TrueRiders

Lazio in moto, alla scoperta del Circeo e dei Castelli Romani

Rocca di Papa_shutterstock_136956587

Un itinerario del Lazio in moto che ci porta nella zona a sud di Roma. Un territorio affascinante, diviso tra il litorale Pontino (ricco di spiagge con un mare limpido che non risente della vicinanza di Roma) e le montagne con le tante curve offerte dall’Appennino Centrale.

Toccheremo un promontorio tra i più belli d’Italia, passeremo attraverso stupendi parchi regionali, ricchi di natura e storia, affronteremo borghi dagli antichi profumi e scopriremo affascinanti tradizioni.

Da San Felice Circeo a Sermoneta

Il Circeo in moto, due ruote nel Basso Lazio

Il nostro viaggio inizia in provincia di Latina, precisamente da San Felice Circeo, rinomata località estiva grazie alla sua felice posizione, alle splendide spiagge e al mare cristallino.

La cittadina è costruita sulla vetta del promontorio del Circeo, con una visione a 360 gradi dell’Agro Pontino, mentre volgendo lo sguardo verso il mare si ammira il bellissimo panorama sul golfo di Gaeta che, nelle giornate più limpide, permette di vedere anche le vicine Isole Pontine.

Intorno al promontorio si sviluppa uno dei parchi storici d’Italia, il Parco Nazionale del Circeo, un’area protetta che cela bellezze naturali e storiche indimenticabili.

Da qui partiamo alla volta di Sermoneta, che raggiungiamo in circa un’ora di percorso lungo la SS7. Lasciamo quindi alle spalle il mare e i profumi del monte Circeo, e cambiamo panorama, approdando sui Monti Lepini. Sermoneta, borgo storico dominato dal suo castello, è una tappa interessante per scoprire il lato più autentico della provincia latina, e soprattutto per deviare dal mare verso i monti del basso Lazio.

Da Sermoneta a Rocca di Papa

Rocca di Papa
Veduta sul borgo storico di Rocca di Papa

Lasciato il borgo di Sermoneta ci apprestiamo a raggiungere i Castelli Romani, la zona alle porte di Roma ben nota per la sua ricca proposta culturale ed enogastronomica.

Dopo una rapida deviazione sulla SS7, oltrepassiamo Cisterna di Latina e ci immettiamo direttamente nella provincia romana, che ci accoglie con le antiche mura di Velletri. Porta d’accesso meridionale ai Castelli Romani, Velletri è la città del “carciofo alla matticella”, una prelibatezza enogastronomica irrinunciabile.

Superiamo Velletri e, tramite la SP217, i cui tornanti superano una zona montagnosa dai panorami vastissimi, raggiungiamo la bella Rocca di Papa, il comune più alto dei Castelli Romani, con i suoi quasi 1.000 metri sul livello del mare in corrispondenza del Maschio delle Faete.

Da Rocca di Papa si può ammirare uno splendido panorama su Roma e su tutto il Parco regionale dei Castelli Romani, per un ultimo momento di pausa prima di affrontare la tratta finale del nostro viaggio.

Da Rocca di Papa a Roma

Proseguiamo da Rocca di Papa verso Roma toccando dapprima la SP217, che ci porta fino a Marino, e da qui la SP216, con la quale raggiungiamo Ciampino e, infine, raggiungiamo Roma.

Da qui possiamo decidere se immergerci direttamente nel “caos calmo” della Capitale, oppure proseguire alla volta dei tanti itinerari in moto nel Lazio.

TrueRiders

TrueRiders