TrueRiders

Itinerario in moto tra Napoli e Bari, lungo le strade del Sud Italia

lucania

Ci sono gli itinerari in moto canonici, quelli che riguardano i passi di montagna e le grandi strade storiche. E poi ci sono quelli dettati da esigenze di scoperta e novità, come quello che ti proponiamo oggi.

Un viaggio in moto tra due grandi città del Sud Italia, due perle di architettura, storia e paesaggi: Napoli e Bari. Raggiungere una dall’altra è piuttosto semplice, basterebbe seguire il percorso dell’Autostrada A16, che passa per il Beneventano ed entra direttamente in Puglia, ma che avventura in sella alle due ruote sarebbe allora?

Ecco dunque che l’itinerario che TrueRiders ti presenta oggi evita autostrade e grandi statali, e passa nell’entroterra, alla scoperta di piccoli borghi e strade sicuramente più lente, ma certamente interessanti. Un percorso che collega Campania e Puglia passando per la Basilicata, e precisamente per la provincia di Potenza, per poi risalire lungo la splendida campagna pugliese, fino a raggiungere Bari, con la sua splendida città vecchia.

 

La partenza



Napoli

Il nostro itinerario parte dal centro di Napoli. Come ti dicevamo, evitiamo le autostrade e tutte le strade di grande scorrimento, preferendo le rotte locali. Usciti dalla cittadina, ci immettiamo sulla SS268, che costeggia le sponde del Vesuvio passando per Pollena Trocchia, Sant’Anastasia e che giunge fino alle porte di Ottaviano.

Dopo una decina di chilometri circa, lasciamo la SS268 e deviamo in direzione ovest, sulla SP93, che ci immette nel nostro percorso vero e proprio, e che supera dopo poco tempo il percorso della A30, il tratto di autostrada che scende in direzione di Salerno.

 

Dalla Campania alla Basilicata



partenio

Siamo entrati nella zona appenninica della Campania, con i primi rilievi che si cominciano a fare evidenti oltrepassando Palma Campania e, successivamente, Lauro. Il nostro viaggio prosegue in direzione di Avellino, costeggiando per alcuni chilometri, tra il Parco regionale del Partenio e Monteforte Irpino, l’Autostrada A16. Raggiungiamo Avellino dopo circa 13 chilometri da Monteforte Irpino, e poco meno di 60 dalla partenza napoletana.

Dopo una breve sosta nel centro città, per visitare questa bella località ricca di storia e spazi da scoprire, riprendiamo il viaggio appenninico. Siamo sulla SS7, quella Via Appia che da oltre due millenni collega Roma e Brindisi, passando per la Campania e tagliando gli Appennini.

Giungiamo in 48 chilometri circa, tra curve e tornanti nel pieno della natura campana, nella località di Lioni, dove incontriamo il primo bivio della SS7 con le strade locali in direzione sud. Rimanendo sull’Appia, proseguiamo deviando verso nord, fino a oltrepassare il Lago di Conza e, una volta superato Sant’Andrea di Conza, entriamo in territorio lucano, precisamente a Pescopagano.

 

Lucania e Apulia, lungo le strade della storia



altamura

La strada che da Pescopagano ci porta fino ad Acerenza, uno dei comuni più belli e significativi del potentino, si dirada progressivamente in lunghezza e itinerario. Non siamo più sulla SS7, che prosegue verso il sud della Basilicata, ma sulla SP41, che prosegue in direzione est.

Percorriamo circa 80 chilometri, incontrando via via alcuni piccoli borghi di montagna, come Rapone e Ruvo del Monte, fino a Limitone, dove, dopo una breve “virata verso sud”, imbocchiamo la SS169 che, in circa 20 chilometri, ci conduce dritti ad Acerenza.

Da Acerenza, siamo pronti per rivolgerci verso la Puglia. Dopo 11,7 chilometri sulla SP122, deviamo sulla SS96, e giungiamo in complessivi 65 chilometri, dopo aver oltrepassato il confine e aver rivolto lo sguardo allo splendido borgo di Gravina in Puglia, ad Altamura, la città del pane.

 

Da Altamura verso Bari



bari

Siamo entrati così nell’ultima parte del nostro itinerario nel Sud Italia, tutto in territorio pugliese. I 50 chilometri rimanenti sono sicuramente i più agevoli, sia in termini di percorribilità che di facilità delle indicazioni.

Infatti, Altamura e Bari sono rapidamente collegate dalla SS36, che ha un percorso in buona parte a rettilineo, e che attraversa la bella campagna pugliese, tra oliveti e frutteti che producono ricchezza e sapori d’altri tempi. Giunti in corrispondenza di Modugno, oltrepassiamo la congiunzione con la A14 Adriatica e, in pochi chilometri, siamo al centro di Bari, da dove ammiriamo il Mare Adriatico, distante 327 chilometri da quel Tirreno che avevamo lasciato a Napoli all’inizio del nostro tour.