TrueRiders

MotoGP 2018, Jerez: cambio al vertice dopo la Spagna?

MotoGP 2018, Marquez

La stagione MotoGP 2018 approda finalmente in Europa, con l’ormai tradizionale tappa di Jerez de la Frontera. Notizie, curiosità e orari tv del GP di Spagna

Dopo Qatar, Argentina e Texas, la MotoGP 2018 si avventura in terra europea: a dare il via al lungo tour nel Vecchio Continente sarà il GP di Spagna disputato sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera. Cinque curve a sinistra e otto a destra per un totale di 4,4 chilometri di lunghezza che, a partire da quest’anno, saranno intitolati a Angel Nieto, il “12+1 volte” campione del mondo scomparso lo scorso agosto. Prevista infatti giovedì 3 maggio la cerimonia ufficiale con cui il tracciato cambierà il suo nome in Circuito Jerez-Ángel Nieto.

Una pista ormai storica per il motomondiale, ma anche decisiva per delineare il presente e le sorti della stagione in corso, che vede Andrea Dovizioso capeggiare la classifica iridata con un solo punto di vantaggio su Marc Marquez e cinque lunghezze di scarto su Maverick Viñales. Se il forlivese è stato finora abile nel raccogliere il più possibile anche da situazioni di svantaggio, l’impressione è che il “pallino del gioco” sia in mano allo spagnolo numero 93 che, al contrario dell’italiano e complici i noti fatti dell’Argentina, non ha finora saputo capitalizzare a pieno la propria velocità.

Bene Honda, dunque, che potrà contare anche su un Dani Pedrosa sulla via della piena guarigione. In recupero nonostante un’elettronica ancora da affinare e sistemare la Yamaha: questo almeno il giudizio di Valentino Rossi, da tenere sempre d’occhio su una pista che l’ha visto trionfare già 7 volte nella sola massima cilindrata. Ancora difficile da decifrare, invece, la Ducati in versione 2018. Malgrado la leadership di Dovizioso, a Borgo Panigale non sono tranquilli e le recenti performance di Danilo Petrucci e Jorge Lorenzo ne sono la controprova.

Per il maiorchino, tra l’altro, proprio Jerez potrebbe essere il crocevia della stagione: riuscirà il numero 99 – cui è peraltro intitolata la curva 13 del tracciato – a risorgere sulla pista amica di Jerez?  L’inizio di stagione impedisce pronostici troppo ottimisti, ma il podio centrato lo scorso anno dopo un avvio altrettanto tumultuoso lascia spazio a qualche speranza di rivederlo competitivo anche su Ducati. Un’alternativa per il suo futuro potrebbe essere la Suzuki, ben difesa però dal possibile partente Andrea Iannone con la terza piazza di Austin.

Il campionato è ancora lungo, ma inutile negare che il GP di Spagna potrebbe sbloccare le ultime pedine del motomercato. Come incideranno i risultati di Jerez de la Frontera? Per scoprirlo non resta che sintonizzarsi davanti alla tv: attenzione però alla differita! In occasione del quarto appuntamento con la MotoGP 2018 solo gli abbonati Sky potranno infatti godere delle tre gare in diretta, con il consueto via alle 11.00 per la Moto3, alle 12.20 per la Moto2 e alle 14.00 per la MotoGP. Su TV8, e quindi in chiaro, le tre categorie saranno invece trasmesse in differita a partire dalle ore 18; previsto in particolare per le ore 21 lo start della classe regina.

Mara Guarino

NOTIZIE, INFORMAZIONI E NOVITà DAL MONDO DELLE DUE RUOTE