Sali a Borgo, tappa 1: Lombardia e Veneto in moto tra laghi e borghi

borghetto, valeggio sul mincio

La prima tappa del progetto Sali a Borgo 2020 vedrà come mete d’eccezione Lombardia e Veneto. Due regioni molto care al grande pubblico motociclistico, caratterizzate da borghi, città d’arte, grandi strade di montagna e non solo.

Insieme all’Associazione “I Borghi più belli d’Italia”, con il patrocinio di ENIT – Agenzia Nazionale Italiana del Turismo e ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), l’organizzazione di Ecce Italia e Valica con il supporto di TrueRiders ed Europ Assistance Italia (che in questa estate 2020 propone ai tutti coloro che vogliano scoprire il Bel Paese Viaggi Italia, la nuova assicurazione per viaggiare in tutta sicurezza anche in caso di Covid-19) abbiamo pensato a un viaggio di tre giorni (dal 23 al 25 luglio 2020) che vedrà impegnato il nostro testimonial d’eccezione, Roberto Parodi, in un viaggio di 250 chilometri con partenza da Brescia e arrivo a Montagnana.

Le destinazioni

L’itinerario di Roberto Parodi partirà da Brescia, la Leonessa d’Italia. Città di arte e storia dalla bellezza incredibile, qui è possibile visitare i “Due Duomi”, il Duomo Vecchio e il Nuovo, le cui strutture sono affiancate.

Di grande rilevanza storica anche il Castello di Brescia e la celebre Piazza della Loggia. Lasciata Brescia, il nostro testimonial di Sali a Borgo proseguirà lungo la Gardesana Occidentale in direzione di Tremosine sul Garda, dove sorge la Strada della Forra, che Winston Churchill definì come l’ottava meraviglia del mondo.

Dopo aver valicato il tratto del Garda Trentino ed essere giunto sulla Gardesana Orientale, in Veneto, Roberto proseguirà verso Valeggio sul Mincio. Il suggestivo Borghetto, che sorge sulle sponde del fiume Mincio, è caratterizzato da antiche architetture immerse nel verde, dove scoprire tutto il bello della natura veneta. Non lontano, il Parco Giardino Sigurtà merita una visita, essendo considerato tra i parchi più belli d’Europa.

L’itinerario si concluderà a Montagnana, una delle città murate meglio conservate d’Italia, nonché Bandiera Arancione, Spiga Verde e tra i Borghi più belli d’Italia. Le fortificazioni, unitamente ai monumenti storici che si trovano entro la cinta muraria, fanno di Montagnana la meta ideale di questo primo percorso del progetto Sali a Borgo 2020.

L’itinerario

Mappa

Percorso

Il percorso della prima tappa sarà articolato in tre passaggi, ognuno caratterizzato da distanze e durate simili. A ogni tappa intermedia Roberto Parodi incontrerà personaggi della vita locale (amministratori, produttori, etc.) e racconterà l’Italia minore attraverso gli occhi del turista motociclista.

Questi i passaggi della tappa:

  • Brescia – Tremosine sul Garda – Km 75 via SS45bis – Tempo: 1 h e 30 min
  • Tremosine sul Garda – Borghetto – Km 105 via A22/E45 oppure km 86,5 via SS45bis oppure km 85,4 via SP38 e SS45bis – Tempo 1 h e 30 min circa
  • Borghetto – Montagnana: tra i 77 e gli 88 Km via SS434 oppure A4/E70 oppure A4/E70 e SP7 – Tempo: 1 h e 10 min circa

Il programma

Nel corso della prima giornata di viaggio, Roberto Parodi incontrerà le autorità di Tremosine sul Garda, visitando il Borgo in compagnia di una guida del luogo. Qui potrà degustare le specialità locali al Ristorante al Castelletto (Vicolo della Scaletta 10) e al Caseificio Alpe del Garda, dove potrà scoprire i migliori prodotti caseari della Gardesana Occidentale.

La seconda giornata di viaggio, tra Tremosine e Borghetto prevederà la visita guidata alla splendida località sul Mincio, con degustazione di prodotti tipici e una visita in una delle numerose aziende di produzione gastronomica del territorio. Qui Roberto sosterà presso l’Hotel Ristorante La Cantina / Hotel Faccioli.

Gusto e cultura saranno anche i protagonisti della terza giornata, a Montagnana, insieme all’incontro con il primo cittadino e la visita sia al Ristorante Palio che al Prosciuttificio Attilio Fontana.

 Come seguire Sali a Borgo

Il racconto di Sali a Borgo – con testimonial d’eccezione Roberto Parodi – sarà pubblicato all’interno di TrueRiders, ma non solo. Potrete infatti seguire il nostro testimonial anche sulle pagine Facebook e Instagram di TrueRiders e sui canali social di Roberto (Facebook, Instagram).

Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015