Derapate, fango e adrenalina, sono loro le 5 migliori moto per un'avventura sullo sterrato senza precedenti

Derapate, fango e adrenalina, sono loro le 5 migliori moto per un’avventura sullo sterrato senza precedenti

Alessio Gabrielli  | 23 Gen 2024  | Tempo di lettura: 6 minuti
SH: 736476670

Quello dell’enduro è un mondo particolare. Se il fango, le strade improbabili, gli off-road più impervi e le curve voltastomaco non fanno per voi, allora la moto da enduro purtroppo non è pane per i vostri denti. Sullo sterrato infatti, estetica ricercata o prestazioni da super sportiva non trovano pienamente il loro spazio, cedendo il posto agli appassionati, che in sella alla propria fedele compagna, amano gettarsi all’avventura, scoprendo le bellezze ed i percorsi incredibili che madre natura ci offre, senza paura di sporcarsi un po’.

Potenza del motore, comfort straordinario e prestazioni di livello: queste, semplici ma essenziali, sono le caratteristiche che una perfetta moto da enduro deve avere, la strada non perdona fronzoli ed estetismi non troppo necessari. Se siete nuovi a questo mondo così adrenalinico, è importante che lo facciate sedendo sul giusto mezzo, che possa farvi godere veramente dell’esperienza di guida incredibile che solo l’off-road può offrire. Ecco quindi i 5 migliori modelli di moto da enduro attualmente sul mercato.

Ducati Desert X, la rossa che non ha paura di niente

image credits Ducati press

 

La casa di Borgo Panigale non sempre è sinonimo solo di velocità supersoniche e design ultra sportivi. La Desert X infatti scende dall’asfalto delle piste e si getta a capofitto nelle impervie dune dell’off-road. Basta il nome per capire che tipo di enduro abbiamo davanti: questo ultimo modello riesce ad affrontare senza problemi qualsiasi tipo di superficie, grazie alla notevole spinta che gli conferisce il motore a distribuzione desmodromica (firma di Ducati) Testastretta 11° da 937cc.
Questo gioiellino, raffreddato a liquido, riesce ad erogare addirittura 110CV, ed una coppia massima di 92 Nm, niente male per le salite sterrate dei fuori strada. Nonostante la moto possa sembrare tutta potenza e design essenziale, c’è da dire che comunque dietro alla sua estetica è stato fatto uno studio ben preciso dei materiali e degli assetti, con una nuova generazione di telai a traliccio in acciaio e le ruote anteriori e posteriori rispettivamente da 21″ e 18″. Molto ampia infine la dotazione tecnologica.
La Ducati Desert X si trova sul mercato ad un prezzo dai 16.290 euro.

BMW R 1250 GS, l’inarrestabile ammiraglia tedesca

Possente e prestante, leader indiscusso di vendite nel settore delle moto da enduro, la BMW R 1250 GS è ormai più che una garanzia, un fido compagno di viaggio a cui affidarsi prima di mettersi in sella ed avventurarsi sui sentieri più scoscesi. La mole è considerevole, quindi forse ci sentiamo di consigliarla a chi tra voi ha un’esperienza maggiore, come come chi ha una migliore dimestichezza nell’utilizzare veicoli di grossa stazza.
Le prestazioni però sono incredibili, anzi, inarrestabili: il nuovo motore 1250 a fasatura variabile ha regalato alla GS una potenza che è sempre mancata nei modelli precedenti, in grado di scalare le salite più impervie e reggere le curve più complesse. Il considerevole pacchetto di accessori che BMW mette a disposizione, collabora a rendere veramente incredibile l’esperienza di guida, sia confortevole ma anche sprezzante quando la situazione lo richiede. Non dimenticate di aggiungere le sospensioni semiattive, un accessorio fondamentale se si vuole praticare l’off-road.
La BMW R 1250 GS Adventure è disponibile in concessionario ad un prezzo intorno ai 20.100€

KTM 1290 Adventure S, il leader dell’off-road

KTM è da sempre la casa motociclistica meglio attrezzata per quanto riguarda il mondo dell’enduro. La casa austriaca può vantare un’esperienza maturata grazie ad anni ed anni di dominio nel mondo delle corse off-road. Essenziale ma potente, l’Adventure S incarna per intero quello che è il vero spirito del fuori strada, potendo anche contare dalle prestazioni niente male garantite da un bicilindrico a V LC8 da ben 160CV, perfettamente in grado di performare al meglio su qualsiasi superficie.
Meno curata a livello estetico rispetto alle sue colleghe di categoria, proprio per volere di KTM, offre però a chi la guida delle soluzioni ad hoc per massimizzare il comfort e l’esperienza di guida che può offrire, come l’utile cassettino per lo smartphone, oppure il grilletto sul comando di destra che richiama le funzionalità preferite del menù. I dettagli sono ben curati a livello tecnico e di materiali, notevole infatti il telaio a traliccio CroMo ed i freni Brembo pinzati Stylema.
La KTM 1290 Adventure S si trova sul mercato ad un prezzo di 21.100 euro.

Benelli TKR 800, l’enduro che parla italiano

Modello top di gamma del mercato mondiale delle moto da enduro, la Benelli TKR 800 è motivo di vanto non indifferente per l’industria italiana. Una delle migliori in circolazione, svelata per la prima volta ad EICMA 2021, è stata sviluppata dal reparto R&D di Pesaro. L’ammiraglia di casa Benelli offre, oltre ad una grande protezione aerodinamica (in grado di coprire al meglio guidatore e passeggero dal vento), un livello di comfort veramente superiore.
La sella è spaziosa e di ottimi materiali, la seduta del passeggero è ottimizzata con maniglie a corona e nonostante la sua mole non indifferente, la moto è comunque maneggevole e per nulla goffa. Ma non solo comodità, marchio di fabbrica di Benelli infatti sono le prestazioni, incredibili su qualsiasi superficie, garantite dalla spintna un motore bicilindrico a quattro tempi: 754cc e 76,2 Cv di potenza, gestibile al meglio grazie al cambio a sei marce abbinato ad una frizione antisaltellamento.
La Benelli TKR 800, si trova sul mercato ad un prezzo di 8.000 euro.

Aprilia Tuareg 660, la maxi enduro di Noale

Image credits Aprilia official website

Anche Aprilia si è ritagliata meritatamente il suo spazio in questo elenco tutto potenza e prestazioni. La Tuareg 660 è il prodotto ed il perfetto esempio della capacità dei tecnici della casa di Noale, sempre in grado di produrre veicoli al top per ogni categoria. Meno potenza ma più coppia, i Cv scendono a 80 mentre i Nm salgono a 70, per rispecchiare al meglio nelle prestazioni l’anima off-road che la moto vuole dimostrare di avere. Anche il numero di giri massimo è inferiore, per riuscire a scalare le salire più impervie senza dover per forza spingere il motore al limite.
La Tuareg infatti, come il nome evocativo suggerisce, preferisce ai muscoli esagerati un peso contenuto ed un motore di cubatura media, ampliando così il suo raggio di utilizzo. È importante sottolineare quello che c’è dietro alla posizione del terminale di scarico: molto rialzato, così da affrontare senza paura anche i guadi più ostici.
L’Aprilia Tuareg 660 è sul mercato ad un prezzo che si aggira intorno agli 11.900 euro.

Alessio Gabrielli
Alessio Gabrielli

Sono Alessio Gabrielli, ho 26 anni. Laureato magistrale presso l'Università La Sapienza di Roma in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Mi occupo dal 2022 di creare contenuti web per il sito TrueRiders portando avanti la mia passione per le moto e lo sport



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur