TrueRiders

Itinerario in moto nella Francia del Sud

Languedoc Francia

La Francia in moto regala sempre grandi emozioni: dalle strade alpine a quelle del nord, sono tantissimi gli itinerari che rendono questo paese una Mecca dei motociclisti.

La brezza marina e il calore del sole della bella stagione estiva sono il plus perfetto per questa nuova avventura su due ruote, facile da compiere con mezza giornata libera a disposizione ma soprattutto se si decide di passare un periodo di vacanza nella Francia meridionale.

Questo nuovo itinerario prevede l’attraversamento di buona parte della regione transalpina della Linguadoca, o Languedoc in occitano. Da Montpellier scenderemo lungo il tratto di costa mediterranea che separa Setè da Perpignan, ai confini con la Spagna e i Pirenei. Tappa intermedia invece sarà Narbona/Narbonne, città molto interessante sotto il profilo architettonico.

Informazioni utili

 

In moto nella Francia del Sud – Scendendo nella Languedoc

Tradotta in italiano ha anche un assonanza originale, tuttavia il termine Linguadoca significa letteralmente lingua d’oc, ovvero lingua del si. In passato fu una delle province più importanti del Regno di Francia, e da sempre rappresenta l’entità territoriale contrapposta alle grandi province del nord del Paese. Tra le città più influenti della zona troviamo Montpellier, non a caso anche punto iniziale del nostro itinerario in moto nella Francia del sud. Anche questa città non disdegna una provenienza originale per quanto riguarda il suo nome, probabilmente derivante da Mont Pelè, ovvero monte pelato a causa di una vegetazione quasi del tutto assente sulle sue sommità.

Montpellier si trova racchiusa tra due golfi, caratteristiche in comune con Genova, città della quale ci siamo occupati in un precedente itinerario sulla Riviera ligure. Da qui cominciamo il nostro viaggio su due ruote nella Francia meridionale procedendo verso est, precisamente verso Setè distante una trentina di km, da percorrere in buona parte lungo la strada di riferimento D612.

Questa città della Linguadoca prende il nome dalla forma del monte che la sovrasta simile a una balena, e inoltre avremo modo di sfrecciare in moto sulla striscia di terra dove è situato anche il porto, e che separa il mare aperto dalla conca artificiale formata dalla presenza del molo. Il tratto sul lungomare mediterraneo prosegue fino allo svincolo con Agde tra le strade D912 e D612, dopodichè ci avviamo verso l’entroterra della Linguadoca con tappa a Narbona, città in passato capitale sotto i Visigori durante il Medioevo, e diversi monumenti e edifici storici da visitare come la Cattedrale e l’Abbazia di Sainte Marie de Fontfroide situata nei dintorni.

L’ultimo tratto dell’itinerario in moto nella Francia del sud ci conduce a Perpignan, quasi ai confini con la Spagna. Per arrivare nel comune di riferimento della pianura del Rossiglione ci aspetta oltre un ora di viaggio sulle strade D6009 e D900. Qui potrete avere un saggio dell’identità catalana della città, anche in monumenti rappresentativi come il Castillet.