TrueRiders

Passo del Penice, in moto tra Valle Staffora e Val Trebbia

Passo Penice

Passo del Penice in moto, garanzia di spettacolo!

Questo valico, situato tra la Valle Staffora e la Val Trebbia (ovvero tra le province di Pavia e Piacenza), con i suoi 1.149 metri ci regala un interessante escursione in moto.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 60 chilometri
  • Durata: 1 ora e mezza
  • Partenza: Voghera
  • Arrivo: Bobbio
  • Principali località attraversate: Rivanazzano Terme, Ponte Nizza, Passo del Penice

Passo del Penice in moto. L’itinerario

Il “Ponte del Diavolo” a Bobbio è una delle costruzioni iconiche della Val Trebbia

L’itinerario parte da Voghera, la città del pavese famosa per la sua “casalinga”, e passando per il Passo del Penice raggiunge Bobbio, nel piacentino, con un percorso di appena 58 chilometri. Pochi? Forse sì, ma sicuramente giusto per una interessante escursione extra-regionale, a base Appenninica!

Partiamo da Voghera, in Lombardia, e dopo aver superato il Ponte Rosso, in uscita dalla città, ci indirizziamo su Via Negrotto Cambiaso, che cambia poi nome in SP51 fino a Retorbido, per poi diventare SP1 per 3 chilometri, fino a costeggiare Rivanazzano Terme.

Da qui, inizia il percorso della SP461, inizialmente una strada statale poi declassata a strada provinciale “del Passo del Penice”, la cui lunghezza complessiva, di poco superiore ai 57 chilometri, copre praticamente per intero la distanza stessa del nostro itinerario.

Per un buon tratto del percorso in direzione del Passo del Penice, seguiamo a pochissima distanza il confine tra Piemonte e Lombardia, mentre al contempo ci avviciniamo al valico appenninico. Il percorso che ci porta al Penice è piuttosto interessante sotto il profilo panoramico, mentre la strada non presenta particolari elementi di difficoltà, risultando molto adatta per una “passeggiata” in moto.

Prima di giungere sul Passo del Penice, che prende il nome dal Monte Penice, forte dei suoi 1.460 metri (che lo rendono uno dei picchi più alti dell’Appennino Ligure), entriamo nel confine della Riserva Naturale Monte Alpe, della quale godiamo dei bei panorami.

La strada che conduce al Passo del Penice è di realizzazione particolarmente recente: il suo completamento, infatti, risale solo al 1927, secondo un pionieristico progetto che fu affidato a Carlo Muzio, canonico locale.

Una volta oltrepassato il Passo del Penice, il nostro percorso inizia a decrescere in direzione di Bobbio, e dunque si inserisce nel territorio dell’Emilia Romagna. La strada verso Bobbio (14 km in tutto) è lievemente più tortuosa di quella che procede dalla Lombardia, ma è anche più breve, e dunque il dislivello è decisamente maggiore, trovandosi il nostro punto di arrivo, Bobbio appunto, ad appena 272 metri sul livello del mare.