TrueRiders

Wurzenpass, in moto tra le Alpi di Austria e Slovenia

Wurzenpass

Alto 1.073 metri, ma con una pendenza che raggiunge il 18%, il Wurzenpass è uno dei più interessanti passi di montagna dell’Europa Centrale.

È situato tra le località di Villach e Kranjska Gora, rispettivamente in Austria e Slovenia, e sino a qualche anno fa era l’unico collegamento diretto tra i due paesi in questa zona.

Ora, con l’apertura del Tunnel delle Caravanche, la strada del Wurzenpass ha riacquistato la sua valenza prevalentemente turistica, divenendo una interessante meta per un viaggio su due ruote in Austria e Slovenia.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 36 chilometri
  • Percorrenza: circa un’ora
  • Paesi attraversati: Italia, Slovenia, Austria
  • Partenza: Tarvisio, Italia
  • Arrivo: Villach, Austria

Wurzenpass in moto, l’itinerario

Per chi proviene dall’Italia, il percorso ideale che conduce al Wurzenpass parte dalla località friulana di Tarvisio, una delle ultime “grandi città” prima del confine con la Slovenia. Invece di seguire il percorso dell’Autostrada A23, prendiamo la SS54 in direzione di Podkoren, in Slovenia, e attraversiamo il confine poco dopo la località di Fusine Confine, giungendo così a Rateče.

Qui la strada cambia nome in 202, con segnaletica gialla facilmente raggiungibile, e prosegue per circa una decina di chilometri fino ad arrivare proprio a Podkoren, che è il “punto di partenza” della scalata al Wurzenpass.

La strada 201 presenta una salita facile per quanto riguarda l’altezza complessiva, che come detto supera a fatica i 1.000 metri sul livello del mare, ma sicuramente impegnativa per quanto riguarda la pendenza, scalando in un tratto sostanzialmente breve un dislivello significativo, ed è per questo che la strada è dotata di “punti di fuga”, che impediscono a velivoli con problemi ai freni di perdere il controllo.

Oltrepassato il confine sloveno-austriaco, proseguiamo in direzione di Villach/Villaco, non prima però di aver fatto una sosta al Bunkermuseum, un museo nato all’interno di una struttura militare che è rimasta attiva fino a non molti anni fa, e nel quale sono esposti, tra gli altri, anche un T-34, carro armato di costruzione sovietica risalente al periodo della Seconda guerra mondiale.

La strada che ci porta fino a Villaco è sicuramente molto piacevole, ma è un po’ breve. Per questo, potete approfittarne per ricollegarvi a questo itinerario in moto in Carinzia, che da Villaco/Villach vi porta fino a Klagenfurt (verso oriente) o verso Spittal an der Drau (verso occidente).