Honda su Honda: il Giappone conquista il mercato italiano degli scooter con 6 pezzi in top 10

Honda su Honda: il Giappone conquista il mercato italiano degli scooter con 6 pezzi in top 10

Leonardo Anchesi  | 08 Gen 2024  | Tempo di lettura: 5 minuti

Se noi di TrueRiders avessimo l’onere di dover proclamare un vincitore per il 2023 nella categoria scooter, questi sarebbe senza ombra di dubbio Honda. La rinomata casa giapponese, infatti, ha totalizzato ben sei presenze nella top ten degli scooter più venduti in Italia, eccezion fatta per i cinquantini che fanno classifica a parte. Insomma, un risultato decisamente sorprendente se consideriamo, inoltre, che il podio della classifica scooter è interamente sotto l’egida Honda e, addirittura, riservato allo stesso modello. Ma non voglio ancora anticiparvi niente, se non che il resto della lista, di soli 4 scooter, è occupato da ben tre scooter Piaggio (Beverly 400, Beverly 300 ABS e Liberty 125 ABS) e un solo Kymco (Agility 125) che rappresenta, a questo punto, la voce fuori dal coro e si guadagna un più che dignitoso quarto posto.

Un(a) Forza della natura

Proprio un(a) Forza della natura

Iniziamo la nostra scalata alla classifica con un grande must della casa nipponica, il Forza 350, l’ultima versione di un riuscitissimo scooter che sta ormai popolando le strade italiane da diversi anni. Il suo monocilindrico da 330 cc, capace di erogare quasi 30 cv mantenendo consumi da quasi 30 km/l, sembra aver conquistato gli scooteristi nostrani, anche se non certamente con il massimo del plauso. Avranno certamente giocato un ruolo centrale anche l’ABS di serie a doppio canale e, non ultimo, il prezzo invogliante poco al di sopra dei 6mila €. Con questi presupposti, niente di strano che il 2024 lo vedrà salire di qualche posizione.

Lo scooter che gioca a fare l’enduro: X-Adv 750

A primo impatto può anche sembrare una moto

Da piccoli giocavamo sempre a fare qualche mestiere da grande: chi la guardia, chi il ladro, chi il pompiere e i più audaci il dottore. In Honda sembra che non abbiano perso questa sana abitudine infantile e hanno messo in commercio, ormai da qualche anno, uno scooter che tutto sembra fuorché quello che è: l’X-Adv 750, che si conquista un più che positivo settimo posto, può trarre in inganno il motociclista meno esperto e passare, addirittura, per una moto. Il motore bicilindrico da (quasi) 60 cv e la ruota anteriore da 17″, uniti al traliccio centrale che fa sparire il classico pianale da scooter, sono elementi che hanno il sapore di moto più che di un mezzo da città. E anche il prezzo parla decisamente la lingua degli adulti: a partire da oltre 12mila € che, con la miriade di accessori disponibili, possono schizzare verso l’alto di parecchio.

Ancora voglia di avventura con Adv 350

Una linea particolare che divide

Sesto posto e applausi del pubblico per l’Adv 350, uno scooter che cerca di spiccare il volo ma, per il momento, resta ancora nella parte bassa della classifica. Se il fratello maggiore, quello con la X davanti, rassomiglia decisamente di più a un mezzo munito di cambio, questo è una specie di ibrido, con una linea talmente particolare che o te ne innamori o, di contro, la detesti cordialmente. Sembra comunque che il gruppo degli innamorati prevalga su quello degli hater: sarà merito dei 30 cv, del prezzo da 7k o dei consumi da quasi 30 km/l? A voi l’ardua sentenza.

Medaglia di bronzo per Honda SH 350

SH 350 si guadagna il bronzo

Inizia il podio; tre gradini letteralmente monopolizzati da un unico modello, uno dei più famosi e longevi della casa nipponica: l’SH. E al terzo posto, sul gradino più basso, si piazza la motorizzazione 350, quella che condivide il motore con il Forza e l’Adv. Insomma, sembra proprio che questo brillante monocilindrico abbia veramente conquistato il cuore degli scooteristi, trovando il suo binomio ideale con la ruota alta dell’SH, ideale per muoversi agili nel traffico e, allo stesso tempo, fare un viaggetto comodi, magari in due in sella. Si potrebbe dire che l’SH 350 sia un mezzo buono per tutte le stagioni, acquistabile a partire da 5.990 €

Il secondo posto spetta a SH 150

Il 150 è destinato a chi ha la patente A2

Secondo posto e premio della critica a SH 150, equipaggiato dall’affidabilissimo monocilindrico da 156,6 cc di cilindrata, capace di oltre 16 cv e, soprattutto, di scarrozzarvi con consumi al di sotto dei 45 km con un litro di carburante. Decisamente premiato dal pubblico, non si è probabilmente conquistato il primo posto a causa della necessità di avere una patente A2 per poterlo condurre, dettaglio che ha certamente avuto un peso determinante. Perché il prezzo di 3.890€, diciamoci la verità, invoglia non poco.

SH 125 sbaraglia la concorrenza

SH 125 mette tutti d’accordo

Medaglia d’oro dei scooter più venduti, tributo del pubblico e standing ovation del mercato degli scooter 2023 vanno a Honda SH 125, il fratello più piccolo della cucciolata (non a caso anche lo scooter più “amato” dai ladri). Gli ingredienti di questo piatto da finalissima sono semplici: monocilindrico da 124,5 cc di cilindrata, potenza di 13 cv e consumi di quasi 46 km/l. Aggiungiamo che lo si guida con la comunissima patente B e il gioco è fatto, primo posto e fratelli maggiori sconfitti sul campo. Anche perché il prezzo è lo stesso identico del 150; il messaggio di Honda è più che chiaro: noi vi diamo gli strumenti, voi ci mettete la patente giusta.

 

Credit foto:
Sito ufficiale Honda
Tutti i diritti riservati

Leonardo Anchesi
Leonardo Anchesi

Garfagnino DOC e Sardo di adozione, sono uno storico dell’arte (da qualche anno) e biker sin dalla più tenera giovinezza. Ho iniziato a collaborare con TrueRiders nel 2023 per mettermi in gioco nel campo della scrittura e ho voluto cominciare scrivendo di qualcosa che amo particolarmente: la moto e tutto ciò che le ruota attorno.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur