dritti a destinazione.

Approfittiamo di questa sosta intermedia per lasciarci conquistare dalle belle architetture di questa cittadina costiera della Bretagna, nella zona della Costa d’Armor, e sulla quale insiste il territorio della Riserva naturale della Baia di Saint-Brieuc, caratterizzata da scogliere basse e ricche di vegetazione, spiagge sottili e acque cristalline.

Usciti da Saint-Brieuc, ci dirigiamo in direzione di Saint-Malo, ultima tappa intermedia di questo tour in moto della Bretagna e della Normandia, percorrendo la N12 in direzione di Voie De la Liberté, oltrepassando Lamballe e proseguendo sulla E401 fino al bivio di La Croix Balisson, dove deviamo, attraverso l’uscita D712, sulla N176 e, una volta oltrepassata Dinan, sempre sulla E401, fino al bivio di Voie de la Liberté, che attraverso la D137 ci permette di raggiungere Saint-Malo, per complessivi 92 chilometri di percorso.

Capitale della vela per la Francia, Saint-Malo è una città dall’ampio profilo turistico, e non solo, mantenendo un porto particolarmente frequentato, soprattutto poiché getta sul Canale della Manica, uno dei bracci di mare più trafficati al mondo.

Dopo una attenta visita al suo centro storico, costruito su un’isola interna, riprendiamo il viaggio verso la destinazione finale del tour: Mont-Saint-Michel, l’isola più fotografata (e sicuramente tra le più belle) al mondo.

Nel primo tratto di strada, ovvero fino alla congiunzione con la E401, ripercorriamo lo stesso tratto, fatto in precedenza, della D137, per poi deviare appunto sulla E401 (o D797 che dir si voglia), che percorriamo per meno di 30 chilometri, fino al bivio con la D976, seguendo infine le indicazioni per Mont-Saint-Michel, che può essere raggiunta a piedi, durante i periodi di bassa marea, o via imbarcazione quanto l’alta marea “cancella” il collegamento via terra.