Daniel Ricciardo, il campione di Formula 1 “passa” alle moto

Daniel Ricciardo

Di Daniel Ricciardo sappiamo tutti moltissimo. Il campione australiano (ma di evidentissime origini italiano) della Formula 1, oggi in forza alla Renault, ha fatto il suo esordio nella massima serie nel 2011. Da allora ha collezionato 160 presenze nei GP con 7 vittorie, 29 podi e 3 pole position, chiudendo nel 2014 e nel 2016 al terzo posto.

Il “Tasso del miele”, questo il suo soprannome, è celebre per lo stile simpatico e scanzonato, che gli è valso le simpatie di molti durante la permanenza in Toro Rosso (2012-13) e in Red Bull (dal 2014 fino allo scorso anno). Un talento decisamente valido sulle due ruote, ma non solo.

Negli scorsi giorni Ricciardo ha voluto cimentarsi – e a quanto pare riuscendoci ottimamente – anche con il mondo delle due ruote. Nel corso di un evento sponsorizzato da GoPro, la marca di action camera più celebre al mondo, il campione italo-australiano è salito in sella a una moto su un circuito di una località non precisata (anche se potrebbe essere proprio in Italia).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Road trackin’ for the first time. Loved! @gopro

Un post condiviso da Daniel Ricciardo (@danielricciardo) in data:

Qui, seguendo la “traccia” dell’ex motociclista Sete Gibernau (che ha abbandonato la carriera nel 2019) ha compiuto diversi giri di pista, con uno stile decisamente invidiabile. Tanto che sul suo profilo il video, visto da oltre mezzo milione di persone, ha attirato l’attenzione di gente comune e non solo.

Valentino Rossi ha tenuto a far sapere a Ricciardo che il suo grande stile è sicuramente apprezzato (e se lo dice uno dei motociclisti di maggior successo nella storia, c’è da crederci!). Stessa cosa per Chad Reed, celebre pilota di motocross australiano che si è congratulato con il connazionale.

Tra gli appassionati è già iniziato il toto-apparizioni per Ricciardo: c’è chi lo vorrebbe ai Gamma Racing Days al Dutch-TT circuit in agosto, evento tematico nel quale la “sua” Renault sarà presente. Insomma: se in futuro Daniel dovesse decidere di cambiare carriera, sappiamo già dove potrebbe approdare. In sella!

TrueRiders