TrueRiders

La Svizzera su due ruote: in moto sul Passo del Susten

In moto sul Passo del Susten

In cerca del prossimo passo da percorrere? Ecco il nostro itinerario in moto lungo il Passo del Susten, dove panorami mozzafiato vi aspettano insieme a curve e tornanti della Svizzera alpina

Parlandovi del Passo della Furka, ve lo avevamo già anticipato: molti sono i vicini illustri di questo valico alpino ideale per assaporare le curve e i paesaggi montani della Svizzera su due ruote.  E tra tanti colleghi eccellenti non possiamo fare a meno di citarvi i circa 45 chilometri del Sustenpass posto, nelle Alpi Urane, a collegamento tra il Canton Berna e il Canton Uri. Percorrere il Passo del Susten in moto è infatti una delle esperienze che non dovrebbero mai mancare a un motociclista amante delle curve e degli scenari che solo gli itinerari di montagna sanno regalare: una strada di costruzione relativamente recente (1938-1945 ca) perfetta per il mototurismo, anche perché emozionante da percorrere “in solitaria”, ma ancora più divertente se raccordata ad alcuni dei passi svizzeri altrettanto mitici che la circondano.

Prima di partire, come di consueto, un’importante raccomandazione: per evitare spiacevoli sorprese nel corso del viaggio, ricordate sempre di verificare i periodi di apertura e chiusura! Stiamo infatti per portarvi oltre i 2000 metri di altitudine su una strada utilizzata quasi esclusivamente per ragioni turistiche e ricoperta dalla neve per gran parte dell’anno dalla neve. L’apertura al traffico riguarda pertanto il solo periodo estivo e si protrae solitamente da giugno a ottobre.

In moto sul passo del Susten, tra curve e paesaggi spettacolari

La Svizzera su due ruote: il Passo del Susten in moto
Motociclisti in sella lungo il Passo del Susten

La nostra avventura motociclistica comincia ufficialmente da Wassen, piccolo ma assai suggestivo comune del Canton Uri, da cui imboccheremo la strada del Passo del Susten. Quasi inutile ricordarvi però che alcune gioie motociclistiche di tutto rispetto si celano già lungo il cammino verso Wassen, a cominciare dal Passo del San Gottardo, ottimo per un eventuale avvicinamento (e che avvicinamento!) da Quinto e Airolo alla zona.

Lasciatici quindi alle spalle le emozioni del San Gottardo, tocca ora al Sustenpass. Questi i numeri da tenere bene in mente nel corso della percorrenza: l’11 dell’omonima strada principale svizzera, il 9 (per cento) che ne indica la pendenza massima e i 2224… metri che ne definiscono, invece, l’altezza massima sul livello del mare. Ad accompagnarvi sullo sfondo, di contro, meraviglie alpine pressoché incontaminate dalla bellezza difficilmente descrivibile a numeri o parole. Non dimenticatevi quindi di munirvi di smartphone o macchina fotografica nel corso dei vostri preparativi per la partenza!

In Svizzera su due ruote: dal passo del Susten al Grimselpass

Dal Passo di Susten in moto al Grimselpass
Lo spettacolare panorama offerto dal Grimselpass

Anche se curve e tornanti del Passo del Susten ci salutano a Innertkirchen, il piccolo comune del Canton Berna si rivela presto un autentico crocevia del divertimento su due ruote: qui, infatti, le strade provenienti dal Passo del Susten e dal Grimselpass si riuniscono, offrendoci la possibilità di tornare verso Airolo sempre a suon di curve! Il valico, posto a circa 2.165 metri sul livello del mare, collega infatti il Canton Berna con il Canton Vallese e, più precisamente, con Oberwald, altro nome caro ai frequentatori più o meno occasionali della zona.

In effetti, quale modo migliore del Passo della Furka per chiudere il nostro itinerario in bellezza? Attenzione, quindi, perché gli stradari vi proporranno certamente delle alternative ma nello spirito del nostro viaggio a stretto contatto con percorsi e panorami alpini non possiamo che suggerirvi la Furkastrasse, con la sua veduta preferenziale sul ghiacciaio del Rodano, per tornare a Hospental e, da qui, fare ritorno verso casa (al momento, una temporanea disfunzione di Google Maps non ci ha permesso di includere il Passo della Furka all’interno della cartina riportata in coda all’articolo, ndr).

Paesaggi da cartolina, guida divertente, la possibilità di sfidare in sella anche altri passi illustri della zona  e tutto all’interno di un unico itinerario: che dire di più della Svizzera su due ruote per invogliarvi ad affrontare il Passo del Susten in moto? Non ci resta che ricordarvi di aspettare la riapertura della strada e augurarvi buon viaggio!