TrueRiders

MotoGP 2015: aspettando Austin

Motomondiale 2017: sarà ancora Marquez l'uomo da battere?

Siamo in attesa della prossima gara del Motomondiale 2015 e Valentino Rossi, vincitore dell’ultimo giro in Qatar, si dice soddisfatto e pronto a gareggiare (speriamo, per vincere).

Certo, la prova a cui va incontro non è per nulla semplice; la pista di Austin è tra le più combattive di tutto il Motomondiale proprio per la presenza di due rettilinei molto lunghi che rappresentano dei punti deboli per la moto di Valentino, ma il Dottore è pervaso da una ventata di ottimismo e motivazione che da sempre l’ha differenziato dagli altri piloti.

La pista di Austin in Texas ha visto vincitore negli ultimi due motomondiali Marquez, noto per la sua guida puntata al massimo della velocità, che in Qatar è arrivato quinto, anche se questa pista è nota per essere particolarmente affine alle moto Honda.

Altro problema il meteo, che preoccupa un po’ tutti i piloti proprio perché potrebbe limitare notevolmente il loro brio in pista. Se pioverà sarà un problema, ma di sicuro avremo l’occasione di vedere una gara carica di energia e volontà di vincere.

Altra novità è il cambio di Pedrosa, recentemente operato all’avambraccio e previsto rientrante a Jerez, con Hiroshi Aoyama che ha scaturito non poche polemiche ed interrogativi; in un primo momento, infatti, Casey Stoner si era offerto di prendere il posto di Pedrosa, ma la casa Honda ha preferito il pilota giapponese, prendendo alla sprovvista un po’ tutti.

Per quanto riguarda gli altri due piloti italiani, saliti sul podio in Qatar durante la scorsa gara, Iannone è molto carico e pieno di motivazione, probabilmente dovuto al momento d’oro che sta vivendo con la sua squadra. Dovizioso è molto legato alla pista di Austin, proprio perché nello scorso 2014 salì sul quel podio per la prima volta con la Ducati e, pur riconoscendo la particolarità del tracciato texano, si dice pronto ad accendere i motori e dare il meglio di sé.

A questo punto non ci resta che aspettare venerdì mattina con la prima sessione delle prove libere alle 9,55 (16,55 ore italiane) e l’inizio della gara alle 14 (21 ore italiane).

Stay tuned!