TrueRiders

MotoGP 2015: al Mugello vince Lorenzo

Jorge_Lorenzo_-_Motorland

 Il Gran Premio d’Italia 2015 conferma l’ottimo momento dello spagnolo alla guida della Yamaha; Rossi, terzo, è ancora in testa alla classifica piloti.

 

Il GP d’Italia 2015 del Motomondiale si è chiuso domenica con il trionfo di Jorge Lorenzo e della Yamaha. Accanto alla grande prestazione dello spagnolo, infatti, la conferma che arriva dal sesto appuntamento con il MotoGP è quella di una Yamaha velocissima. Su sei gare del Motomondiale nel 2015, infatti, ben cinque volte il primo gradino del podio è stato occupato da un pilota in sella ad una moto della casa giapponese di Iwata.

Andiamo con ordine. Il week end di prove libere aveva premiato Iannone in sella a Ducati, che ispirato dall’aria del Mugello conquistava la pole davanti a Lorenzo e a Dovizioso, terzo sulla griglia di partenza. Ieri, in una gara perfetta e spettacolare, ricca di duelli e sorpassi, non sono mancate le emozioni forti: Marquez che in tre giri risale dalle ultime file per dar battaglia ai suoi avversari, prima di dover abbandonare suo malgrado la gara per una brutta scivolata. Dovizioso al 15esimo giro è costretto al ritiro, Valentino Rossi (che al Mugello ha vinto per 7 anni di seguito) partito malissimo, è costretto a infilare un sorpasso dopo l’altro per raggiungere il gruppo di testa.

Ma al Mugello domenica uno strepitoso Lorenzo ha dominato su tutto e tutti, lasciandosi alle spalle Iannone (secondo) e il leader della classifica piloti Rossi (terzo posto per lui, sempre sul podio quest’anno). Agguerrito e affamato di vittoria, concentrato e preciso nella guida, il catalano di Palma di Maiorca, una volta conquistata la testa della corsa, ha rifilato distacchi record ai suoi inseguitori, tagliando il traguardo con cinque secondi e mezzo di vantaggio su Iannone.

Il trionfo di Lorenzo si è affiancato a quello della Yamaha: la M1 quest’anno sembra voler lasciare solo le briciole alla Ducati (seconda nella classifica costruttori) e alla rivale di sempre, la Honda. Al Mugello è arrivata la conferma che quest’anno la moto da battere è la quattro cilindri nipponica.
Il prossimo appuntamento è fra due settimane per il GP di Catalogna a Montmelò: Lorenzo gioca in casa, Rossi deve difendere il primato di classifica, Iannone si veste da terzo incomodo e la Yamaha cerca conferme. Il campione del mondo in carica Marquez e la Honda sono accerchiati e ormai lo sanno: quest’anno la lotta per il mondiale sarà ancora più agguerrita.