TrueRiders

Molise in moto: alla scoperta dei borghi più belli

shutterstock 576286921 740x417 - Molise in moto: alla scoperta dei borghi più belli

Un breve itinerario in moto alla scoperta di alcuni tra i borghi più belli della regione Molise. Da Sepino a Pietrabbondante e poi al mare fino a Termoli passando per Frosolone: qualche chilometro in sella tra panorami da cartolina, arte e cultura

shutterstock 299451971 768x512 - Molise in moto: alla scoperta dei borghi più belli
Molise, una terra da scoprire su due ruote

Piccola – la più piccola d’Italia dopo la Valle d’Aosta – ma capace di vantare un’enorme varietà di paesaggi, da quello montano dell’Appennino a quello della costa, affacciata sull’Adriatico. Oltre ai panorami mozzafiato e ad una natura ancora quasi del tutto selvaggia, il Molise regala però ai suoi visitatori anche meravigliosi scorci tra i vicoli e i tetti dei borghi antichi di cui il territorio è disseminato: un percorso, quello che vi proponiamo, volto alla scoperta dei borghi più belli di una regione ricca di arte e cultura.

Il borgo di Sepino e l’Acropoli di Terravecchia

Per questo breve viaggio alla scoperta dei borghi più belli del Molise partiamo dal cuore della regione, da un’entroterra a molti sconosciuto ma senza dubbio meritevole di essere esplorato in sella alla moto. Tra i borghi unanimemente considerati più belli del Molise (compare, in realtà, anche nella lista dei Borghi più belli d’Italia) va infatti ricordato quello di Sepino, che, arroccato a 700 metri sul colle, conserva ancora oggi il suo aspetto medievale e fascinoso.

Il centro storico del paese vanta alcune delle più interessanti strutture architettoniche del periodo, come la Chiesa di Santa Cristina o il campanile romanico della Chiesa di San Lorenzo. Poco distante e, soprattutto, raggiungibile percorrendo in moto il gruppo montuoso del Matese, anche l’Acropoli di Terravecchia, costruita nel III secolo avanti Cristo ad un’altezza di 953 metri.

Pietrabbondante

shutterstock 523201852 768x512 - Molise in moto: alla scoperta dei borghi più belli
Pietrabbondante, quasi 1.000 metri tra le vette molisane, è centro di una antica area archeologica

Rimanendo nell’entroterra e spostandosi da Sepino di una sessantina di chilometri, percorriamo la SS 17 in direzione Pietrabbondante, altro incantevole borgo del Molise che merita una visita. Anch’esso adagiato sul colle (questa volta però siamo già a quota 1027 metri) Pietrabbondante offre la visita alla Chiesa di Santa Maria Assunta e dei resti dell’antico insediamento sannita del II secolo avanti Cristo. Assolutamente da visitare se vi trovate nei pressi di Pietrabbbondante anche il sito archeologico di Bovianum Vets, con templi e teatri di epoca ellenistico – italica.

Frosolone

Rimettiamoci in sella lungo una strada tutta curve che da Pietrabbondante porta a Frosolone, in provincia di Isernia. Purtroppo (data la piacevolezza che ne deriva dal percorrerla in moto), la strada, che si addentra nella campagna con un sali e scendi continuo, è di soli 30 chilometri. Frosolone è piccolo, medievale, grazioso e situato a quota 900 metri. Il suo centro storico è fatto di strette e suggestive viuzze che s’intersecano tra loro. Da visitare il Palazzo Baronale del 1770 e quello cinquecentesco di D’Alena.

Termoli, finalmente il mare!

shutterstock 575076751 768x506 - Molise in moto: alla scoperta dei borghi più belli
Il colorato borgo di Termoli, affacciato sulla costa adriatica

Salutiamo l’entroterra e, seguendo per 90 chilometri la bella SS650 raggiungiamo, finalmente, il mare. Qui, proprio sulla costa, incontriamo il borgo di Termoli, affacciato sull’Adriatico e baciato dal sole che nasce sul mare. Uno sperone di terra come una penisola, che, con i suoi muraglioni, racchiude le stradine  lastricate e le case che ne compongono il borgo. Dedicata al patrono San Basso, la Cattedrale costruita nel VI secolo in stile romanico-pugliese è un “must” per tutti gli amanti dell’arte e del bello. Stessa cosa vale, ovviamente, per il Castello che, con la sua torretta Belvedere, si pone massiccio e lineare a baluardo della cittadella e delle sue spiagge.