Monti Lessini in moto, tra malghe e rifugi

I Monti Lessini in moto: un itinerario alla scoperta della Lessinia, zona del Veneto che piace ai motociclisti che amano le curve, le salite, e qualche passaggio off-road. E soprattutto, è una gita che regala stupendi paesaggi naturali. Ti proponiamo il motoitinerario “per tutti” quasi interamente su strada asfaltata, e aggiungiamo anche le informazioni per fare la cosiddetta “Translessinia” in moto, riservata agli irriducibili enduristi!

L’itinerario dei Monti Lessini in moto

Questo itinerario in moto alle pendici dei Monti Lessini è ideale per una mezza giornata libera. Partendo da Malga San Giorgio e dal vicino rifugio di Malga Malera la strada ti accompagnerà per una scampagnata tra i piccoli comuni adiacenti l’area naturale dei Lessini, risalendo poi verso Malga Lessinia: in totale poco più di 35 km, da percorrere però molto attentamente a causa di un percorso abbastanza frastagliato, ricco di curve e alcune strade bianche (comunque ben tenute).

Mappa

Itinerario

Sono principalmente due le strade provinciali che fanno da guida in questo viaggio tra le malghe e rifugi della Lessinia. una è la SP6 subito dopo la partenza da Malga San Giorgio, l’altra invece è la SP13 in prossimità della “risalita” verso Malga Lessinia.

Cominciamo perciò dalla località più famosa di questo nostro itinerario, ovvero Malga San Giorgio. Questa frazione del comune di Bosco Chiesanuova vanta infatti una stazione sciistica frequentata sia dai discesisti che dagli amanti del fondo. Nelle immediate vicinanze invece troviamo il rifugio alpino di Malga Malera, particolarmente apprezzato dai visitatori perché testimonianza della semplicità degli alpeggi di una volta.

Da Malga Malera raggiungi Malga San Giorgio, si arriva subito: 1 km sulla SP6. Dirigiti verso Passo del Branchetto: da qui inizia la discesa verso Tracchi e le piccole frazioni a sud dell’area naturale dei Lessini.

Nei pressi del capoluogo di Bosco Chiesanuova svolta a destra sulla SP13 risalendo verso Contrada Biancari e Contrada Scandole. Una volta arrivato a Valbusi, gira a destra sulla SP14 che attraversa la borgata Sale e che “sale” in tutti i sensi fino a Malga Lessinia. È una strada piuttosto stretta, comunque quasi tutta asfaltata, tranne un breve tratto in prossimità della Malga. 

Se la tua moto è abituata a fare dei facili tratti su sterrato, puoi continuare fino al Rifugio Podestaria, situato sulla SP14 proseguendo oltre l’area di Malga Lessinia.

Se invece la moto che cavalchi è un enduro, allora puoi tranquillamente attraversare i Monti Lessini attraverso la Translessinia, di cui ora ti diamo le informazioni principali. 

Translessinia in moto: il percorso off road

La Translessinia in moto è un ottimo percorso per enduro e moto off-road, ideale per chi è ancora a livello “principiante” nei motoitinerari fuoristrada, e perfetto come allenamento per i più “esperti”.

Esattamente come per il percorso “normale”, la partenza è da Malga San Giorgio: lungo la SP6 fai il Passo del Branchetto, e scendi verso il Rifugio Branchetto e il campeggio. Gira poi a destra sulla SP14 verso il Rifugio Malga Moscarda e il Rifugio Bocca di Selva. Sei nel cuore delle strade bianche dei Monti Lessini: vai fino al Rifugio Podestaria. Da qui continua sulla stessa strada verso Malga Lessinia, il traguardo finale della tua Translessinia nel cuore dell’altopiano. 

Malga San Giorgio
Malga San Giorgio, il panorama sui Monti Lessini

Tutto ciò che c’è da sapere sui Monti Lessini

Prima di partire, ecco tutte le informazioni utili sulla zona dei Monti Lessini per vivere al meglio il tuo viaggio su due ruote. 

Dove si trova la Lessinia 

La Lessinia (come viene chiamata la zona dei Monti Lessini) è una zona delle Prealpi situata nel Veneto: per la maggior parte si trova nella provincia di Verona, e sconfina anche nelle province di Vicenza e di Trento. 

Una parte del territorio – sviluppato in gran parte come altopiano – costituisce il Parco Naturale Regionale della Lessinia. Le montagne principali sono il Monte Tomba, alto 1765 metri, e il Monte Sparavieri, alto 1798 metri. 

Lessinia
Il tipico panorama della Lessinia

Cosa vedere in Lessinia in moto

In questa zona della provincia scaligera, gli elementi tipici da visitare sono i rifugi alpini e le malghe, ossia le distese di terra dove si svolgono le attività di allevamento e lavorazione del latte.

Una delle malghe più belle è la Grola, a 1550 metri di altitudine, costruita intorno al 1650 nella località di Valdiporro. Un’altra poco lontano è Malga Dossetti, che domina un’altura e regala uno stupendo panorama a 360°. È in una posizione non riparata dove il vento soffia indisturbato, a volte può essere un’impresa restare in piedi!

Per vedere ancora meglio i Monti Lessini, il modo migliore è camminare! L’escursionismo apre tantissime possibilità: uno dei sentieri più belli è il Vajo dell’Anguilla, che da Bosco Chiesanuova attraversa boschi e vallate, e porta fino al Monte Tomba. 

Erbezzo, Monti Lessini
La vista dei Monti Lessini da Erbezzo

Dove mangiare sui Monti Lessini

Oltre ad essere il punto di partenza del tuo itinerario, il Rifugio Malga Malera è un luogo ideale dove assaporare la tradizione culinaria locale. Da provare qui la specialità degli gnocchi di malga, serviti con burro fuso e formaggio grana.

Un altro luogo dove gustare a tavola i sapori della Lessinia è il ristorante La Stua, a Erbezzo, luogo accogliente che è anche bed & breakfast ideale per un bel weekend sugli altipiani veronesi. 

Locanda Maregge, nella Contrada Maregge a Bosco Chiesanuova, è un altro punto tipico dove assaggiare i piatti di montagna, ed è piuttosto vicino alla Malga Dossetti di cui ti abbiamo parlato e che merita una visita. 

Non ci resta che augurarti buon viaggio tra le malghe e i rifugi dei Monti Lessini!

Scopri anche

Avatar per TrueRiders

Video Itinerari