TrueRiders

Pasqua 2017, consigli di viaggio all’estero: Costa Azzurra e Slovenia

nizza 740x416 - Pasqua 2017, consigli di viaggio all'estero: Costa Azzurra e Slovenia

Non manca poi molto alla Pasqua 2017 e, seppur non sono delle vacanze lunghe come quelle natalizie, potrebbe essere sempre bello fare qualcosa. Prendere la moto per un veloce viaggio all’estero? Perché no. Visto quanto sia tiranno, in questo caso, il tempo la scelta può ricadere sue due mete a pochi passi dal nostro confine.

La prima ricade sulla Costa Azzurra. La zona ça va sans dire è in Francia, ma a pochi passi dalla Liguria, ed è l’ideale per un mordi e fuggi motociclistica. Pasqua, inoltre, cade domenica 16 aprile quest’anno e, in questo periodo, la riviera francese offre già un interessante clima primaverile. La prima tappa scavallato il confine è Nizza. Questa cittadina, un tempo italiana, non è solo il maggior centro della zona, ma anche un piacevole luogo da visitare.

Ha il suo fascino, consigliatissimo un pasto in uno dei tanti ristorantini tipici che affacciano sul lungo mare. Passata la notte dirigetevi a Cannes, guardatela alla svelta e valutate se rimanerci o meno. Il luogo famoso per il festival e per la sua mondanità non è certo il contesto ideale per dei centauri che cerchino un contesto e delle emozioni da riders.

Proprio per questa ragione però corre in soccorso la D559. A questo nome corrisponde una strada che parte proprio da Cannes per arrivare fino al golfo di Saint Tropez. Un percorso tortuoso che permette di poter godere di un panorama a picco sulla costa e immerso nel verde. Un verde unico per quanto riguarda la vegetazione e con il mare a tenervi compagnia per tutta la durata del viaggio.

Arrivati a Saint Tropez godetevi il relax del porto turistico e se volete soggiornateci una notte nei tanti alberghi che ci sono a ridosso della parte vecchia della città. Per il viaggio di ritorno verso l’Italia avete due scelte: ripercorrere la D599 (magari con pausa nella bella Antibes) o scegliere la suggestiva soluzione di abbandonare la costa per passare internamente con tappa al Parco Naturale regionale del Luberon. Un territorio vastissimo che comprende il massiccio montagnoso che dà il nome al parco, alture, un’eccezionale biodiversità e un patrimonio architettonico e paesaggistico di grande valore.

Sempre vacanza all’estero, sempre oltre confine, ma da ovest passiamo a est. Per il periodo pasquale infatti la Slovenia potrebbe essere un’alternativa altrettanto valida. Il primo aspetto interessante di questa breve gita all’estero è la gratuita delle autostrade di questo stato dell’ex Jugoslavia.

Per arrivare in Slovenia, infatti, si percorre la strada 444 che è completamente gratuita. Arrivati a Ajdovscina, dove si potrebbe valutare anche di non fermarci, si prosegue sulla 207 per arrivare alla sella di Godovic nel bel mezzo delle Alpi. Il percorso è unico, si possono raggiungere gli 850 metri di altezza e immergersi in un contesto naturalistico degno di nota: per qualche istante si può spegnere la moto, per godere del silenzio del paesaggio.

Scesi dalla Sella di Godovic (ma senza scendere dalla sella della moto!) si va in direzione Lubiana. Per raggiungere la capitale della Slovenia si attraversano tantissime colline capaci di accompagnare un paesaggio pittoresco e mai banale. Una vista unica che potrà essere apprezzata anche dall’eventuale passeggero. Arrivati nella capitale, il pernotto è d’obbligo. Lubiana è infatti una città sia turistica che universitaria e se si volessero avere velleità di vita notturna si è certi che potranno essere soddisfatte.

Lasciata alle spalle Lubiana ci si dirige, facendo una strada che in moto prevede anche un tratto in mezzo ai boschi, a Britof. Se si avesse voglia di pieghe e tornanti degni di questo nome passate per Bovec, nel pieno della valle dell’Isonzo, un luogo veramente rilassante immerso nella natura, e per poi prendere il passo del Predil. Qua ci si può spingersi fino 1156 metri sul livello del mare. Godetevi il panorama. Da qui, inoltre, l’autostrada Tarvisio-Udine è veramente vicina e potrebbe essere l’ideale per il ritorno a casa. Buona Pasqua!