Casco jet moto, perfetto per viaggi estivi

Casco




Quali sono i migliori caschi jet? Ogni anno vengono prodotti nuovi modelli di questa particolare tipologia di casco, che per i bikers è comoda soprattutto per i brevi viaggi cittadini. 

Andremo alla scoperta delle offerte più vantaggiose sul mercato, ma prima di tutto, per aiutarti nella scelta, diciamo di più su questo accessorio fondamentale per la sicurezza di ogni biker. 

Il casco per moto: come scegliere il tipo giusto?

Sicuro, comodo e omologato: così dev’essere un buon casco moto – che è anche obbligatorio per legge. Come per tutto l’equipaggiamento da moto, il mercato offre tantissimi modelli di diverse marche e non è sempre facile, soprattutto per i meno esperti, scegliere. 

Riepiloghiamo brevemente le principali tipologie di caschi per moto

  • il casco integrale, che è il più sicuro in assoluto, garantisce totale protezione del volto ed è adatto per ogni viaggio. È il migliore nei lunghi viaggi e nelle corse in pista; 
  • il casco jet, che è più essenziale, senza mentoniera, adatto per la città e per brevi trasferte. Ideale per scooter, può essere anche in versione più leggera, il demi jet; 
  • il casco apribile (o modulare), che ha le caratteristiche di quello integrale ma che si può trasformare in “jet” alzando la visiera. Sicuro, confortevole e intelligente, è concepito per un uso nel mototurismo, col vantaggio dell’elevato comfort grazie al fatto che si apre, con quasi lo stesso livello di protezione di quello integrale;
  • il casco fuoristrada/off road/adventure, con una mentoniera in rilievo e una sorta di visiera (aletta) per proteggere gli occhi dal sole. È ideato per percorrere strade sterrate o difficili, e nella versione integrale dona comfort e sicurezza senza rinunciare al design. 

Cos’è il casco jet (e in cosa differisce dal demi jet)

Il casco jet per moto, dunque, è una copertura per la testa che lascia la parte del mento totalmente scoperta poiché è senza mentoniera. La protezione rigida arriva fino alle guance, con una visiera che protegge il volto. Sull’etichetta è contrassegnato come “J”. 

Il casco demi-jet è una particolare tipologia del jet ancora più leggera: la copertura rigida arriva fino all’altezza delle orecchie, dunque offre meno protezione su nuca e guance. 

Casco jet moto: le caratteristiche principali

Per essere idoneo all’uso prettamente cittadino, questo casco aperto senza mentoniera deve rispondere a degli standard di sicurezza – alla quale non si può davvero rinunciare.

Per non prendere fregature basta controllare l’omologazione europea più recente, che indica il rispetto delle normative più stringenti, che sono quelle più idonee a garantire la sicurezza del motociclista. Non deve mai mancare la dicitura ECE 22-05 che certifica l’omologazione.

Per ricevere questa certificazione il casco deve superare delle prove d’impatto, rigidità, penetrazione (relativamente alla visiera) e resistenza del cinturino, sia in condizioni normali che dopo esser stato sottoposto a temperature rigide elevate, all’azione dell’acqua, solventi e raggi UV.

La carta d’identità del casco jet perfetto

Una volta accertata l’omologazione è importante valutare tutte le altre caratteristiche del casco jet moto:

  • Materiale: è molto importante per la qualità della calotta. Il migliore è la fibra di carbonio, ma anche quelli in materiali termoplastici o in fibra di vetro sono ottimi.
  • Ventilazione: in questo aspetto il casco jet è il top, perché essendo aperto è il modello che maggiormente permette il passaggio dell’aria, quindi è particolarmente adatto in estate quando la temperatura sale.
  • Peso: anche per questa caratteristica il modello jet è il migliore perché è il più leggero; considerando che un casco per un buon comfort non deve pesare più di 1500 grammi, con il peso di 1000, anche 750 grammi dei jet la comodità è assicurata.
  • Chiusura: il sistema di sgancio rapido è molto comodo quando in viaggio si fanno diverse soste o per l’uso della moto in città e quindi per brevi tratti.
  • Imbottitura: molto importante per la sicurezza e il comfort, è meglio se estraibile, per una maggiore igiene grazie alla facilità di lavaggio.

Massima attenzione va posta sulla taglia. Infatti per non commettere questo errore fatale è necessario provare il casco facendo attenzione al fatto che non stringa, non dia fastidio alle tempie e non si muovi a destra e sinistra spostando la testa. Il casco moto deve calzare perfettamente.

Casco jet Amazon: il confronto TrueRiders

  • Comparando i diversi modelli jet il modello A-Pro VISIONSILV ha un prezzo competitivo per le sue caratteristiche, ideale per non spendere molto senza rinunciare alla qualità. Disponibile in diversi colori è semplice ed essenziale, con taglie che vanno dalla XS a XXL. È confortevole anche indossando gli occhiali ed adatto alla stagione estiva. La visiera è antigraffio e copre dal vento, mentre la chiusura è regolabile ed a sgancio rapido. Dotato di cuscinetti interni removibili, è molto leggero.
  • Un ottimo rapporto qualità/prezzo anche per il modello BHR 93318, casco bianco XL con grandezza 61 cm, dotato di doppia visiera antigraffio e lavabile, interno removibile con tessuto anallergico, sgancio millimetrico e 4 punti di ventilazione. Omologazione Ece 22.05. 
  • Passiamo al miglior casco jet: Givi Stratos, di un marchio che è una garanzia. Semplice e funzionale, è disponibile in 6 taglie, dotato di una visiera ampia antigraffio e prese d’aria posteriori e anteriori per l’aerazione migliore. La chiusura sottogola è regolabile ed ha superato numerosi test. L’interno removibile, il materiale tecnopolimero innovativo e resistente fanno di questo casco moto jet il modello perfetto per i viaggi estivi.
  • Tra i nuovi modelli, spicca il casco jet di ORIGINE, guscio con design 3/4 a faccia aperta che offre protezione combinata con il campo di visibilità più ampio possibile (che previene la sensazione di claustrofobia). Ha doppia visiera, una delle quali è fumé retrattile interna con schermo trasparente esterno.

Scopri anche: 

Avatar per TrueRiders

TrueRiders