TrueRiders

In moto tra Porto Empedocle e Scicli sulle strade di Montalbano

montalbano

Ispirati dalla finzione, ma sulle strade reali di una delle isole più belle del Mediterraneo: idee per un viaggio in moto in Sicilia sulle tracce del commissario Montalbano!

Quante volte vi è capitato, guardando un film o un programma alla tv di dire: “Ma io in quel posto ci sono stato, lo conosco”? Probabilmente almeno una volta sarà sicuramente accaduto, a maggior ragione agli abitanti di alcune delle zone più spettacolari del sud Italia. Ai siciliani una grossa visibilità l’ha data Andrea Camilleri, ossia il papà del commissario Salvo Montalbano, personaggio prima letterario e poi cinematografico impersonato da Luca Zingaretti sul grande schermo.

Gli ascolti record di una delle serie più longeve della televisione italiana hanno infatti come scenario i paesaggi della Sicilia più profonda. Partendo dall’immaginaria città di Vigata il commissario Montalbano risolve i suoi casi nell’altrettanto fittizia provincia di Montelusa. Nella realtà le due località corrispondono a Porto Empedocle, città natale dello scrittore Camilleri, situata nella provincia di Agrigento, tuttavia gran parte delle scene della serie sono state girate in diverse zone della Sicilia meridionale, specialmente nella provincia di Ragusa. Tagliamo comunque la testa al toro andando a toccare questo nostro speciale itinerario in moto in Sicilia sia i luoghi che hanno ispirato il buon Camilleri, sia sulle località utilizzate per le riprese della fiction!

 

In moto con Montalbano – Dalla finzione alla realtà



casa montalbano

Ci sentiamo in dovere di partire dal luogo in cui tutto ha avuto inizio: Andrea Camilleri infatti ha ambientato le avventure del commissario Montalbano nella sua città natale, ovvero Porto Empedocle indicato come Vigata. C’è da riconoscere però che questo nome immaginario ha delle somiglianze con la vicina Licata: le due città infatti sono distanti meno di 50 km e perciò terremo proprio questa rotta come prima tappa del nostro itinerario in moto nella Sicilia più profonda.

Porto Empedocle rappresenta uno dei principali collegamenti maritimmi con le isole sparse nella porzione di Mediterraneo sul quale si affaccia, e inoltre per un breve periodo (2003—2009) assunse proprio Vigata come secondo nome, omaggiando i romanzi di Camilleri. Per quanto ci riguarda sarà la Strada Statale 115 a guidarci verso sud fino a Licata con la splendida vista della costa tirrenica ad accompagnarci sulla destra. C’è però da fare ora una dovuta distinzione tra la versione letteraria e quella cinematografica del Commissario Montalbano. Sul grande schermo infatti Vigata corrispondono a Scicli e Punta Secca, città della provincia di Ragusa dove vengono spesso girate la maggior parte delle scene della serie tv.

Qui infatti possiamo trovare (in mura e mattoni) sia la casa di Salvo Montalbano che la sua “sede” di lavoro, ovvero il commissariato di Polizia. Da Licata a Scicli la distanza è grosso modo la stessa da Porto Empedocle, con la SS115 sostituita all’altezza di Gela (dove vale la pena fare anche una sosta) dalla SP31, SP95 e SP101 comunque in successione su un tratto di strada sostanzialmente sempre dritto fino a Scicli. Un viaggio tutto sommato rilassante alla scoperta dei luoghi del commissario Salvo Montalbano: per chi non lo sapesse, la sua casa sul mare è quella situata a Punta Secca in Corso Aldo Moro, mentre il commisariato di Polizia si trova all’interno del Municipio di Scicli.