TrueRiders

Viaggi in moto, consigli per la scelta degli pneumatici

Viaggi in moto pneumatici

Dalle pagine del nostro sito proviamo a offrire consigli e suggerimenti ai lettori che utilizzano la propria moto anche per le escursioni fuori porta o direttamente per le vacanze, come l’articolo in cui abbiamo parlato delle strategie per preparare una valigia, soprattutto in un viaggio a due, o quello in cui ci siamo concentrati sul tema sicurezza, spiegando alcune procedure per effettuare la manutenzione della moto prima della partenza.

Quando bisogna cambiare gomme

Proprio in quest’ultimo pezzo abbiamo dedicato un passaggio veloce alla questione “gomme“, soffermandoci in maniera veloce sul controllo dell’usura e della pressione, fondamentale per evitare brutte sorprese. Ma che fare quando gli pneumatici sono ormai a fine vita?

Quali sono i prodotti su cui concentrare la nostra attenzione? Ecco allora una serie di spunti per gli acquisti dedicati a chi si appresta a tornare in sella.

Consigli per gli acquisti

La nostra attenzione si concentra in particolare su cinque modelli sport touring di sicura affidabilità e resa, proposti da alcuni dei principali protagonisti del mercato e testati dagli esperti di alcune delle principali testate specialistiche; per i prezzi, invece, facciamo riferimento al listino di Euroimport Pneumatici, il sito italiano più famoso per la vendita di gomme online.

Andiamo allora a scoprire qualcosa in più su Metzeler Roadtec, Michelin Pilot Road 4, Dunlop RoadSmart III, Continental RoadAttack2 e Bridgestone Battlax T31.

Metzeler, gli pneumatici dell’anno (ogni anno)

Il primo modello che ci sentiamo di suggerire è proprio quello proposto dai tedeschi di Metzeler, che probabilmente sono il brand più “sicuro” del mondo due ruote: la gomma Roadtec 01 è stata votata come miglior pneumatico sport touring nell’anno del suo debutto sia dalla rivista tedesca Motorrad che da quella inglese MCN, conquistando inoltre per due anni consecutivi il titolo di Pneumatico dell’Anno.

Merito di caratteristiche di grande qualità, come la capacità di entrare in temperatura con una rapidità eccezionale, anche nelle situazioni più fredde, e soprattutto di mantenere un buon grip a prescindere dalle condizioni meteo; a questa eccellenza corrisponde anche un prezzo piuttosto elevato, visto che in media le due ruote costano poco più di 120 euro l’una.

Le gomme Michelin

Più abbordabili, e non meno performanti, si rivelano allora gli pneumatici Michelin: in questo caso, il prezzo medio scende di circa 10 euro per gomma, mentre le caratteristiche tecniche restano comunque di buona qualità, soprattutto nella guida su asfalto bagnato.

I tecnici francesi hanno infatti studiato alcune soluzioni innovative per migliorare la resa in caso di pioggia, proponendo ad esempio un disegno del battistrada con lamelle brevettate che riducono gli spazi di frenata e aumentano allo stesso tempo l’aderenza, qualunque sia l’angolo di piega della moto.

Le nuovissime Bridgestone Battlax T31

Merita una menzione anche l’ultimo nato in casa Bridgestone, gli pneumatici Battlax T31 che si candidano a diventare alleati sia di chi viaggia con borse e fidanzata al seguito sia dei biker che preferiscono affrontare curve in solitaria.

Rispetto alle versioni precedenti, questo nuovo prodotto presenta un battistrada completamente ridisegnato, con un nuovo rapporto tra pieni e vuoti nella zona della spalla e scanalature più profonde, che migliorano anche il drenaggio dell’acqua e il grip sul bagnato. In questo caso, il prezzo oscilla tra i 110 e i 120 euro.

Uno sguardo alle altre soluzioni

Passiamo all’analisi delle gomme Continental RoadAttack2 che, essendo anche le più “vecchie” del lotto, sono anche quelle che possono essere acquistate al prezzo più basso, anche a meno di 100 euro a ruota.

Il tutto senza perdere troppo in qualità e prestazioni, perché la tecnologia messa a punto dalla Continental continua a offrire buone risposte ai motociclisti sport touring.

In ultimo parliamo velocemente anche dei Dunlop RoadSmart III, terza generazione del modello stradale per antonomasia del produttore statunitense, lanciato sul mercato dopo ben 31 mesi di ricerca e sviluppo, necessari per migliorare le performance dei “progenitori” e assicurare maggior maneggevolezza di guida e ancor più sicurezza: a distanza di due anni dalla commercializzazione, oggi il prezzo di questi pneumatici si aggira intorno ai 110 euro.

Articolo a cura di Antonio Maria Grimaldi