TrueRiders

Viaggio in moto in Scandinavia: mete, suggerimenti e consigli utili

Le Isole Lofoten, tra le mete da non perdere di un viaggio in moto in Scandinavia

Natura incontaminata, strade solitarie e il fascino leggendario di Capo Nord fanno di Norvegia, Svezia e Finlandia mete da sogno: ecco alcuni consigli per organizzare un perfetto viaggio in moto in Scandinavia 

Chi non ha mai sognato di godersi almeno una volta nella vita il suggestivo spettacolo del sole di mezzanotte? E chi non ha mai fantasticato di raggiungere Capo Nord in moto o, ancora, di ammirare rigorosamente su due ruote i profondi fiordi norvegesi e gli immensi boschi della Svezia? Grazie alla straordinaria bellezza dei suoi paesaggi, l’Europa settentrionale è una delle mete più sognate da tutti i  mototuristi europei.  Distanza, logistica impegnativa e necessità di riservare alla visita almeno qualche settimana rende certo non banale passare dalle fantasia ai fatti, ma un viaggio in moto in Scandinavia è certamente un’esperienza  da vivere almeno almeno una volta nella vita.

Per agevolarvi nell’impresa, tra strade turistiche da non perdere e info utili, ecco qualche consiglio pratico per organizzare al meglio la vostra permanenza tra i suggestivi paesaggi di Norvegia, Finlandia e Svezia, mete che richiedono indubbiamente, oltre alle consuete precauzioni, qualche accortezza in più. Scopriamole insieme!

L’Europa del Nord su due ruote: viaggio in moto in Scandinavia

Viaggio in moto in Scandinavia: l'Atlantic Ocean Road
L’Atlantic Ocean Road, uno dei gioielli per motociclisti della Norvegia

Mai come in questo caso determinanti per la buona riuscita del viaggio sono le condizioni meteorologiche. Se un pizzico di fortuna vi sarà necessaria per centrare giornate ideali per lunghe escursioni su due ruote, la pianificazione della partenza nella stagione estiva è fondamentale per garantirsi temperature più miti: quello di luglio è ad esempio uno dei mesi preferiti dai motociclisti in partenza verso le regioni scandinave. La durata della visita dipenderà invece verosimilmente dall’itinerario scelto e dalle vostre disponibilità economiche e di tempo, ma la vastità di territori da esplorare  vi dovrebbe suggerire un mototour di almeno 3 settimane. E, anche così, saranno molte le mete cui dovrete purtroppo rinunciare!

Valutazione indispensabile a farsi insieme al “fattore tempo” è quella relativa agli spostamenti. Soluzione forse poco usuale ma altamente suggestiva è quella che prevede di raggiungere i Paesi scandinavi senza ricorrere al traghetto, ma passando dalla vicina Russia: qui, un percorso a tappe carico di memorie belliche, che vi accompagnerà lungo i circa 400 chilometri che separano San Pietroburgo dalla capitale Helsinki. Decisamente più rapida la scelta aereo più noleggio in loco, così come da non trascurare è l’opzione traghetto, molto utilizzata soprattutto dai numerosi bikers che scelgono di affrontare il proprio viaggio in moto alla scoperta della Scandinavia partendo da Germania e Danimarca.  Raggiunta Copenaghen, ulteriore alternativa è poi il Ponte di Øresund: “solo” 16 i chilometri che separano la città danese da Malmö (Svezia) al costo, per le due ruote, di 27 euro (dal 2017).

Prima di partire, poi, qualche raccomandazione sulla guida. La prudenza è d’obbligo come sempre, esattamente come il rispetto del codice locale: se le norme possono variare di Paese in Paese, costante del vostro viaggio sarà una popolazione tendenzialmente rispettosa delle leggi stradali, a cominciare dai limiti di velocità. Attenzione poi anche al consumo di alcol prima di mettersi alla guida: mentre in Norvegia e in Svezia il tasso massimo consentito è dello 0.02%, il limite in Finlandia è più elevato (0,5 g/l). Non mancano in ogni caso i controlli che, nei casi più gravi, possono concludersi anche con sanzioni severe, tra cui il ritiro della patente.

Proposte per un viaggio in moto in Scandinavia

Viaggio in moto in Scandinavia: la città di Stoccolma
Gamla stan, la città vecchia di Stoccolma

Una volta arrivati, dove andare? Cominciamo con la Norvegia, che riserva ai motociclisti alcuni dei percorsi panoramici più spettacolari d’Europa: dall’Atlantic Ocean Road, spesso in cima alle classifiche delle strade turistiche più belle di tutto il mondo, alla strada delle Isole Lofoten, arcipelago che vi ammalierà tra natura spettacolare, piccoli villaggi nascosti e lo spettacolo del sole di mezzanotte, qui visibile dalla fine di maggio alla metà del mese di luglio. E da settembre a metà aprile, spazio invece ai suggestivi colori dell’aurora boreale.

Se viaggiare tra i fiordi non basta a infiammare la vostra voglia di avventura in moto, ecco per voi l’itinerario “da temerari” per eccellenza: vi portiamo in moto fino a Capo Nord, enorme falesia a picco sul mare, impropriamente considerata il punto più settentrionale di tutta Europa. Il “falso primato” non toglierà però neppure una briciola di fascino all’impresa di arrivarci su due ruote. Meno celebre, ma non per questo da sottovalutare, un altro itinerario entro i confini norvegesi, quello che vi accompagnerà dalla capitale Oslo fino a Trondheim, città pittoresca situata sulla sponda del fiordo Trondheimfjord. Nel mezzo, i boschi e le montagne che hanno contribuito ad alimentare il mito dei troll.

Non da meno, infine, la Finlandia dove – meteo permettendo – si potrebbe dire che ogni strada è panoramica! Il nostro consiglio è di spingervi quantomeno fino alla cosiddetta “regione dei laghi”,  per ammirare la bellezza unica dei paesaggi lacustri finlandesi: sono quasi 190mila i laghi che affollano i territori della nazione e non c’è nulla di meglio di quest’area del Paese per godere del suggestivo labirinto blu di isole, fiume, laghi, canali e centri abitati  cha caratterizza gli scenari da cartolina della Finlandia.

Sembra una frase fatta, ma programmare un viaggio in moto in Scandinavia vi porrà davvero davanti all’imbarazzo della scelta, tante sono le potenziali destinazioni da raggiungere su due ruote. Siete pronti a partire per un’avventura indimenticabile? Vi auguriamo buon viaggio e buon divertimento!