TrueRiders

Passo Rolle, itinerario in moto tra il Trentino e il Bellunese

Passo Rolle in moto

Percorrere il Passo Rolle in moto permette di ammirare alcuni degli scenari panoramici più belli di tutte le Alpi.

Lungo 21-23 chilometri (a seconda della direzione), e con una altitudine massima di 1.984 metri, il Passo Rolle, detto Rollerpass in tedesco, fu realizzato tra il 1863 e il 1874, ed è ora parte integrante della SS50 del Grappa e del Passo Rolle, generalmente considerata come tra le più belle strade di tutta Italia, grazie ai suoi incredibili paesaggi.

Per scoprire il Passo Rolle partiremo da Ponte nelle Alpi, nel bellunese, e proseguiremo per Feltre, attraversando poi la SS50 e proseguendo verso Predazzo, per un percorso complessivo di circa 116 chilometri.

Informazioni utili

 

  • Lunghezza: 116 chilometri
  • Durata: 2 ore e mezza
  • Partenza: Ponte nelle Alpi
  • Arrivo: Predazzo
  • Principali località attraversate: Belluno, Feltre, San Martino di Castrozza

Passo Rolle in moto. L’itinerario

Passo Rolle in moto
Passo Rolle in moto.
La veduta del panorama sulle Pale di San Martino

Importante punto di accesso all’arco alpino, Ponte nelle Alpi si trova in provincia di Belluno, in corrispondenza del percorso del Fiume Piave. Lasciata la cittadina, ci immettiamo sulla SP1 che costeggiando per un buon tratto il Fiume Piace, e oltrepassiamo Belluno in direzione di Feltre.

Una volta attraversato il ponte sul Piave, incontriamo Busche, dove inizia il nostro percorso della SS50, proseguiamo nuovamente verso Feltre, lungo un percorso che per lunghi tratti è pressoché rettilineo e che, in meno di otto chilometri, ci porta dritti al centro di Feltre.

La bella cittadina di Feltre, con i suoi numerosi monumenti (da vedere la Piazza Maggiore, con la Chiesa dei Santi Rocco e Sebastiano, le Fontane Lombardesche e il Castello di Alboino) e la splendida posizione nel piano della vallata prealpina detta proprio Feltrino, ci accoglie per una pausa turistica sicuramente interessante.

Una volta lasciata Feltre, ci immettiamo nuovamente sulla SS50/SR50 (la denominazione cambia più volte, ma il percorso è sempre quello), e proseguiamo prima in direzione ovest, fino circa ad Arten, per poi vedere che la strada devia decisamente verso nord, avvicinandosi, dopo una decina di chilometri circa, al confine tra Veneto e Trentino , in corrispondenza della Riserva Statale del Monte Pavione.

Proseguendo sulla SS50 ammiriamo da lontano la bellezza delle Pale di San Martino, mentre ci avviciniamo a San Martino di Castrozza, da dove comincia la vera e propria salita al Passo Rolle. La strada, bellissima, permette di ammirare il picco del Cimon della Pala, con la sua splendida chiesetta alpina. Scendendo dal Passo Rolle incontriamo, dopo solo alcuni chilometri, la piccola località di Paneveggio con il suo omonimo lago, sicuramente adatto per una ulteriore breve sosta fotografica.

Il Lago di Paneveggio, che si trova 500 metri più basso rispetto al Passo Rolle (1.450 metri sul livello del mare), è un classico lago artificiale, realizzando sbarrando il fiume Travignolo con una diga, la cui importanza architettonica è tale che molte scolaresche vi si recano in gita, anche per diversi giorni. Il Lago di Paneveggio rientra nel territorio del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino, ed è sicuramente molto interessante per i mototuristi.

Una volta lasciata Paneveggio ci avviamo sempre sulla SS50 verso Forte Buso, poi Bellamonte, che è l’ultimo comune prima dell’arrivo a Predazzo (1.018 metri s.l.m.), principale centro della Val di Fiemme insieme a Cavalese e punto finale di questo nostro itinerario lungo il Passo Rolle.