Murcia, il Molise di Spagna


Ebbene sì, piccola e incuneata tra regioni più grandi, la Murcia è una regione che può essere considerata “il Molise di Spagna”. E proprio come la regione italiana, è ancora poco massificata, vanta paesaggi naturali straordinari, e si affaccia sul mare. Se vuoi scoprire in moto un angolo di penisola iberica che non tutti conoscono, allora questo è il viaggio che fa per te!

Murcia, l’itinerario in moto

L’itinerario in moto in Murcia può essere fatto tutto l’anno, poiché non ha altitudini rilevanti. Attenzione all’estate: le temperature potrebbero essere molto elevate, con un caldo che può essere decisamente fastidioso soprattutto nelle ore centrali della giornata. A questo però puoi rimediare con un tuffo in acqua: non dimenticare il costume da bagno!

Mappa

https://goo.gl/maps/ED5vbjPNUTEUrvCaA

Dettagli

  • Partenza: La Manga del Mar Menor
  • Arrivo: Caravaca de la Cruz
  • Lunghezza: 223 km
  • Durata: 3 ore e 6 minuti
  • Tappe: Cartagena, Murcia, Abanilla, Hoya del Campo.  

Itinerario

Dopo una bella visita (e un buon bagno) sul cordone di terra del litorale di La Manga del Mar Menor, è tempo di salire in sella e partire. La prima tappa è Cartagena, che puoi raggiungere in una mezz’ora scarsa lungo la strada RM-12. 

Vai in direzione nord sulla A-30, strada fatta quasi esclusivamente da rettilinei, che in una cinquantina di km conduce fino a Murcia, capoluogo di regione. Da qui Abanilla dista solamente una mezz’ora (strada RM-414).

Prossima tappa: Hoya del Campo. La raggiungi attraverso la strada RM-411 che passa dalle località Fortuna e La Espada, prima di girare a destra sulla A-30 per raggiungere la cittadina che in italiano si tradurrebbe “Buco del Campo”. 

Continua dritto sulla A-30 e poi svolta a sinistra sulla RM-714, in meno di un’ora arriverai a Caravaca de la Cruz e alla sua importante basilica, popolare mèta di pellegrinaggio e destinazione finale del tuo percorso in moto nella Murcia. 

Tutto ciò che c’è da sapere sulla Murcia

La comunità autonoma della Murcia si trova incuneata tra l’Andalusia, la regione di Valencia, la Castiglia-La Mancia e il mar Mediterraneo. Le cittadine del territorio mostrano edifici storici che testimoniano la dominazione araba dell’VIII Secolo d.C., accanto a chiese e luoghi di culto molto importanti per la cristianità. Man mano che si avanza nell’entroterra, la vegetazione si fa più selvaggia e di tipo mediterraneo. 

La Murcia offre tante attrazioni, e ti diciamo quelle da visitare, città per città! 

La Manga del Mar Menor

La Manga del Mar Menor, Murcia

È sicuramente un luogo suggestivo, ideale per fare il bagno, ma molto interessante anche solo da attraversare in moto. La Manga del Mar Menor è un cordone di litorale formato da una striscia di terra lunga 21 km, larga in media 100 metri, che separa il Mar Mediterraneo dalla laguna del Mar Menor. 

Il Mar Menor, infatti, è una laguna che si estende da Cabo de Palos alla Punta del Mojón, le sue acque sono divise tra i comuni di Cartagena e di San Javier, e al suo interno ci sono cinque isole di origine vulcanica. Il mare è poco profondo.  

Cartagena

Da non confondere con l’omonima città colombiana, Cartagena in Murcia è stata fondata dal generale cartaginese Asdrubale (227 a.C.), da allora ha mantenuto molta importanza come città portuale e navale. Gli scavi archeologici continuano a rivelare un florido passato antico; in particolare merita visitare il Museo del Teatro Romano con le imponenti rovine, e la Casa della Fortuna.  

Climaticamente è una delle città più aride d’Europa, ma non è certo arida l’accoglienza degli spagnoli, molto disponibili in un’atmosfera cittadina molto rilassata. È una località di mare dove non c’è ancora troppo affollamento, e si possono trovare prezzi abbastanza bassi. 

Murcia

Murcia è una città molto particolare, la cui anima profonda è conosciuta più dagli studenti universitari (che vengono qui in Erasmus) che dai turisti. Le visite classiche sono il Ponte Vecchio costruito in pietra, la Plaza de la Glorieta cuore del centro storico, e la Cattedrale in stile gotico costruita sui resti di una moschea. 

L’edificio che ti stupirà probabilmente sarà il Real Casino de Murcia, maestosa costruzione ottocentesca con facciata elaborata, sontuosa, aristocratica. E se ti senti ispirato per una giocata alla roulette, ti auguriamo in bocca al lupo!

Caravaca de la Cruz

Caravaca de la Cruz è una cittadina conosciuta come una delle sei città sante del cristianesimo. La Basilica Santuario della Croce all’interno del Real Alcázar conserva la Croce di Caravaca, particolare croce a forma “patriarcale” con due aste orizzontali, che è considerata il talismano più potente del mondo. 

Altri luoghi importanti della città come mète di pellegrinaggio sono la Chiesa di El Salvador, la Chiesa della Purísima Concepción, il Convento di Nuestra Señora del Carmen, la Chiesa di San José. 

Dove mangiare e dove dormire

E proprio come i pellegrinaggi, anche i viaggi in moto hanno bisogno di luoghi dove rifocillarsi: ristoranti per mangiare e alberghi per dormire. 

Tara Casa Rural Cartagena (Tara Casa, 49) è un B&B con parcheggio gratuito in posizione tranquilla nell’entroterra, ma comunque poco distante dal mare. Se vuoi “trattarti bene” dopo il lungo viaggio, Casas Rurales Caravaca de la Cruz (Lugar Cañada Lentisco de Abajo, 282) offre tutti i comfort, compreso il parcheggio gratuito, e soprattutto… la piscina!

Per mangiare buoni piatti di pesce o carne alla brace a Cartagena, vai al Tasca Tío Andrés (P.º Alfonso XIII, 46). E dove mangiare a Murcia? Al Salzillo (C. Cánovas del Castillo, 28), che propone il pescato del giorno in un ottimo menu di mare. 

Scopri anche

Video Itinerari


MURCIA

  • Lunghezza (km): 223
  • Durata: 3 ore
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: La Manga del Mar Menor
  • Arrivo: Caravaca de la Cruz
  • Principali località attraversate: Cartagena, Murcia, Abanilla, Hoya del Campo