Gole di Bicaz, in moto lungo i canyon della Romania

Gole di Bicaz




Decenni, secoli, millenni: il ritmo della natura è lento ma inesorabile, e dà vita a scenari di vertiginoso splendore. Le Gole di Bicaz sono uno dei luoghi più belli da attraversare nei Carpazi Orientali, in Romania, dove le montagne fanno da corona a strade che sono tutto tranne che dritte e pianeggianti. 

L’itinerario in moto lungo il fiume Bicaz congiunge la Moldavia e la Transilvania, due regioni storiche dove la natura spaventa e affascina insieme. Dunque lanciamoci in questa avventura!

Gole di Bicaz in moto, l’itinerario

Per un viaggio completo alla scoperta di Bicaz, delle gole, del fiume e dei laghi, consigliamo un bell’itinerario di due giorni. Il primo dedicato al giro del lago – il lago artificiale più grande di Romania – e il secondo dedicato alla traversata delle Gole, che si conclude infine con il punto d’arrivo al Lago Rosso. 

Mappa

Percorso

Il percorso è suddiviso in due parti: l’ideale è percorrerle in due giornate diverse, la prima dedicata all’esplorazione del Lago Bicaz e la seconda in cui si entra nel vivo dei canyon

Primo giorno: la partenza è da Bicaz. Dirigiti verso il lago e poi gira a sinistra verso Izvoru Muntelui (strada 155F). Proseguendo farai un buon tratto su strade di montagna, tra stupefacenti costoni di roccia, silenziosi monasteri, e accoglienti rifugi dove fermarsi per una pausa. 

La strada scende quindi verso il lago: è un tratto più semplice, che tocca Bistricioara. Poi immettiti a destra sulla strada 15 che porta a Călugăreni e a Poiana Largului, estremo settentrionale del lago. 

Torna a costeggiare lo specchio d’acqua, fino a Chirițeni, e poi sempre verso sud a Ruginesti. Il punto finale della tua circumnavigazione è segnato dalla monumentale diga che sorge sul Lago Bicaz, dalla quale puoi tornare comodamente al tuo punto di partenza. 

Secondo giorno: si va alle gole! Da Bicaz prendi la strada Piatra Corbului 12C che costeggia il fiume Bicaz. Continua sempre dritto. 

Il bello viene quando termina la parte all’interno del distretto di Neamț e ti addentri nel distretto di Harghita. È qui che iniziano le vere e proprie Gole di Bicaz (Cheile Bicazului), 8 km di passaggio nel cuore vivo della roccia. 

L’arrivo finale è al Lago Rosso, lago naturale da apprezzare sia a pelo d’acqua che dall’alto dei belvedere. Nei dintorni del borgo, ristoranti e alberghi soddisferanno il tuo bisogno di rigenerarti con cibo e relax!

Tutto quello che c’è da sapere sulle Gole di Bicaz

Fin qui abbiamo parlato dell’itinerario per vivere una delle zone più apprezzate dai motociclisti che viaggiano in Romania. Ma il tuo viaggio non è solo in sella: ecco cosa vedere nei dintorni delle Gole di Bicaz

Le Gole di Bicaz e le rocce a strapiombo

Gole di Bicaz, Romania
Le gole di Bicaz hanno una delle serpentine più belle di tutta la Romania

Cosa ti puoi aspettare guidando verso le Gole di Bicaz? Entrerai in una strettoia formata da 8 chilometri di rocce verticali, di un’altezza che può superare i 300 metri, e dal colpo d’occhio impressionante. 

Le Gole di Bicaz si trovano nelle montagne Hasmas (Parco nazionale della gola Bicaz-Hasmas) e sono circondate dal monte Bardos a nord, dal monte Piatra Poienii a sud, e dal monte Piatra Surducului a est. 

È un canyon amato dai motociclisti ma anche dagli scalatori, che trovano qui pareti stupefacenti sulle quali sfidano l’altezza e la gravità. Chiunque passa attraverso questo orrido si sente piccolo piccolo di fronte alla natura invincibile e maestosa. 

Il Lago Rosso della Romania

Lago Rosso
Il Lago Rosso, o Lacul Rosu

Perché “Lago Rosso”? Per il suo caratteristico colore rossastro, causato dai depositi di ossido di ferro in sospensione. È un lago relativamente recente, che si è formato lungo il fiume Bicaz nel 1837 in seguito a rovinose frane.

È un lago in cui si possono osservare “tronchi pietrificati”, ovvero ceppi d’alberi morti, che spuntano dall’acqua. La valle inondata era infatti anticamente ricoperta da una foresta. 

Secondo una leggenda, il Lago Rosso (Lacul Rosu in romeno) si formò con il sangue di un gruppo di giganti, che si trovavano seduti sotto il fianco della montagna quando questa franò, schiacciandoli e uccidendoli. Per questo viene anche chiamato “Lago Assassino”. 

Bicaz e dintorni: cosa vedere

Il Lago di Bicaz (Lacul Izvorul Muntelui)

Il lago di Bicaz (in romeno Lacul Izvorul Muntelui) è una destinazione turistica del distretto di Neamț, nella regione della Moldavia. È frequentato soprattutto in estate, quando i visitatori prendono il traghetto dal porto di Bicaz per fare una gita sul lago e per vedere il Monte Ceahlău sulla sponda occidentale.

L’area è attrezzata per ospitare i turisti: si trovano infatti diversi campeggi e alberghi. È un luogo apprezzato soprattutto dagli escursionisti, che qui possono fare belle passeggiate sui sentieri montani. 

Per il tuo itinerario su due ruote, invece, ti consigliamo almeno di fare tappa al belvedere di Izvorul Muntelui, per scattare qualche foto ricordo del tuo viaggio alle gole di Bicaz. A presto per nuove avventure in moto!

Scopri anche:

Avatar per TrueRiders

TrueRiders


GOLE DI BICAZ

  • Lunghezza (km): 133
  • Durata: 3 ore
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Bicaz
  • Arrivo: Lago Rosso
  • Principali località attraversate: Izvoru Muntelui, Ceahlău, Poiana Largului, Ruginesti, Bicaz