TrueRiders

Itinerario in moto sul Passo della Furka

Itinerario in moto sul passo della Furka

In viaggio lungo le curve spettacolari e i maestosi paesaggi alpini della Svizzera: itinerario in moto sul Passo della Furka

I tour con i passi a giocare il ruolo da protagonista non sono mai abbastanza, se poi il  valico alpino in questione è un autentico gigante del motociclismo capirete facilmente perché il nostro suggerimento di viaggio del giorno è uno splendido itinerario in moto sul Passo della Furka! La nostra destinazione è quindi la Svizzera, dove il Furkapass – com’è chiamato in tedesco (Col de la Furka, invece, la denominazione francese), collega la Valle di Orsera, nel canton Uri, con la valle di Goms, nell’alto Vallese, scollinando oltre la ragguardevole quota dei 2.400 metri.

Massiccio del San Gottardo, Matterhorn – a noi italiani, decisamente più familiare come Cervino – e ghiacciaio del Rodano sono solo alcune delle meraviglie alpine che potrete ammirare lungo il percorso e che, insieme alla percorrenza di curve e tornanti difficili da dimenticare, renderanno la vostra esperienza unica. Con simili credenziali, facile intuire perché il passo della Furka sia una meta ambitissima e, in effetti, la tentazione di precipitarsi immediatamente in questo autentico paradiso mototuristico sarebbe davvero forte, se non si dovessero fare i conti con freddo, neve e il consueto periodo di chiusura, che si estende solitamente dal mese di ottobre a quello di maggio. Meglio però tenersi pronti a partire con il ritorno del bel tempo, non ve ne pentirete!

In moto sul Passo della Furka, alla scoperta della Svizzera su due ruote

In moto sul passo della Furka: si parte da Realp
Il Passo della Furka e, in lontananza, il comune svizzero di Realp

La nostra avventura sul Passo della Furka comincia ufficialmente a Realp, ma mai come in questo caso il viaggio conta almeno quanto la destinazione. La zona è infatti ricca di potenziali attrazioni per i mototuristi amanti della guida divertente che solo le strade di montagna sanno offrire e, prima ancora di guardarsi nei dintorni, si può cogliere l’occasione dell’avvicinamento al comune svizzero per cominciare a saggiare le curve proposte dalle Alpi. In particolare, da non perdere nella risalita da Bellinzona – tappa di passaggio quasi obbligata per chi si sposterà in direzione Quinto e Airolo a partire dal milanese –  il passo del San Gottardo, uno dei più importanti valichi dell’arco centrale alpino.

Superato il San Gottardo e raggiunto quindi il comune di Hospental, il passo della Furka si rivela finalmente alle porte. Sono circa una trentina i chilometri che, con una pendenza massima dell’11,  vi accompagneranno fino a Oberwald, in un trionfo di paesaggi mozzafiato all’insegna delle emozioni forti. Impossibile, ad esempio, non restare colpiti dalla stretta vicinanza con il ghiacciaio del Rodano, ghiacciaio posto all’estremità nord-est del Canton Vallese che, come tradisce già il nome, dà i natali al celebre fiume europeo Rodano. Poche le strade in Europa a potersi vantare di scorrere tanto vicine a un ghiacciaio come quella che vi porterà nelle strettissime vicinanze della grotta del ghiacciaio del Rodano, di cui non possiamo che suggerirvi una visita.

Dal Passo della Furka al Passo della Novena: in moto sulle strade svizzere

Il passo della Furka in moto, tra paesaggi e curve spettacolari
Lo spettacolare paesaggio visibile dal passo della Furka

Con gli ultimi metri del Furkapass non si conclude comunque il divertimento del nostro motoitinerario, che ha ancora parecchie emozioni da regalare grazie al passo della Novena (in tedesco, Nufenenpass), altro straordinario valico alpino dall’altezza decisamente interessante – 2480 i metri sul livello del mare – che sfrutteremo per riportarci verso Airolo. La strada del passo, costruita nella seconda metà degli anni Sessanta, pone infatti il Canton Vallese, e in particolare Ulrichen, in collegamento con il Canton Ticino di Airolo.

Il ritorno a Quinto chiude dunque circolarmente il nostro itinerario in moto sul passo della Furka. Non cala però il sipario sui meravigliosi tour su due ruote, ad alto tasso di spettacolo, curve e tornanti, che quest’area della Svizzera garantisce agli amanti del mototurismo. In quest’occasione, abbiamo voluto concentrarci sul Furkapass (senza però dimenticare i vicini passi del San Gottardo e della Novena), ma i  passi della zona che si prestano a essere raccordati sulla mappa, prima, e poi in sella non finiscono qui. Vi promettiamo allora che torneremo presto, con nuovi spunti e suggerimenti!