Come si sceglie una buona assicurazione per la propria moto

Assicurazione moto




Quando si deve scegliere un’assicurazione per la propria moto, le domande che possono attanagliare la propria mente sono molteplici: ecco qualche consiglio utile per poter trovare il migliore prodotto e cosa serve per assicurare il veicolo.

Cosa serve per assicurare una moto?

Il primo aspetto che riguarda l’assicurazione moto consiste nel sapere quali sono i documenti necessari per poter richiedere un preventivo.
La prima tipologia di documenti che devono essere consegnati per richiedere un preventivo per l’assicurazione moto riguarda quelli d’identità del proprietario del veicolo.

Pertanto, carta d’identità e codice fiscale sono il primo elemento che è necessario tenere a portata di mano. Il secondo tipo di documento fondamentale riguarda invece la moto e in questo caso si parla del libretto di circolazione.

Quest’ultimo è importante in quanto riporta una serie di dati che riguardano la moto, come la data di prima immatricolazione, quella d’acquisto del veicolo, nonché il numero di targa.

Inoltre nel libretto è riportata anche l’idoneità del mezzo a due ruote di circolare su strada, pertanto l’assicurazione potrà creare un preventivo ideale per quel veicolo.

Cosa serve per l’assicurazione moto: il certificato di attestato di rischio

Quando si deve richiedere un preventivo per l’assicurazione moto, oltre a quanto elencato precedentemente è molto importante consegnare alla compagnia anche l’attestato di rischio.

Questo è molto importante in quanto riporta lo storico dell’ultima decade del veicolo e del proprietario, quindi sono riportate svariate informazioni relative ai sinistri stradali e non solo: anche la percentuale di colpa e quelli causati da parte del proprietario della moto vengono riportati in questo documento, così come la classe di appartenenza della vecchia assicurazione.

Le suddette informazioni assumono la massima importanza per l’impresa assicuratrice che potrà capire quale sia il comportamento del motociclista e stipulare un preventivo che si adatta perfettamente alle esigenze del cliente.

Per esempio, se questi ha compiuto diversi sinistri stradali, la polizza tenderà a essere maggiormente costosa rispetto a chi, invece, non ha ricevuto multe oppure ha sempre evitato i sinistri nell’ultimo decennio.

Tale documento permette quindi di stabilire a quanto ammonterà l’eventuale costo della polizza assicurativa per la propria moto: inoltre, consente effettivamente di evitare l’inserimento di dati errati nel preventivo e quindi creare una situazione che potrebbe comportare non poca confusione nella mente di chi deve richiedere il preventivo, che potrebbe poi ritrovarsi a dover fronteggiare una situazione totalmente differente rispetto quella che inizialmente spera di dover fronteggiare.

Come scegliere un’assicurazione moto in base alle proprie esigenze

Quando si deve scegliere una polizza per la propria moto il primo aspetto che occorre necessariamente valutare consiste nel verificare quali sono gli utilizzi che si effettuano dei veicolo a due ruote. Per esempio, un proprietario potrebbe optare per l’assicurazione moto standard nel momento in cui decide di utilizzare quel mezzo con una certa costanza, pertanto è fondamentale rendere noto quel tipo di dettaglio alla compagnia assicurativa.

Potrebbe anche optare però per un utilizzo occasionale, per esempio solamente nel fine settimana oppure per un determinato arco temporale durante l’anno: in questa circostanza è molto importante procedere con la scelta dell’assicurazione che permette di sottoscrivere la polizza solo ed esclusivamente per alcuni periodi dell’anno, facendo quindi in modo che il risultato possa essere sinonimo di risparmio economico e quindi di spese che possono essere contenute.

Altro aspetto molto importante che bisogna considerare nel momento in cui si deve scegliere una polizza assicurativa per il veicolo a due ruote è da ricercare nella possibilità di optare per una polizza che consente di sfruttare un malus assai elevato per la copertura dei sinistri.

Anche la responsabilità civile deve essere analizzata con cura, proprio per capire a quali incombenze un motociclista va incontro nel momento in cui è protagonista di un sinistro. Inoltre, il costo della polizza rappresenta un elemento chiave che determina la propria decisione finale e allo stesso tempo è molto importante considerare le diverse clausole che caratterizzano quel tipo di polizza, quindi furto e incendio, sinistri, atti vandalici e altre situazioni similari.

Quando si deve scegliere la polizza è quindi importante verificare tutti questi aspetti proprio per evitare di dover fronteggiare complicanze varie che possono avere delle pesanti ripercussioni e che, di fatto, incidono negativamente sulla scelta dell’assicurazione.

Grazie a tutti questi dettagli si potranno evitare degli errori comuni e che hanno un impatto sul costo che si deve sostenere, dettaglio molto importante che previene, quindi, delle brutte sorprese quando si deve pagare la rata dell’assicurazione.

Avatar per TrueRiders

TrueRiders

Video Itinerari