TrueRiders

Motomondiale 2017, GP delle Americhe: anticipazioni

shutterstock 621005120 740x530 - Motomondiale 2017, GP delle Americhe: anticipazioni

La terza data sul calendario del Motomondiale è quella del 23 aprile. Si corre a Austin in Texas: il circuito, impegnativo, piace molto a Marquez e a Valentino che, tra l’altro, ammette di averci un conto in sospeso. Ma tra i due litiganti spunta Viñales.

Sul sito ufficiale MotoGP, il countdown segna -1 all’inizio della terza tappa del Motomondiale. Protagonista del weekend 21-23 aprile sarà il circuito texano di Austin: un tracciato impegnativo, inaugurato con la Formula1 nel 2012 e divenuto dall’anno seguente tappa fissa del calendario del Motomondiale. Per differenti motivi, dopo la prima in Qatar e la seconda in Argentina, per l’evento USA i favoriti sono ancora loro tre: Marquez, Viñales e Rossi.

Il circuito

I 5,513 km del Circuit Of The Americas metteranno alla prova i piloti della classe regina con ben 11 curve a sinistra e 9 a destra. Un tracciato difficile ed impegnativo, anche per i freni, caratterizzato dal forte dislivello in salita -ben 41 metri –  al termine del lunghissimo rettilineo. Un tracciato che piace, a Marquez specialmente, detentore negli ultimi 4 anni di 4 vittorie, nonchè del tempo record, con tempo 2’03.575 e velocità massima di 345.2 km/h.

La situazione attuale

Terza tappa del Motomondiale, quella del prossimo week end vede una classifica diversa da quella che in molti si sarebbero potuti immaginare. Viñales, estremamente soddisfatto della sua M1, ha messo a segno due incredibili vittorie, guadagnandosi il gradino più alto del podio sia alla prima in Qatar che alla seconda in Argentina.

Il Dottore segue a ruota, secondo in classifica con un terzo a Losail e il secondo piazzamento a Termas de Rio Hondo, mentre il campione in carica Marc Marquez, ritiratosi in Argentina dopo la caduta, è solo ottavo. Terzo in classifica Andrea Dovizioso, staccato da Rossi di soli 16 punti. Niente da fare, invece, per Lorenzo e la sua Ducati, ancora digiuni di un risultato apprezzabile.

Maverik Viñales16508680 1335560166487121 7376238197504779297 n 768x432 - Motomondiale 2017, GP delle Americhe: anticipazioni

Partiamo da lui anche perché primo in classifica. Lo spagnolo sembra affamato di primi posti: le due incredibili vittorie raggiunte nelle precedenti tappe lo pongo quindi senza alcun dubbio tra i favoriti. Vero è che nulla è mai detto, ma dato anche l’ottimo risultato dello scorso anno sul circuito texano (arrivò 4o in sella alla sua Suzuki), penare al tris è più che lecito: “Sono sempre andato forte qui – ha spiegato in conferenza stampa – e lo scorso anno ho centrato uno dei miei risultati migliori in America, per cui penso sia una pista che si adatta al mio stile di guida.

Non vedo l’ora di capire come funzionerà la mia M1 qui e quali saranno le mie sensazioni ma sono fiducioso e so di poter fare un’altra buona gara”.

Valentino Rossi17917180 1494872167210891 8286084318315358246 o 768x512 - Motomondiale 2017, GP delle Americhe: anticipazioni

Andiamo in ordine e presentiamo il secondo grande favorito della terza data, il Dottore. Prima – a Losai – terzo, poi – in Argentina – secondo e ora ci sia aspetta il primo…Da “riparare” anche la sconfitta a Austin dello scorso anno: Il tracciato di Austin è molto difficile, ma amo correre qui, anche se ho un conto in sospeso con questa pista”, ha spiegato il Rossi, dicendosi determinato a portare a casa parecchi punti: “quest’anno voglio provare a fare una buona gara, mi piace anche l’atmosfera che si respira e vengo sempre qui molto volentieri”.

Marc Marquez

Campione in carica, Marquez è solo ottavo in classifica generale. L’inizio stagione non è certo andato come se lo immaginava e i punti da recuperare (vero che siamo comunque solo all’inizio del Campionato) parecchi. Marc ha però dalla sua ben 4 vittorie (nelle ultime 4 gare) sul circuito texano, cosa che fa ben sperare i suoi tifosi.

“Sono felice di correre su una pista come Austin che amo molto, anche se ovviamente avrei preferito arrivare lì in una posizione migliore. In ogni caso – assicura lo spagnolo –  darò il 100% per cercare di ottenere il nostro primo podio in questa stagione. Ho grandi ricordi legati ad Austin e per me è una delle migliori gare in calendario. Mi piace il layout della pista, con molti settori diversi fra loro, curve e cambi di pendenza. E poi amo molto l”American style’, con tutti i tifosi che si godono lo sport e il divertimento lungo il circuito. Non resta che tornare in azione e vedere come andrà”.