TrueRiders

Le piccole isole italiane in moto: Sant’Antioco e San Pietro, l’Arcipelago del Sulcis

Carloforte, faro

Le piccole isole italiane in moto: una rubrica per affrontare in modo nuovo la bellezza dell’Italia su due ruote.

Se il problema è vacanza di mare o moto, rinunciare al piacere delle due ruote per concedersi un po’ di tempo su qualcuna delle bellissime isole che compongono l’arcipelago Italiano, il problema non esiste più.

Ecco alcune delle più belle isole dal punto di vista naturalistico che possono riservare grandi piaceri in sella, con chilometri da percorrere e curve da affrontare e soprattutto esenti da limitazioni alla guida di motocicli. TrueRiders ha dato un’occhiata ai luoghi con queste caratteristiche.

Mappa

Informazioni utili

  • Distanza: 230 chilometri
  • Durata: 2 giorni
  • Partenza: Cagliari
  • Arrivo: Carloforte
  • Località attraversate: Sant’Antioco, San Pietro
  • Periodo consigliato: Primavera, estate

Sant’Antioco e San Pietro, l’Arcipelago del Sulcis in moto

Sant'Antioco, Sardegna
Sant’Antioco, una delle più belle isole della Sardegna

Ci troviamo nel sud ovest della Sardegna, isola per antonomasia, e molto vicine alla bellissima costa troviamo due perle del mediterraneo: Sant’Antioco e San Pietro.

Sant’Antioco è la più grande delle due isole che compongono l’arcipelago, ed è collegata alla Sardegna da un istmo naturale e da un ponte, l’isola è facilmente raggiungibile da Cagliari attraverso la Strada provinciale 1 se cerchiamo strade impegnative, 72 chilometri di tragitto che ci permette di attraversare la selvaggia zona del Parco regionale del Gutturu Mannu, strada fatta di monti e colline che quasi sfiorano i 1.000 metri, imperdibili sono le cascate del Riu Alinu visitabili con una breve deviazione lungo il corso della strada. Se cerchiamo una strada più veloce ma leggermente più lunga e comoda possiamo imboccare la Strada statale 195 che in 105 km ci porta fino a Sant’Antioco.

Una volta raggiunto Sant’Antioco, quarta isola Italiana per estensione, possiamo approfittare della strada statale 126 perfetta per visitare l’isola visto che ne circumnaviga l’intera circonferenza, 40 km che ci permettono di passare dalla zona lagunare e paludosa pena di corsi d’acqua e laghi antistante l’istmo, a quella più selvaggia di origine vulcanica molto rocciosa che ci può offrire tragitti interessanti da percorrere in moto.

La Strada statale 126 ci porterà infine a Calasetta, secondo comune per grandezza dell’isola ed importante collegamento per raggiungere la successiva tappa del nostro viaggio, la bellissima isola di San Pietro. Il viaggio in traghetto da Calasetta ci porta a Carloforte, cittadina più popolata di San Pietro da cui partire per esplorare quest’altra stupenda isola fatta di alte colline e corsi d’acqua da attraversare, tanto del fascino di questa isola viene dalla mancanza di strade statali o provinciali, quindi un grande divertimento sarà costruirsi il proprio tragitto di esplorazione, raggiungendo i punti più remoti e magari scovando qualche ristorantino a conduzione familiare molto presenti lungo tutti i tragitti delle piccole strade.

Tra chilometri percorsi e strade affrontate di ogni tipo non possiamo non soffermarci a spendere un po’ di tempo alla scoperta delle specialità enogastronomiche di questo territorio; del tutto unica e straordinaria è la produzione alimentare di questo bellissimo arcipelago, a dominare è il pesce in particolare il tonno, base di molti prodotti tipici come la tunnina e la bottarga, consigliamo nel mese di maggio la sagra del Girotonno che si svolge nella cittadina di Carloforte, altre specialità sono il carciofo spinoso sardo, i formaggi, il buonissimo olio e il pregiato miele; altra particolarità da approfondire è legata alla produzione vinicola particolare visto che le viti vengono fatte crescere in terreni sabbiosi.

Durante il nostro tragitto consigliamo nell’isola di Sant’Antioco il ristorante “Da Achille” mentre a Carloforte nell’isola di San Pietro consigliamo “ Da Andrea alla Vecchia Tonnara” per provare il citato pinnuto. Iniziando il viaggio di ritorno ci ritroviamo a Carloforte, tramite traghetto, quindi altro piccolo tragitto marino, approdiamo nella ridente località di Porto Scuso distante 85 chilometri da Cagliari, infine imbocchiamo la statale 130 puntando le ruote in direzione Cagliari punto di arrivo e di ritorno per questo nostro viaggio nell’arcipelago del Sulcis.

Queste sono solo due delle tante isole italiane che TrueRiders scopre per voi appassionati delle due ruote, paradisi incontaminati e pieni di ricchezze storiche e naturali, torneremo presto con altri articoli sulle isole da scoprire in sella alle vostre moto!