TrueRiders

MotoGP 2017, Montmelò: bis di Andrea Dovizioso nel GP di Catalogna

MotoGP 2017: Andrea Dovizioso conquista anche il Montmelò e fa suo il GP di Catalogna

Storico successo per la coppia Dovizioso-Ducati, che vede ora avvicinarsi anche la vetta della classifica mondiale MotoGP 2017. Sul podio del Montmelò anche Marquez e Pedrosa

Andrea Dovizioso e Ducati centrano un bis da libri di storia del motomondiale: dopo l’eccezionale vittoria del Mugello, il forlivese conquista la seconda vittoria consecutiva, traguardo che alla rossa di Borgo Panigale mancava dal 2010 e dall’uomo dei record Casey Stoner. Accanto a lui sul podio le due Honda HRC di Marc Marquez e Dani Pedrosa, costretto ad accontentarsi del terzo posto nonostante i pronostici della vigilia. Complice anche la prestazione opaca della Yamaha, che patisce ancora una volta i tracciati con scarso grip, il campionato è ora apertissimo e vede proprio Dovizioso inseguire il leader Maverick Viñales, a sole 7 lunghezze di distanza.

In effetti, mentre Ducati ride anche grazie a un buon quarto posto di Jorge Lorenzo, che paga però sotto la bandiera a scacchi i conti di una fase centrale della corsa non all’altezza di avvio e giri finali, Yamaha non sorride affatto: fuori dalla top five tanto Rossi (ottavo) quanto Viñales (decimo), che chiudono entrambi alle spalle delle due moto satellite di Joan Zarco e Jonas Folger. In Giappone urge correre ai ripari, dato che appare ormai evidente come in condizioni come quelle già riscontrate a Jerez, prima ancora del GP di Catalogna, la M1 nella sua versione 2017 soffra terribilmente e, alla fine del campionato, i punti persi per strada in questo frangente potrebbero davvero pesare.

Da segnalare infine, per quel che riguarda i colori italiani, la caduta finale di Danilo Petrucci, quinto al momento della scivolata. Crisi nera per Andrea Iannone che, sedicesimo, precede solo di un soffio il team-mate Sylvain Guintoli, chiamato nuovamente a sostituire il convalescente Alex Rins.

Trionfo in solitaria in Moto2 per Alex Marquez, favorito sin dalla vigilia e capace in gara di concretizzare la superiorità mostrata, almeno su questo tracciato, già durante le prove; con lo spagnolo sul podio anche Mattia Pasini, che dà quindi un importante segnale di continuità alla bella vittoria conquistata  la scorsa settimana davanti al pubblico italiano, e Tom Luthi. Lo svizzero è terzo sul traguardo e, aiutato dalla sesta posizione di Franco Morbidelli, accorcia ulteriormente le distanze dalla vetta iridata: sono comunque ancora sette i punti di vantaggio su cui può contare l’italiano, che pare sempre più destinato il prossimo anno a salire in sella a una MotoGP. Se nella middle-class il leader di classifica va forse incontro ai primi grattacapi della stagione, in Moto3 va invece in scena l’ennesima prestazione trionfante di Joan Mir che, con un ultimo giro da incorniciare, relega sui gradini più bassi del podio l’ottimo Romano Fenati e il poleman Jorge Martin. Per il giovane talento spagnolo, il futuro appare sempre più roseo: all’allungo in classifica mondiale fa infatti da eco il contratto firmato per i prossimi tre anni con il Team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS, con il quale debutterà quindi nel 2018 in Moto2.

È comunque ancora presto per pensare al prossimo anno: lo sanno bene i protagonisti del campionato MotoGP 2017, ancora tutto da scrivere. Non perdete allora il prossimo appuntamento con la pista… e che pista! Prossima tappa del motomondiale è infatti la suggestiva Assen, capace di regalare anche negli ultimi anni corse dall’esito tutt’altro che scontato. Non mancate!