TrueRiders

Viaggi in moto Marocco: idee di itinerario su due ruote

maroccodeserto

Grandi città situate nel mezzo del deserto del Sahara, posti sperduti tra le montagne, le medine e le tribù berbere locali. Alla scoperta del Marocco in moto!

L’itinerario oggi è decisamente estremo e pensato per chi un giorno avrà la fortuna di organizzare un viaggio in moto alle soglie dell’Africa settentrionale. Da Rabat a Casablanca, concludendo nei villaggi a sud situati nel cuore della catena montuosa dell’Atlante. Tutto questo è il Marocco: ci siamo presi la libertà di progettare un itinerario che copra il paese nordafricano nella sua interezza, che con le sue piste sperdute tra le dune della sabbia rappresenta una meta perfetta per una avventura in sella a una moto! La distanza da coprire è notevole (750 km) ecco perchè conviene assicurarsi di avere un mezzo a punto e di fare prima di ogni tappa la giusta dose di rifornimenti.

Itinerario in moto in Marocco: le grandi città del nord e i villaggi del sud



casablanca

Cominciamo la nostra avventura nel deserto inevitabilmente dai principali centri situati nella parte settentrionale del paese, come la capitale Rabat e la città più grande del paese, ovvero Casablanca. Questo tipo di inizio è necessario innanzitutto per procurarsi una moto (presumendo di raggiungere il Marocco in aereo) e fare poi provviste e rifornimenti nei vari bazar di queste due città. Partendo da Rabat avremo sicuramente del tempo per fare una visita accurata ai monumenti e edifici storici di una città che ha oltre otto secoli di storia (fondata dagli Almohadi). Esempi del genere sono le mura e le porte della città vecchia, risalenti alla fine del XII secolo e la Kasba degli Oudaia, ma è presente anche un sito archeologico un po’ cupo come la Necropoli di Chella. Da Rabat possiamo quindi avviare l’itinerario in moto nel Marocco facendo subito rotta sulla R322 verso Casablanca, di sicuro la città più famosa dello stato nordafricano almeno dal punto di vista cinematrografico. L’immagine della città nella nota pellicola con Humphrey Bogart però è decisamente diversa da quella odierna: Casablanca oggi infatti è una vera e propria metropoli moderna, punto fermo dell’economia marocchina ma dove al tempo stesso non mancano testimonianze del passato che fu.

Un altra sosta tra i bazar locali è piuttosto gradita tanto quanto necessaria, così come una visita approfondita alle moschee e medine locali, dopo di che possiamo affrontare la seconda parte dell’itinerario in moto in Marocco, con il tratto più atteso tra le dune del deserto del Sahara sulla strada N9: sono oltre 200 km fino a Marrakesh, perciò assicuratevi di avere tutto in ordine perchè fermarsi nel bel mezzo del deserto può essere decisamente scomodo. Anche la città centro di riferimento di tutto il Maghreb ha subito un profondo rinnovamento nel corso degli ultimi 50 anni, mantenendo però sempre il fascino estremo e esotico di una città che ha ancora nella sua medina il nucleo della vita di tutti il giorni. Altri bazar ci attendono, con un occhio particolare ai rivenditori di stoffe pregiate. E a questo punto siamo pronti per concludere il viaggio in moto in Marocco tra i territori prossimi all’Alto Atlante: da Marrakesh infatti un altra lunga traversata ci attende fino a Taliouline, sulle strade R203 e N10. Questo villaggio berbero si trova nel bel mezzo dell’Altopiano Souktana, e basa la sua economia sulla produzione dello zafferrano. Ma l’aspetto più accattivante per noi Trueriders è quello di avere una presenza massiccia in queste zone di curve e saliscendi in pieno deserto, ovviamente prestando la massima attenzione alla difficoltà estrema di alcuni tratti!