TrueRiders

Passo del Lucomagno, itinerario in moto in Svizzera

Passo Lucomagno

Bellissimo e selvaggio, il Passo del Lucomagno è uno degli itinerari in moto in Svizzera più indicati per scoprire le Alpi.

Lungo ben sessanta chilometri, e con una pendenza massima che raggiunge l’8%, il Passo del Lucomagno raggiunge grazie alla sua strada asfaltata, la cui costruzione risale al 1876 (quasi un secolo e mezzo di storia!), una altezza massima di 1.926 metri.

Questo passo, però, ha origini molto più antiche: testimonianze attestano che servì come collegamento tra la Valle del Reno e la Pianura Padana già nell’Alto Medioevo e che, sotto il controllo dell’Abbazia di Disentis, registrò dei picchi di traffico – soprattutto da parte di pellegrini e commercianti – molto elevati per l’epoca, venendo però soppiantato, secoli dopo, dal San Gottardo.

Ancora nell’Ottocento, nell’ambito della costruzione della strada che conosciamo tuttora, il Lucomagno era tenuto in grande considerazione, addirittura come tracciato ideale per la ferrovia che poi avrebbe occupato la zona del San Gottardo.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 41 chilometri (Disentis/Olivone)
  • Durata: 1 ora
  • Altezza massima: 1.926 metri
  • Dislivello: 8%
  • Partenza: Disentis/Mustér
  • Arrivo: Olivone

Passo del Lucomagno in moto. L’itinerario

Perla delle Alpi e località storica, Disentis è anche il punto di partenza di questo itinerario in moto sul Passo del Lucomagno. Questa cittadina di appena 2.000 abitanti è dominata dal profilo dell’Abbazia di Disentis, un edificio cattolico la cui impostazione originaria risale addirittura all’VIII secolo, sebbene il complesso attuale sia stato ampiamente rimodernato dopo le devastazioni napoleoniche di fine Settecento.

Prima di partire per il Lucomagno in moto ne approfittiamo dunque per visitare questo imponente edificio, la cui storia spazia su ben tre millenni e che ha origine centinaia di anni prima della nascita della Svizzera politica.

Prendiamo dunque il via percorrendo la Via Lucmagn che, per un tratto, segue il percorso del Rein da Medel, e proseguiamo verso sud, salendo progressivamente fino agli oltre 1.900 metri del Lucomagno dove, tra meravigliosi laghi alpini e picchi innevati, superiamo il confine tra Canton Grigioni e Canton Ticino, la zona “italianofona” della Svizzera per eccellenza.

Prima di tornare “a valle” passiamo accanto alla Riserva forestale della Selvasecca, per poi arrivare fino a Blenio e, da qui, a Olivone. Per chi intende proseguire il percorso, il Ticino offre interessanti percorsialla pari degli altrettanti vicini Lago Maggiore e Lago di Como.