TrueRiders

Transfagarasan in moto, itinerario tra le strade della Romania

Transfagarasan

La Transfăgărăşan è una lunga strada di montagna che si trova in Transilvania, storica regione della Romania, e che corre  lungo i Carpazi, precisamente tra le località di Pitesti e Arpasu de Jos, nel centro-sud del paese.

Costruita soltanto negli anni Settanta, e caratterizzata da un percorso a tratti molto tortuosi, che richiesero difficili e lunghi lavori di realizzazione, la Transfăgărăşan è una vera e propria leggenda per i motociclisti che, nonostante le bassissime velocità di percorrenza (circa 45 chilometri orari) la scelgono molto spesso come tappa.

Detta anche DN7C (Drum National 7), la Transfăgărăşan in alcuni tratti non presenta barriere, e dunque bisogna prestare molta attenzione, e inoltre non è percorribile dalle 22 alle 6; durante le ore notturne, però, vi sono alcuni hotel e rifugi dove poter passare la notte e rifocillarsi.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 95 chilometri
  • Durata: 2 ore e mezza
  • Partenza: Curtea de Arges
  • Arrivo: Cârtisoara
  • Principali località attraversate: Corbeni

Transfăgărăşan in moto. Itinerario e curiosità

Transfagarasan
Le curve della Transfagarasan sono tra le più imponenti di Romania e d’Europa

Alternativa al percorso della DN7, che corrisponde alla E81 (Strada Europea), la DN7C è anche conosciuta come la “Follia di Ceausescu“, poiché fu costruita per volontà del dittatore romeno come un importante collegamento strategico militare tra le vette più alte della Romania, il Moldoveanu e il Negoiu, in modo da mettere in comunicazione diretta la Transilvania e la Valacchia.

La sua costruzione fu completata in appena 4 anni, con l’uso di oltre 6 milioni di chili di dinamite, ma il prezzo umano fu altissimo: decine, forse centinaia di operai e soldati morirono durante i lavori, ma la propaganda di regime “limitò” le morti a 40.

Questo capolavoro di ingegneria, ora che la Romania è in tempo di pace, è sempre più visitato dai turisti, soprattutto in moto, che si spingono fino ai 2.042 metri della Transfăgărăşan, la seconda strada più alta del paese dopo la Transalpina.

Curve a S, discese e salite in forte pendenza e tornanti importanti ne fanno un percorso da affrontare lentamente, ma che merita sicuramente il viaggio.

Vale inoltre la pena ricordare che, essendo un tratto di montagna molto esposto alle condizioni meteo, la Transfăgărăşan è chiusa generalmente da fine ottobre a quasi tutto il mese di giugno. A volte, però, la strada rimane aperta fino a novembre o viene improvvisamente chiusa d’estate a causa delle precipitazioni nevose.

È importante prestare attenzione alla segnaletica stradale e alle comunicazioni ufficiali che si trovano ai due estremi del percorso, ovvero a Pitesti e Arpasu de Jos.