TrueRiders

MotoGP 2017, Mugello: Rossi c’è. Sarà bagarre con Marquez e Viñales?

shutterstock 211041643 740x494 - MotoGP 2017, Mugello: Rossi c'è. Sarà bagarre con Marquez e Viñales?

Valentino Rossi ha sciolto tutte le riserve e sarà in pista al Mugello, dove domenica si svolgerà una delle gare più attese del calendario MotoGP 2017. Sarà proprio il Dottore a vincere?

Dopo una vigilia all’insegna del dubbio, quello riguardante la partecipazione di Valentino Rossi, alle prese con le conseguenze di una caduta in allenamento che lo ha portato al ricovero all’Ospedale “Infermi” di Rimini, si accendono finalmente i riflettori sulla pista del Mugello, dove venerdì mattina i piloti del motomondiale – Dottore compreso – affronteranno il primo turno di prove libere del Gran Premio d’Italia. La bellezza del tracciato toscano e il calore dei tifosi italiani ne fanno del resto uno degli appuntamenti più attesi dell’intero campionato e la stagione MotoGP 2017 non fa certo eccezione. Complice anche l’incertezza ai vertici della classifica iridata che, dopo la vittoria di Le Mans, vede ora al comando lo spagnolo Maverick Viñales.

Sarà dunque il giovane di casa Yamaha l’uomo da battere domenica? Dal ritorno (che tanto ha fatto discutere) dei vecchi pneumatici Michelin alla reazione di Marc Marquez all’ennesimo zero rimediato in Francia, tante le incognite che gravano sul risultato, non ultimo lo stato di forma dello stesso Valentino Rossi. E chissà che, nonostante un avvicinamento a dir poco travagliato, non sia proprio questo l’anno giusto per rivederlo anche qui sul gradino più alto del podio.

Da non sottovalutare poi, ovviamente, Ducati, in pista anche con la wild card Michele Pirro: a giocare a favore della rossa, oltre al fattore casa, anche i test disputati sull’asfalto toscano non molti giorni fa. Occhio quindi non solo ad Andrea Dovizioso, ma anche a Jorge Lorenzo che, sempre particolarmente competitivo su questo tracciato quando vestiva i colori Yamaha, potrebbe ritrovare proprio tra le colline italiane la strada della competitività ai massimi livelli. Confidando in ottica tricolore anche in qualche exploit della coppia Iannone-Suzuki, alla lista dei pretendenti al podio sono da aggiungere poi senza dubbio Pedrosa, Zarco e Crutchlow. Un elenco di nomi fitto, che lascia presagire una battaglia serrata e – si spera – capace di riservare spettacolo fino all’ultima curva, come accaduto ad esempio l’anno scorso con la bella bagarre tra Marquez e Lorenzo.

Se la MotoGP promette scintille ma anche emozioni, quelle legate al ricordo dello scomparso Nicky Hayden, cui saranno dedicati 69 (come il suo numero di gara) secondi di silenzio, la Moto3 non si tira certo indietro. Al momento, la classifica premia ancora una volta la Spagna, con Joan Mir, ma sono tanti gli italiani che possono ambire ai festeggiamenti al parco chiuso, a cominciare da Romano Fenati, suo primo rivale nella lotta al titolo della entry-class. Per gli estimatori dell’inno di Mameli, possibilità di soddisfazioni in arrivo anche dalla Moto2, dove Franco Morbidelli veste ormai comodamente i panni dell’assoluto dominatore di categoria.

Sarà vittoria anche davanti ai tantissimi fan che si godranno dal vivo il GP d’Italia? Per scoprirlo, non resta che sintonizzarsi domenica su Sky MotoGP (o su TV8, dove le tre gare saranno trasmesse in chiaro e in diretta) a partire dalle ore 11. Si inizia come di consueto con la Moto3 per un crescendo di battaglie in pista che culminerà alle 14 con il via della MotoGP. Chi sarà il re del Mugello, almeno per questo 2017?